Domenica, 05 febbraio 2023 - ore 14.48

Sbarra (sg Cisl) al Meeting di Rimini È il capitale umano la chiave del futuro.

a formazione deve diventare un diritto-dovere soggettivo. Sullo Statuto della Persona nel mercato del lavoro vorremmo sentire parlare la politica”.

| Scritto da Redazione
Sbarra (sg Cisl)  al Meeting di Rimini È il capitale umano la chiave del futuro.

Lavoro. Sbarra al Meeting di Rimini. “Bisogna investire sul capitale umano. La formazione deve diventare un diritto-dovere soggettivo. Sullo Statuto della Persona nel mercato del lavoro vorremmo sentire parlare la politica”.

È il capitale umano la chiave del futuro. Non potrà esserci crescita senza innovazione. Ma non potrà esserci innovazione senza formazione”. E’ questo l’appello lanciato oggi dal Segretario Generale della Cisl Luigi Sbarra a margine del suo intervento al Meeting di Cl a Rimini.

“C’è un salto culturale da fare sulla formazione, che deve diventare un diritto/dovere soggettivo, ma anche il perno intorno a cui sviluppare politiche istituzionali e contrattuali che riguardano la riqualificazione delle professionalità e una moderna idea di partecipazione. Bisogna capire che occorre investire sui lavoratori, con percorsi di apprendimento continui e che coinvolgano tutti: occupati, disoccupati, cassintegrati, per sviluppare le competenze di base e quelle specialistiche, con uno sforzo particolare su quelle digitali. Non è possibile che mentre la disoccupazione resta altissima, vi siano centinaia di migliaia di posti di fascia medio-alta che restano vacanti e che tante aziende disposte ad investire in innovazione e nuove tecnologie fatichino a trovare persone con qualifiche adeguate”.’

Per il numero uno della Cisl “occorrera’ migliorare il reddito di cittadinanza, che ha erogato sussidi di povertà ma ha fallito sul versante della riqualificazione e dell’incrocio domanda-offerta. Vanno costruiti sistemi territoriali che facciano incontrare domanda e offerta mettendo in osmosi aziende, scuole, centri di formazione accreditati, ITS e università. Il baricentro delle tutele va spostato dal posto di lavoro alla persona, con una rete pubblica e sussidiaria che consenta di affrontare tutte le transizioni lavoro-lavoro e scuola-lavoro. È questo il nucleo di un nuovo Statuto della Persona nel mercato del lavoro su cui oggi vorremmo sentire parlare la politica”, ha aggiunto il leader Cisl.

419 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online