Domenica, 16 giugno 2024 - ore 21.02

RIFONDAZIONE: GRAVISSIMI I FATTI DEL BECCARIA

SUBITO UNA VERA RIFORMA DELL SISTEMA CARCERARIO

| Scritto da Redazione
RIFONDAZIONE: GRAVISSIMI I FATTI DEL BECCARIA
RIFONDAZIONE: GRAVISSIMI I FATTI DEL BECCARIA. SUBITO UNA VERA RIFORMA DELL SISTEMA CARCERARIO
Quanto accaduto all’IPM Beccaria di Milano è gravissimo. Non esistono giustificazioni e i responsabili vanno perseguiti. Dagli atti della Procura e dagli interrogatori degli agenti arrestati emerge infatti un "sistema" di abusi e pestaggi sui detenuti che andava avanti da anni. 
 
È evidente che il sistema carcerario di questo Paese non funziona e, in questo caso specifico, l’accaduto è addirittura più grave in quanto si sta parlando di un istituto per minori. 
Nelle carceri per adulti lombarde – che sono le più affollate d’Italia – le cose non vanno certamente meglio, si raggiungono tassi di popolazione carceraria addirittura del 200% - che è una presenza doppia rispetto a quella regolamentare - persiste la quasi totale mancanza di attività di reinserimento sociale che, dove ci sono, come ad esempio in una delle pochissime eccezioni virtuose come è la struttura di Bollate (MI), permettono alle detenute e ai detenuti di passare alcune ore al giorno al di fuori delle celle – fatto che produce condizioni di vita più dignitose ed un tasso di recidività vicino lo 0%. 
Inoltre, la mancanza strutturale di personale qualificato e di mediatori culturali crea continuamente situazioni di grande tensione ed infine, ma non per importanza, in questo Paese il carcere viene destinato a persone che andrebbero solo curate e non punite o recluse. 
 
Queste sono solamente alcune delle cause che costituiscono lo stato di totale degrado in cui versa il sistema detentivo italiano, degrado che è poi una delle cause del verificarsi di fatti gravissimi come quelli del Beccaria, purtroppo non un caso isolato, e contestualmente della vera e propria strage in corso, come ha denunciato un dossier di Antigone, infatti, nelle carceri italiane avviene un suicidio ogni tre giorni. Inaccettabile!
È ora di finirla, si abbia il coraggio di fare immediatamente una vera riforma del sistema carcerario che preveda, come minimo, la sostituzione delle strutture fatiscenti con luoghi nuovi ed adeguati, l’assunzione di personale specializzato e qualificato quali psicologi e mediatori culturali, l’inserimento ovunque di attività alternative e la depenalizzazione dei reati minori. 
Inoltre, si lavori sui controlli delle guardie e si persegua realmente l’omertà di corpo. 
Milano, 24 aprile 2024
Fabrizio Baggi, Segretario regionale Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea – Lombardia
-
Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea - Lombardia
Via Vallarsa, 2 - 20139 Milano (MI)

 

-
Ufficio stampa
Partito della Rifondazione Comunista Lombardia
240 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online