Martedì, 26 ottobre 2021 - ore 22.32

QUASI 30 MILA VOLONTARI TORNANO A INCONTRARSI AL REAS di Montichiari

Un momento di ripartenza collettiva e un ringraziamento ad operatori e volontari per l’instancabile impegno profuso durante i mesi della pandemia.

| Scritto da Redazione
QUASI 30 MILA VOLONTARI TORNANO A INCONTRARSI AL REAS di Montichiari


QUASI 30 MILA VOLONTARI TORNANO A INCONTRARSI AL REAS di Montichiari

Un momento di ripartenza collettiva e un ringraziamento ad operatori e volontari per l’instancabile impegno profuso durante i mesi della pandemia. Si chiude con un messaggio di grande energia l’edizione 2021 di REAS, la manifestazione leader in Italia per il settore emergenza di protezione civile, primo soccorso e antincendio che ha tagliato il traguardo dei vent’anni di storia.

Dall’8 al 10 ottobre il Salone Internazionale dell’Emergenza ha richiamato a Montichiari oltre 23.000 presenze con operatori e volontari provenienti da tutta Italia. La manifestazione si lascia alle spalle la fase di emergenza dettata dalla pandemia e torna a ospitare le migliori realtà produttive e commerciali del settore, pronte a cogliere i vantaggi del contatto diretto con operatori e volontari del settore.

REAS 2021 segna, dunque, un ideale punto di ripartenza per il comparto, come ha sottolineato durante l’inaugurazione il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, ringraziando l’intero mondo del volontariato e degli operatori dell’emergenza che hanno consentito al Paese di reagire alle difficoltà dell’ultimo anno. Il Dipartimento della Protezione civile ha partecipato a REAS con uno stand istituzionale dove ha illustrato le proprie attività sul territorio, con l’allestimento di una particolare piastra semovente in grado di simulare eventi sismici, realizzata in collaborazione con Fondazione Eucentre, il Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica di Pavia. Durante le giornate di fiera i visitatori hanno potuto vivere l’esperienza di un evento sismico, maturando una maggiore consapevolezza rispetto al rischio sismico e alla necessità di adottare le migliori pratiche per limitarne le ricadute.

REAS ha confermato la superficie espositiva dell’edizione 2019, con una platea di espositori che rappresentano al meglio i settori chiave in cui si articola il sistema dell’emergenza: primo soccorso, protezione civile e antincendio. “C’è una grandissima voglia di ricominciare e una straordinaria presenza di pubblico“, spiega Tommaso Croce, direttore dello stabilimento IVECO Mezzi Speciali di Brescia. “Tornare oggi ad una fiera – la più importante in Italia, tra le prime ad aprire nel consesso europeo – è per noi innanzitutto un motivo di gioia, che ci restituisce un po’ di respiro e di felicità. E poi è veramente importante, perché qui raccogliamo tutti i feedback del mercato”. La fiera si conferma dunque un’occasione unica per fare business e, dopo due anni di attesa, l’edizione 2021 di REAS sembra essere andata oltre le aspettative iniziali. “Siamo molto contenti di aver partecipato a REAS“, dichiara Giulia Gandolfi, responsabile marketing di BAI Brescia Antincendi International. “In questi due anni il mondo digitale ha aiutato a mantenere i rapporti con clienti e stakeholder, ma poter toccare con mano veicoli e componenti dà un plus che solo le fiere possono portare.” Un parere condiviso da Mauro Massai, direttore dell’azienda Mariani Fratelli: “In giro c’è la volontà di riemergere e grande interesse per i nuovi prodotti”, dichiara a fine fiera. “L’affluenza è stata davvero notevole e il nostro è un giudizio estremamente positivo.” Traccia un bilancio soddisfacente anche Marco Leonardi, direttore commerciale di Focaccia Group. “Siamo molto soddisfatti della fiera di quest’anno”, spiega nella mattinata di domenica. “C’è stata un’ottima affluenza, superiore alle aspettative. C’è voglia di vedersi e grande curiosità per i veicoli e tutto quello che propone la fiera.”

REAS 2021, dunque, mantiene un filo diretto con le aziende espositrici e mostra di dare risposte concrete alle loro esigenze. Un risultato importante che premia un format fieristico che, in vent’anni di storia, ha saputo conquistare la fiducia di imprese, istituzioni e associazioni legate all’emergenza.

