Giovedì, 02 luglio 2020 - ore 21.33

SAFER INTERNET DAY: I CONSIGLI DEL CENTRO EUROPEO CONSUMATORI ITALIA PER NAVIGARE SUL WEB IN SICUREZZA

Oggi si celebra il Safer Internet Day, giornata internazionale della sicurezza in rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea nel 2004 con l’obiettivo di sensibilizzare gli utenti sui rischi che l’utilizzo di Internet può comportare.

| Scritto da Redazione
SAFER INTERNET DAY: I CONSIGLI DEL CENTRO EUROPEO CONSUMATORI ITALIA PER NAVIGARE SUL WEB IN SICUREZZA

Oggi si celebra il Safer Internet Day, giornata internazionale della sicurezza in rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea nel 2004 con l’obiettivo di sensibilizzare gli utenti sui rischi che l’utilizzo di Internet può comportare.

Navigare in rete offre oggigiorno innumerevoli opportunità che senza ombra di dubbio agevolano quotidianamente tutti noi grazie all’accesso illimitato a contenuti di ogni genere. Nonostante le grandi possibilità che questo potente strumento ci offre, tuttavia, non sempre siamo consapevoli delle insidie che si celano sul web.

“Quando scarichiamo film o musica, utilizziamo i social network o lasciamo che i nostri bambini acquistino videogiochi o contenuti digitali su tablet o telefoni, probabilmente non ci interroghiamo a sufficienza sui rischi a cui ci esponiamo” ricorda Maria Pisanò, Direttore del Centro Europeo Consumatori Italia. “In una dimensione in cui i nostri dati personali acquistano a tutti gli effetti il valore di merce di scambio per l’utilizzo di determinati servizi”, raccomanda Pisanò, “adottare piccole accortezze può rivelarsi molto utile per la tutela della nostra privacy, della nostra identità e persino del nostro denaro”.

Tale considerazione appare suffragata anche dai risultati di un recente sondaggio Eurostat, condotto nel 2019 fra cittadini europei di età compresa fra i 16 e i 74 anni, che mostra le principali cautele adottate dagli internauti per evitare di incorrere in inconvenienti da utilizzo imprudente della rete: il 24% della popolazione intervistata ha limitato fortemente la comunicazione dei propri dati sui social, il 19% ha evitato di connettersi alle reti pubbliche, il 17% ha ridotto i download di software, app, musica, video, film o videogiochi mentre percentuali minori si registrano per gli utenti che hanno limitato le operazioni di home banking e l’acquisto di beni e servizi.

“Evitare di compiere operazioni sul web non necessariamente è la soluzione ideale” spiega Maria Pisanò; “l’importante è compierle con consapevolezza e prudenza”.

Ecco allora alcuni consigli del Centro Europeo Consumatori Italia per celebrare al meglio il Safer Internet Day e utilizzare responsabilmente il web.

1. Proteggere i nostri dati è importante, ma lo è anche tutelare quelli di chi ci è accanto: è opportuno pertanto non pubblicare foto o video di persone che non abbiano espressamente manifestato il loro consenso;

2. Scaricare illegalmente l’ultimo film del nostro attore preferito solo per la comodità di guardarlo gratis sul divano piuttosto che pagare il biglietto al cinema, non solo danneggerà il nostro idolo, ma potrà avere delle conseguenze legali su noi stessi;

3. Se un’offerta che appare per un tempo limitato sui social sembra troppo conveniente per essere vera, molto probabilmente non lo è: prima di concludere un affare, assicurarsi sempre di poter identificare con esattezza il venditore;

4. Attenzione all’utilizzo delle carte di credito registrate sui dispositivi mobili: in assenza di impostazioni di sicurezza, i minori potrebbero acquistare contenuti inappropriati;

5. Quando si immettono i dati della propria carta o del proprio conto, è opportuno controllare che si stia navigando su un sito che utilizza una connessione sicura o criptata: il lucchetto sulla barra di navigazione e la sigla https rappresentano ottimi indicatori.

“L’accrescimento della consapevolezza e della fiducia dei consumatori è da sempre un obiettivo primario del Centro Europeo Consumatori Italia, che oltre a fornire informazioni e consulenza, ha rappresentato un interlocutore costante della Polizia Postale, con la quale ha collaborato attivamente già a partire dal 2014 per il monitoraggio delle frodi online più comuni per i consumatori”, aggiunge Monika Nardo, coordinatrice dell'ufficio di Bolzano.

Nel 2019 inoltre, il Centro è stato attivamente presente nelle scuole, con cicli di lezioni dedicate agli studenti delle superiori, affinché “insieme per un internet migliore” tema del Safer Internet Day, non si riduca a mero motto celebrativo, ma rappresenti un incentivo costante per lo sviluppo dei consumatori di domani.

 

 

 (aise) 

306 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online