Martedì, 24 maggio 2022 - ore 04.36

Sciopero scuola 10 dicembre u.s. La cremonese Valenti apre manifestazione a Milano

Laura Valenti è segretaria generale della FLC-Cgil Cremona e componete la segreteria regionale FLC della Lombardia ha aperto la manifestazione in p.zza Beccaria

| Scritto da Redazione
Sciopero scuola 10 dicembre u.s. La cremonese Valenti apre manifestazione a Milano Sciopero scuola 10 dicembre u.s. La cremonese Valenti apre manifestazione a Milano Sciopero scuola 10 dicembre u.s. La cremonese Valenti apre manifestazione a Milano Sciopero scuola 10 dicembre u.s. La cremonese Valenti apre manifestazione a Milano

Sciopero della scuola del 10 dicembre u.s. La cremonese Laura Valenti apre la manifestazione a Milano

Laura Valenti è segretaria generale della FLC-Cgil Cremona e componete la segreteria regionale FLC della Lombardia ha aperto la manifestazione in p.zza Beccaria

 Ecco il suo intervento di apertura: ‘ Inaccettabile il mancato rispetto degli impegni del Governo sottoscritti solo pochi mesi fa nel “Patto per la scuola”. Un documento importante che contiene impegni precisi per il rilancio, la valorizzazione del personale scolastico e la promozione del protagonismo di tutte le componenti del mondo della scuola e nuove risorse per il rinnovo del CCNL (scaduto nel 2018).

Le risorse per l’aumento stipendiale stanziate corrispondono a sole 85 euro medie. Si mettono spiccioli (200 milioni: circa 12 euro a docente) per i docenti per premiare la “dedizione all’insegnamento”!!! Dopo il bonus di renziana memoria, ora ci si inventa la “dedizione”. Una definizione che possiamo definire patetica, a cui aggiungiamo offensiva a chi lavora ogni giorno e ha dimostrato ancora di più nella pandemia quanto sia centrale il lavoro a scuola per il Paese. Il DDL prevede lo stanziamento di 300 milioni per prorogare i contratti cosi detti “Covid” che scadono il 30 dicembre, ma solo quelli dei docenti, dimenticando il personale ATA assunto a T.D., come se nessuno fosse a conoscenza che tali risorse sono state utilizzate in gran parte per assumere Collaboratori Scolastici per garantire la gestione dell’emergenza sanitaria nelle scuole. Questo comporterà che a gennaio 2022 tutti i collaboratori scolastici, assunti per coprire l’emergenza sanitaria, si troveranno senza lavoro e le scuole sguarnite di questo personale.

Cosa chiediamo al Governo:

*Rispetto degli impegni sottoscritti con le OO.SS. nel Patto per la Scuola

*Risorse per un aumento salariale a tre cifre nel rinnovo CCNL

*Proroga dei contratti Covid anche per il personale

*Risorse, non spiccioli, per la Valorizzazione Professionale e non per una premialità alla “dedizione”

* Percorsi riservati per la stabilizzazione dei precari con tre anni di servizio*

*Concorso riservato per i Facenti Funzione

434 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online