Lunedì, 06 dicembre 2021 - ore 15.39

Sulla casa di riposo a Spino D'adda di Paolo Riccaboni

Spino e gli Spinesi prima: la Casa di riposo subito, e con percorsi realizzabili, e soprattutto trasparenti.

| Scritto da Redazione
Sulla casa di riposo a Spino D'adda di Paolo Riccaboni

Relativamente alla pubblicazione sull'albo pretorio della delibera avente per oggetto APPROVAZIONE DI UN AVVISO ESPLORATIVO DI FINANZA DI PROGETTO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE FINALIZZATA ALLA PROGETTAZIONE E ALLA NUOVA COSTRUZIONE DI UNA CASA DI RIPOSO IN SPINO D'ADDA, siamo a precisare quanto segue:

Spino e gli Spinesi prima: la Casa di riposo subito, e con percorsi realizzabili, e soprattutto trasparenti.

1. La Casa di riposo devono farla i privati, come ribadito da Riccaboni in Consiglio comunale, e non è un'opera pubblica, come c'è scritto nelle linee programmatiche dell'amministrazione.

2. La Casa di riposo deve sorgere in un luogo determinato dal Piano di governo del territorio, e non in un luogo qualsiasi: l'amministrazione deve immediatamente approvare in via definitiva il nostro PGT, che già prevede un luogo per la Casa di riposo, un terreno di proprietà comunale, vicino alle vie di comunicazione, e immediatamente utilizzabile.

3. Chiedere manifestazioni d'interesse senza indicare luogo e modalità è assurdo e distorsivo della concorrenza: è un'operazione di facciata senza alcuna valenza amministrativa, e potrebbe ingenerare il dubbio che qualcuno sappia cose che non sa un altro, come investire infatti milioni di euro senza sapere dove e come?

Il Comune DEVE confermare l'area individuata un anno addietro, stabilire le caratteristiche della struttura, porre termini che agevolino l'inserimento di cittadini spinesi e loro famigliari, favorire l'inserimento lavorativo di cittadini spinesi, e quindi fare un bando per la costruzione/gestione della struttura.

 

Paolo Riccaboni e Progetto per Spino

1565 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online