Giovedì, 23 novembre 2017 - ore 00.57

Rubriche News » Diritti del Lavoro

Cgil PENSIONI. DOMANI (sabato 17 novembre) SARA’ IL GIORNO DELLA VERITA’.

“La proposta del Governo è insufficiente sia dal punto di vista delle misure presentate sia da quello dei lavoratori coinvolti. L’esenzione dall’aumento dell’età pensionabile coprirà solo 4.305 persone, il 2,18% delle uscite per pensionamento anticipato e di vecchiaia, e anche quanto previsto per la previdenza complementare avrà un impatto irrisorio”.

Cgil PENSIONI. SABATO L’ULTIMO APPELLO

Nuove proposte con un parziale allargamento delle categorie dei lavori gravosi, ma nessuna volontà di modificare il meccanismo e i tempi dell’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni (considerato un pilastro), rinvio ad un altro incontro – che sarà definitivo - fissato per sabato

Mattinale della Cgil di Lunedì 13 novembre 2017

Per le pensioni quella di oggi sarà la giornata decisiva. Oggi si apre una settimana molto ricca di appuntamenti e molto impegnativa per la Cgil e i sindacati confederali. In agenda le pensioni, l’Ilva, la definizione dei Lea (i livelli di assistenza sanitaria), la ricostruzione post terremoto, il bilancio degli effetti del Fiscal compact, la partecipazione dei lavoratori alle imprese.

Cgil Lodi Convegno 'Industria 4.0. Il futuro della società, del lavoro e dei lavoratori'

Nell'ambito delle iniziative programmate dalla Segreteria CGIL di Lodi in collaborazione con l'Associazione “Giuseppe di Vittorio”, comunichiamo che il giorno 6 novembre 2017 alle ore 9.00 presso l’ Aula Magna dell’Istituto Tecnico “A. Bassi” di Lodi in via Porta Regale 2 si terrà il Convegno “Industria 4.0. Il futuro della società, del lavoro e dei lavoratori”.

Mattinale della Cgil di Giovedì 2 novembre 2017

PENSIONI. OGGI L’INCONTRO TRA IL GOVERNO E I SINDACATI- PROSEGUE LA CAMPAGNA NAZIONALE DI ASSEMBLEE PER CAMBIARE LA MANOVRA- IL LAVORO E’ ANCORA TROPPO DEBOLE- ILVA. LANDINI (CGIL): COSI’ NON VA- CGIL, CISL, UIL CHIEDONO IL RIFINANZIAMENTO DEL PIANO NAZIONALE AMIANTO

Mattinale della Cgil di Lunedì 23 ottobre 2017

I quotidiani di oggi mettono in evidenza il doppio volto del voto per i referendum in Veneto e Lombardia. Confronto-Scontro PD ed ArtUno-Mdp- Problemi del lavoro e pensioni

Cgil CAMUSSO: OGGI ANDREMO A SENTIRE COSA PROPONE IL GOVERNO. MA IN ASSENZA DI RISPOSTE CONTINUEREMO LA MOBILITAZIONE

Oggi i sindacati andranno all’incontro con il governo sui temi del lavoro e delle pensioni. Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, chiudendo il suo intervento alla manifestazione di sabato a Milano ha detto che il 16 ottobre “andremo a sentire cosa a da darci il governo. A quel punto decideremo cosa fare: ma senza risposte, la mobilitazione non si fermerà certo”.

Cgil LANDINI: CASSA DEPOSITI E PRESTITI DA GARANTE PER L’ILVA

L’idea è stata rilanciata anche ieri dal segretario confederale della Cgil, Maurizio Landini nel corso del convegno sull’auto. Ne parla Antonio Sciotto sul manifesto: “I sindacati dicono no a un accordo al ribasso sull'Ilva: vanno salvate tutte le produzioni, i posti, ma anche i salari.

La settimana della Cgil : Ilva, IUS SOLI e manifestazioni territoriali sulla legge di bilancio

Si apre oggi un’intensa settimana di iniziative del sindacato che si concluderà sabato 14 con le manifestazioni organizzate da Cgil, Cisl, Uil in tutte le province per fare pressione sul governo sulle scelte economiche e sociali relative alla Legge di Bilancio. Al centro della mobilitazione, tra le altre richieste, le misure per il lavoro dei giovani e le risorse per le pensioni con il blocco dell’aumento automatico dell’età pensionabile. Venerdì ci sarà invece la manifestazione a Roma in sostegno dello Ius Soli, la legge sulla cittadinanza dei bambini immigrati

Cgil Cresce l’occupazione, ma è debole e povera

Secondo un report realizzato dalla Fondazione Di Vittorio, il recupero rispetto ai livelli raggiunti nel 2008 si deve al balzo in avanti dei contratti a tempo determinato. Aumenta il part time, soprattutto involontario, calano le ore lavorate

Cgil-Cisl-Uil POVERTÀ: APPELLO DI SUSANNA CAMUSSO, ANNAMARIA FURLAN, CARMELO BARBAGALLO

La povertà è ancora un dramma che sottrae diritti e futuro ad una quota rilevante della popolazione del nostro Paese. I timidi segnali di ripresa economica non devono fare dimenticare un dato: in Italia vivono in povertà assoluta 4,75 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione complessiva. Lo scrivono in un appello unitario lanciato ieri i tre segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo