Domenica, 03 marzo 2024 - ore 10.26

Reparti psichiatria Sacco e Fatebenefratelli, Di Marco (M5s):Situazione critica

Il doppio del personale e dei pazienti per lo stesso numero di bagni, gli stessi spogliatoi, il medesimo spazio nelle aree comuni e all’interno del refettorio.

| Scritto da Redazione
Reparti psichiatria Sacco e Fatebenefratelli, Di Marco (M5s):Situazione critica

Accorpamento reparti psichiatria Sacco e Fatebenefratelli, Di Marco (M5s): «Situazione critica»

 Nicola Di Marco (Capogruppo M5s Lombardia): «Una situazione scomoda, che andrà avanti ancora per un paio d’anni, ma in merito alla quale, per il momento, non si registrano disagi. Così l’Assessore Bertolaso in merito alle criticità relative all’accorpamento di fatto dei reparti di psichiatria dell’ospedale Sacco (attualmente in ristrutturazione) all’interno delle strutture dell’ospedale Fatebenefratelli.

 In seguito ad una serie di segnalazioni ricevute, abbiamo interrogato l’Assessore al Welfare per chiedergli conto di una situazione potenzialmente esplosiva. Infatti, le strutture un tempo previste per un solo reparto ora, e almeno per i prossimi due anni, dovranno servirne due.

 Il doppio del personale e dei pazienti per lo stesso numero di bagni, gli stessi spogliatoi, il medesimo spazio nelle aree comuni e all’interno del refettorio.

 Ho ricordato a Bertolaso che la legge Basaglia prevede che in questo tipo di reparto non possano esserci più di quindici pazienti, limite che allo stato attuale delle cose rischia di essere quotidianamente superato. Ciò che noi contestiamo non è certo l’intervento di riqualificazione all’interno del Sacco, semmai il mancato intervento che si sarebbe dovuto svolgere in anticipo all’interno del Fatebenefratelli, per consentire a pazienti e personale di poter lavorare e ricevere le cure nelle migliori condizioni possibili» così il Consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Nicola Di Marco, in merito alla risposta dell’Assessore Guido Bertolaso all’ospedale Fatebenefratelli.

 Milano, 2 febbraio 2024 

 

175 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online