Mercoledì, 08 dicembre 2021 - ore 16.53

Sanità privata.I dipendenti in agitazione| FP-CGIL,FP-CISL,FPL-UIL

| Scritto da Redazione
Sanità privata.I dipendenti in agitazione| FP-CGIL,FP-CISL,FPL-UIL

Premesso che il CCNL ARIS RSA/RSD firmato il 13 dicembre 2012 da
CISL, UIL ed UGL stà producendo forti criticità nella fase di applicazione
così come si evince da intese regionali e da comunicazioni di enti religiosi
della regione lombardia che indicano la non applicazione del CCNL ARIS
RSA/RSD
· considerato che non sussistono obblighi giuridici all’applicazione
· considerato che il sindacato cremonese ha agito negli anni in difesa del
sistema socio sanitario , per la garanzia dei livelli occupazionali e per il
contenimento delle rette senza mai rivendicare incrementi economici al
di fuori dei disposti contrattuali
· precisato che i lavoratori delle fondazioni hanno compreso con senso di
responsabilità le situazioni aziendali tanto da condividere intese in
materia di orario di lavoro e di servizio ivi comprese le pause indicate dal
decreto legislativo n. 66/2003
· tenuto conto che le OOSS cremonesi hanno presentato una piattaforma
alternativa all’applicazione del CCNL ARIS che prevedeva l’avvio del
confronto in materia di contratto integrativo aziendale senza porre
condizioni
· preso atto della incomprensibile decisione assunta unilateralmente dalle
fondazioni cattoliche ex IPAB di procedere comunque all’applicazione del
CCNL ARIS contrariamente a quanto avvenuto in altre regioni ed in altri
territori della Regione Lombardia,
ciò premesso, i delegati RSU delle Fondazioni di Cingia de Botti,
Castelverde, Vescovato, San Bassano e Casalmorano riuniti in
assemblea il 19 febbraio 2013 presso la Sala Zanoni di Cremona
DANNO MANDATO ALLE SEGRETERIE PROVINCIALI
A PROCEDERE CON LA DISDETTA DELL’INTESA IN MATERIA DI PAUSE
E A RIVENDICARE LE RISORSE ECONOMICHE NECESSARIE AGLI
AVANZAMENTI DI CARRIERA DI TUTTO IL PERSONALE, MAI
EFFETTUATE DOPO LA PRIVATIZZAZIONE DEGLI ENTI
IMPEGNANO LE SEGRETETERIE DELLA FP CGIL, CISL E UIL DI
CREMONA
· A SOLLECITARE LE STRUTTURE REGIONALI NAZIONALI ALLA
RIAPERTURA DEL CONFRONTO CON ARIS A PARTIRE DALLE
CONTRADDIZIONI IN SENO ALL’ASSOCIAZIONE ARIS;
· A CONTINUARE CON IL PERCORSO PRECEDENTEMENTE
INTRAPRESO CHE HA GARANTITO L’UNITARIETÀ SINDACALE
· A PROSEGUIRE LA MOBILITAZIONE CON LE SEGUENTI
INIZIATIVE
ASSEMBLEE DI POSTO DI LAVORO:
· giovedì 28 febbraio dalle ore 13,30 alle ore 15,00 assemblea alla
fondazione “ E. Germani “ di Cincia de Botti;
· venerdì 1 marzo dalle ore 13,00 alle ore 14,30 assemblea alla
fondazione “ E.F. Soldi” di Vescovato;
· lunedì 4 marzo dalle ore 13,30 alle ore 15,00 assemblea alla
fondazione “ SS Redentore” di Castelverde;
· martedì 5 marzo dalle ore 13,00 alle ore 14,30 assemblea alla
fondazione “ Vismara de Petri” di San Bassano;
· venerdì 8 marzo dalle ore13,30 alle ore 15,00 assemblea alla
fondazione “ Coniugi Preyer” di Casalmorano;
· mercoledì 13 marzo dalle ore 9,30 alle ore 10,30 e dalle ore 10,30
alle ore 11,30 assemblee alla Casa Famiglia Spinelli di Rivolta
d’Adda
CONFERENZA STAMPA
· lunedì 4 marzo alle ore 11,30 presso la camera del lavoro di
Cremona
votato all’unanimità
Cremona, 19 febbraio 2013

1299 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria