Domenica, 16 giugno 2019 - ore 12.41

Venerdì 31 maggio il gran gala del D.E. S.I.C.A. 14 di Cremonapalloza

Presidente di Giuria è Andrea Leanza, maestro degli effetti speciali di trucco prostetico, ha lavorato in film di Sean Penn, Brad Pitt, Matteo Garrone, Luca Guadagnino, Matteo Rovere e Gianni Amelio.

| Scritto da Redazione
Venerdì 31 maggio il gran gala del D.E. S.I.C.A. 14 di Cremonapalloza

Delle 24 squadre iscritte, 17 hanno consegnato, di cui 2 in ampio ritardo. Saranno dunque 15 i cortometraggi in concorso alla serata finale del D.E. S.I.C.A., acronimo di Daylong Emergent Showbiz Initiative Cremonapalloza Award, l’unico e originale concorso di cortometraggi a tema in 24 ore, ideato e realizzato fin dal 2006 dall’Associazione Cremonapalloza e giunto nel 2019 alla quattordicesima edizione. Come ogni anno, a fine maggio, squadre di cineasti in erba si sono sfidate nella realizzazione di un cortometraggio a tema comune nell’arco di sole 24 ore.

Il gran gala del D.E. S.I.C.A. 14 è in programma venerdì 31 maggio, alle 21:00, a Cremona, al Cinema Filo (Piazza dei Filodrammatici, 4). Alla serata, che sarà presentata da Ilaria Codella e Carmine Caletti, Segretario dell’Associazione Cremonapalloza, saranno proiettati tutti i corti in gara e saranno premiati i più meritevoli nelle seguenti categorie: miglior cortometraggio, miglior interpretazione, miglior montaggio, miglior sceneggiatura. Saranno assegnati anche un premio del pubblico e alcune menzioni speciali, a discrezione della Giuria.

Giuria prestigiosa anche quest’anno: dopo il collettivo di videomaker Il Terzo Segreto di Satira, l’attrice Isabella Aldovini, l’attore cremonese Dario Cantarelli e il critico cinematografico Paolo Fossati, che hanno guidato la Giuria rispettivamente dei D.E. S.I.C.A. 10, 11, 12 e 13, il Presidente di Giuria del D.E. S.I.C.A. 14 è Andrea Leanza, giovane e affermato maestro degli effetti speciali di trucco prostetico.

Seguendo l’esempio di uno dei suoi più grandi modelli di ispirazione, Stan Winston, diventa presto conosciuto per i suoi modelli di dinosauri iperrealistici e dal 2006 collabora con la Geomodel di Mauro Scaggiante per la supervisione artistica e la creazione di modelli di animali preistorici in dimensioni reali per musei, esposizioni didattico-scientifiche e parchi a tema. La sua più grande scultura, uno spinosauro lungo 16 metri, ottiene la copertina del National Geographic di ottobre 2014.

Da quando ha inizio la sua carriera nel mondo dell’industria cinematografica, annovera tra le altre cose la collaborazione alla creazione degli zombie del film di Marc Forster World War Z, prodotto da e con Brad Pitt, la cosupervisione delle creature per il film di Matteo Garrone Il racconto dei racconti, l’ingresso nel team della compagnia sudafricana Cosmesis come key prosthetic makeup artist del film The Last Face di Sean Penn, il ruolo di key prosthetic artist nel remake di Ben Hur di Timur Bekmambetov, il ruolo di caporeparto trucco e protesi ne La pelle dell’orso di Marco Segato, il ruolo di key artist per 4 mesi nel film Resident Evil - The Final Chapter, di Paul W. Anderson.

Ha inoltre negli anni partecipato ad alcune famose produzioni tv, tra cui Dr. Who, Merlin e Atlantis, e film quali Kick-Ass 2, Dracula Untold, The Titan e, per Luca Guadagnino, Suspiria. Più di recente è stato uno dei capi trucco ne Il primo re, di Matteo Rovere, e ha appena ultimato il lavoro come prosthetic designer per la trasformazione di Pierfrancesco Favino in Bettino Craxi nel film Hammamet, di Gianni Amelio, di prossima uscita.

Con Leanza, in Giuria, Irene Tedeschi e Moreno Comotti.

317 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online