Domenica, 19 maggio 2024 - ore 13.59

Recensione MILA – dialoghi con una modella di video chat |Miriam Ballerini

Francazero l’ho conosciuta virtualmente anni fa in un sito di scrittura, già allora sapeva sconvolgere con la sua scrittura senza veli.

| Scritto da Redazione
Recensione MILA – dialoghi con una modella di video chat |Miriam Ballerini

Recensione MILA – dialoghi con una modella di video chat – di Francazero |Miriam Ballerini

Francazero l’ho conosciuta virtualmente anni fa in un sito di scrittura, già allora sapeva sconvolgere con la sua scrittura senza veli.

Si è sempre dedicata al genere erotico, ma, in questo caso, secondo il mio parere, ha fatto un salto di qualità: perché ci mostra un mondo reale, intervistando una ragazza che ne fa parte. Nell’introduzione, dove ci svela il mondo delle modelle nelle chat, ci dice che anche lei, a suo tempo, avrebbe voluto entrare in quel mondo, ma che aveva troppa paura di venire riconosciuta.

Lei, come utente, frequenta due tipologie di stanze: quella con centinaia di utenti, dove guarda passivamente per prendere ispirazione ai propri scritti; l’altra è quella dove si esibiscono studentesse collegate da paesi poveri e con situazioni tristi e disperate.

“In questo travagliato 2022, preceduto da due anni ugualmente difficili, tra le modelle con cui ho passato più tempo cercando di immaginarle sulle copertine dei miei libri, Mila è di gran lunga quella con cui mi sono trovata più in sintonia. Una ragazza semplice, sincera, intelligente, un po' incasinata e alla ricerca di se stessa; una modella che non era lì solo per fare vedere il proprio corpo nudo o mostrare quanto poteva essere spinta e flessibile”.

L'autrice instaura con Mila un rapporto di fiducia, di amicizia e di complicità, che le porta a parlare con naturalezza di ogni cosa. Da quello che Mila fa per campare, alle sue idee politiche e non, alla famiglia disagiata, ai suoi problemi quotidiani.

Mila racconta anche della sua grande passione, il pugilato: “Il pugilato era il mio coraggio”, che non può più permettersi di fare per via dei problemi alla vista.

La sua vita ci appare decisamente diversa dalla nostra e da quelle delle ragazzine che si spogliano solo per avere soldi per comprare cose futili. Lei cerca lo stesso di studiare all'università, non avendo avuto aiuto dai genitori.

“Io voglio affascinare le persone con il mio cervello e non mi piace quel genere di vestiti. Non mi fanno sentire a mio agio”, dice quando Francazero le propone di indossare magari una minigonna.

A me sembra molto sincera, come si mette a nudo nella chat, mostrando il suo corpo, così riesce a mettere in mostra la sua personalità. Solo in due occasioni non ha voluto rispondere a delle domande, altrimenti non ha problemi a rivelare di sé anche delle cose molto intime, sessuali e personali.

Raramente Francazero interviene con qualche chiosa per spiegare alcune parole o far conoscere chi siano i personaggi di cui si parla.

Una scelta molto originale quella di mettere per intero l'intervista della chat come è avvenuta, ha rischiato di proporre un testo che potesse diventare noioso, ma gli argomenti sono vari e, il lettore, quasi un ulteriore voyeur, continua a leggere per saperne di più.

“Quando ti ho parlato dell'intervista per la prima volta, hai detto che avresti cercato di fare conoscere cose su di te che la gente non conosceva”.

Ho sorriso in qualche occasione, con l'autrice che fa raccomandazioni a Mila, quasi fosse non più l'intervistatrice, ma quasi una mamma coi suoi consigli, spronandola a darsi al mondo e a lasciare la stanza della chat.

Un libro che riporta un argomento inconsueto, che non ha nulla di morboso e ci apre gli occhi su un mondo altro dal nostro.

 

© Miriam Ballerini

MILA – dialoghi con una modella di video chat – di Francazero

© 2023 Streetlib

ISBN  9791222052861

€ 14,99 Pag. 196

 

819 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online