“REAS è il risultato di un grande lavoro di squadra”, dichiara Gianantonio Rosa, presidente del Centro Fiera di Montichiari. “La fiera ha saputo reagire alle difficoltà, lanciando un forte messaggio di speranza e fiducia. Il sistema fieristico può dare un contributo fondamentale alla ripresa, valorizzando le idee, la capacità di lavoro e la voglia di innovare delle imprese. Il nostro grazie va ai volontari, agli operatori e a tutte le aziende che ogni giorno lavorano per garantire la nostra sicurezza.”

“REAS si chiude con un risultato molto incoraggiante”, dichiara Ezio Zorzi, direttore del Centro Fiera. “I numeri dell’edizione 2021 dimostrano che il comparto emergenza crede nel valore aggiunto delle fiere e vuole tornare a guardare con fiducia al futuro. Il know-how delle nostre aziende è un valore inestimabile che si conferma la base da cui ripartire.”

“Dopo quasi due anni di interazioni prevalentemente online è ritornata la voglia di fare un evento in presenza”, spiega Andreas Züge, direttore generale di Hannover Fairs International GmbH, sede italiana di Deutsche Messe AG. “Con l’edizione 2021 REAS ha rafforzato la propria posizione di leadership. Nel prossimo anno 2022 l’Italia sarà di nuovo Paese Partner di INTERSCHUTZ. Un’occasione imperdibile per approfondire l’internazionalizzazione di REAS e soprattutto per portare avanti l’interscambio tra il sistema emergenza italiano con i keyplayer internazionali.”

“La collaborazione internazionale è più importante che mai“, conferma Dirk Aschenbrenner, presidente dell’Associazione tedesca della protezione antincendio (vfdb). “A REAS 2021 abbiamo presentato il Centro tedesco della robotica di soccorso (DRZ) che si occupa di ricerca e sviluppo di sistemi robotici mobili per la sicurezza civile ed è intervenuto durante la recente catastrofe alluvionale in Germania. REAS offre un’eccellente opportunità per anticipare innovazioni e novità di prodotto che saranno protagoniste l’anno prossimo ad INTERSCHUTZ.”.

“REAS mi ha impressionato positivamente”, dichiara Karl-Heinz Banse, presidente dell’associazione tedesca dei vigili del fuoco DFV. “Intendiamo proseguire il rapporto di collaborazione confermando la nostra presenza all’edizione 2022 che seguirà di pochi mesi l’appuntamento con INTERSCHUTZ.”

In occasione dell’inaugurazione di REAS, il presidente vfdb Dirk Aschenbrenner e il presidente DFV Karl-Heinz Banse hanno accolto il Capo Dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio allo stand di INTERSCHUTZ, invitandolo ufficialmente alla prossima edizione della fiera quinquennale leader al mondo per il settore safety che si terrà ad Hannover dal 20 al 25 giugno 2022. REAS e le aziende italiane saranno protagonisti in occasione della Giornata Paese Partner Italia, con una serie di iniziative espressamente dedicate al nostro Paese. La sinergia tra Centro Fiera di Montichiari e Deutsche Messe AG ha creato un canale permanente di dialogo e collaborazione tra Italia e Germania e ha contribuito ad accrescere l’appeal internazionale del marchio REAS.

L’attività convegnistica si è confermata un punto di forza della manifestazione. È stato molto apprezzato il convegno nazionale “Droni nelle emergenze” promosso nella giornata di venerdì da Mediarkè che ha approfondito un ambito sempre più strategico per la protezione civile in cui trovano applicazione importanti sviluppi tecnologici. Nella giornata di sabato ha riscosso grande interesse il convegno “La comunicazione in emergenza” promosso da ANPAS che ha toccato temi di stretta attualità grazie anche agli interventi del Capo Dipartimento Protezione Civile Fabrizio Curcio e del presidente ANPAS Fabrizio Pregliasco. Di alto profilo, come da tradizione, si è confermata la Tavola rotonda A.I.B. promossa dalla rivista “La Protezione Civile Italiana” che, grazie alla presenza di rappresentanti da tutte le regioni italiane, ha consentito di fare il punto sull’antincendio boschivo nel nostro Paese sia sotto il profilo normativo che operativo, elaborando nuove strategie dopo un’estate che si è rivelata purtroppo molto critica.

REAS 2021 si conclude, dunque, con la voglia di tornare a programmare con fiducia il futuro. Le date dell’edizione del prossimo anno sono già fissate per il 7, 8 e 9 ottobre 2022.

 

#zonachek

377 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online