Giovedì, 13 maggio 2021 - ore 05.24

UN REFERENDUM PLEBISCITARIO LASCIA LE FALKLAND ALLA GRAN BRETAGNA

| Scritto da Redazione
UN REFERENDUM PLEBISCITARIO LASCIA LE FALKLAND ALLA GRAN BRETAGNA

La popolazione dell’arcipelago conteso tra il Regno Unito e l’Argentina quasi all’unanimità preferisce restare sotto il controllo di Londra. Soddisfazione da parte del Primo Ministro britannico, David Cameron, mentre il Presidente argentino, Cristina Fernandez de Kirchner, rifiuta di riconoscere la validità del voto.

1.513 voti a favore, solo 3 i contrari, e una scheda nulla per dire sì alla permanenza alla Gran Bretagna dell’arcipelago più conteso dell’Atlantico Meridionale.

Nella giornata di lunedì, 11 Marzo, la popolazione delle Isole Falkland ha sostenuto quasi all’unanimità l’appartenenza a Londra in un referendum popolare partecipato dal 92% degli aventi diritto di voto.

La consultazione è stata indetta in seguito alle continue pressioni da parte dell’Argentina, che rivendica il possesso dell’arcipelago di 750 isole chiamato dagli argentini Malvinas.

Dinnanzi al risultato plebiscitario, piena soddisfazione è stata espressa dal Primo Ministro britannico, David Cameron, che ha illustrato come la volontà della popolazione delle Falkland sia stata manifestata in maniera netta ed inequivocabile.

Differente l’atteggiamento del Presidente argentino, Cristina Fernandez de Kirchner, che ha rifiutato di riconoscere come valida la consultazione, ed ha sottolineato il diritto dell’Argentina al possesso delle Isole.

L’appartenenza alla Gran Bretagna delle Falkland è stato sancito dopo uno scontro militare nel 1982, in cui le unità armate inviate dal Governo britannico del Primo Ministro conservatore Margaret Thacher hanno posto fine all’occupazione dell’arcipelago da parte dei contingenti militari argentini del Generale Leopoldo Galtieri.

Da allora, le Falkland sono state inglobate nel Regno Unito con un proprio parlamento ed un’ampia autonomia.

Londra mantiene tuttavia il controllo della politica estera e di difesa dell’arcipelago, in cui è dislocato un contingente militare di 1.200 uomini.

Oltre che per ragioni politiche, le Falkland sono contese anche a causa della presenza di importanti risorse energetiche.

Nel 2010, nei pressi dell’arcipelago è stato scoperto un giacimento di greggio dalla capacità di 8,3 miliardi di barili, grazie al quale la Gran Bretagna ha aumentato in maniera sensibile la produzione nazionale di energia.

Le Autorità argentine hanno sempre rivendicato il possesso delle isole, ed hanno ritenuto illegittimo lo sfruttamento delle risorse di greggio nei giacimenti adiacenti all’arcipelago.

Matteo Cazzulani

Welfare Network

lademocraziaarancione@gmail.com

www.welfarenetwork.it

1190 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria