Sabato, 18 agosto 2018 - ore 14.01

(Video) FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti

La 24ª Arci Festa 2018 è terminata lo scorso lunedì 6 agosto. Come scrive Carmine Caletti nel suo ultimo pensierino #trionfoèriduttivo. In effetti la differenza rispetto all’anno scorso è il luogo. L’area dell’ex Campeggio ora Parco Didattito Scout è tutta un'altra cosa rispetto all’ex Mercato Ortofrutticolo.

| Scritto da Redazione
(Video) FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti (Video) FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti (Video) FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti (Video) FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti


FestaArci2018 Cremona Un grande successo. #trionfoèriduttivo La parola ai protagonisti

La 24ª Arci Festa 2018 è terminata lo scorso lunedì 6 agosto. Come scrive Carmine Caletti  nel suo ultimo pensierino #trionfoèriduttivo. In effetti la differenza rispetto all’anno scorso è il luogo. L’area dell’ex Campeggio ora Parco Didattito Scout è tutta un'altra cosa rispetto all’ex Mercato Ortofrutticolo.

Il gruppo dei volontari è sempre nutrito e molto differenziato per l’età e questo è assolutamente un segnale di freschezza  insomma una  “ roba favolosa di impegno e divertimento mescolati in un cocktail squisito”

Sul piano politico la festa 2018 ha lasciato un segnale  fortissimo con la serata del 2 agosto  con  la struggente testimonianza di Ilaria Cucchi ha raccontato di aver visto il fratello Stefano morto.

A questo incontro  è stato presentato il libro ‘Federico’ - che porta il nome del giovane Aldrovandi- scritto dall’avvocato Fabio Anselmo. Hanno anche partecipato Claudia Noci, Presidente Arci Cremona e Francesca Chiavacci, Presidente di Arci nazionale. Ha moderato la serata  Mario Feraboli.

Un gruppo coeso e forte che , come dichiarano i volontari intervistati,  sa ‘sgobbare’ ma al tempo stesso divertirsi. Nessun problema fra le etnie diverse a dimostrazione che non è il colore della pelle che fa la differenza  per  l’integrazione.

Un  momento forte di coesione  dove le idee si fondono con le persone che mettono a disposizione le loro teste e gambe per diffondere il verbo.

Nel breve video  fra le altre la testimonianza di Aurora Diotti ,Presidente Circolo Arcipelago Cremona e di Laura Rizzi  volontaria.

Ed a seguire  i pensierini di Carmine Caletti che ho rubato dal suo profili FB e che danno il senso del tutto.

Red/welcr/gcst

Carmine Caletti : scrivo 24 pensierini sulla 24ª Arci Festa 2018.

  1. Le volontarie e i volontari – da chi si è fatto 24 edizioni su 24 a chi non era nato quando Arci Festa era già una realtà – sono una roba favolosa: impegno e divertimento mescolati in un cocktail squisito.
  2. Il Parco Didattico Scout è magico: raccolto, alberato, quasi fresco dalla tarda serata in poi. Noi vorremmo non spostarci mai più. Speriamo possa accadere. E poi, poter piantare la tenda lì è splendido.
  3. Il clima generale di amicizia e mutuo sostegno ribalta la prospettiva di un Paese apparentemente alla deriva: (r)esistono oasi di solidarietà e (r)esisteranno sempre un minuto di più della paura, della diffidenza, del farsi i cazzi propri, del mio cortile.
  4. La musica – e parlo sia delle band sia dei dj – ha offerto una continua contaminazione di generi, stili e persone, sopra e sotto il palco. Vedere gli artisti di una serata presenti tante altre volte tra il pubblico è una cosa che, personalmente, mi commuove.
  5. La Cultura regna. Al di là dei concerti, non abbiamo bucato mezzo evento, neanche per la presentazione del libro più impegnativo o per l'incontro sulla tematica più ostica. Grazie ai numerosi partecipanti, numerosissimi ieri sera, una marea giovedì scorso. E grazie mille, davvero, a chi si è fatto i chilometri, per una come per tante sere: cremaschi, casalaschi, lodigiani, piacentini, bresciani. Vedervi arrivare è stata una gioia che si rinnovava di continuo.
  6. Collegandomi al punto precedente, resto colpito dalla bellezza della rassegna Portiamo Pazienza! • Arci Festa 2018: credevamo potesse funzionare, ma un ciclo così ben strutturato, equilibrato e – anche qui – partecipato va oltre le aspettative. W Paz!
  7. Ai bagoli basta poco per essere felici, ma, tra Una notte in tenda nel parco • Arci Festa 2018 e le sessioni di animazione ad hoc, mi pare evidente che li abbiamo resi felicissimi.
  8. La parte tecnica è un altro fattore quasi sproporzionato in positivo: al più piccolo dei dibattiti viene dedicata la stessa attenzione del concerto di punta, gli ospiti si accorgono del trattamento che professionale è dir poco e ciò innesca un circolo virtuoso di disponibilità e rilassatezza che non finirà mai di stupirmi.
  9. La cucina è ormai sommersa dai riscontri positivi che riceve in continuazione da ogni parte: è formata al 99% da donne e uomini che non cucinano di mestiere, ma sembra un servizio catering rodato. La pizza, poi, era un fottuto capolavoro.
  10. La consapevolezza e la diffusione di buone idee e pratiche ecologiche era una delle priorità: di plastica avevamo solo le bottigliette, il cui acquisto era disincentivato dalla spina con acqua pubblica. 11 giorni a quasi plastica zero sono una soddisfazione infinita.
  11. Il meteo ci ha graziati. Ora fa un caldo pazzesco, ma vi ricordate di giugno e luglio funestati da continue piogge? Prima del 27 luglio avrei firmato per perdere solo una serata causa maltempo; invece abbiamo trovato 11 giorni consecutivi di sereno, con una lieve pioggerellina notturna in un paio di casi, che non ha inciso sulla riuscita degli eventi. Che cül!
  12. Essere in un luogo di nessun disturbo per il vicinato è un catalizzatore di entusiasmo e invoglia a restare lì oltremisura. Da buon maniaco della precisione, ho visto sorgere il sole tutti i giorni.
  13. Il fubalino è il ring della sana competizione: partite tiratissime, poche squadre materasso, tante rivalità consolidate nel rispetto reciproco. Insomma, vince lo sport. Verrebbe davvero voglia di lanciare un lungo torneo interno.
  14. Pure la libreria ha lavorato bene, non solo per quanto riguarda la vendita, ma perché sempre frequentata da curiosi e nerd vari. Alla grande!
  15. Il nostro merchandising è troppo fico, dai. Avete visto la borraccia in alluminio? E il campanello per la bicicletta? Qualcosa è ancora disponibile!
  16. Ingresso, due sorrisi, quattro passi ed ecco il banco dei dischi, naturalmente con una selezione che spingerebbe a comprare tutto, in blocco. Il vinile è il massimo.
  17. Banchetti, oggettistica, le tante Associazioni con cui abbiamo collaborato: mitici.
  18. Recarsi ai servizi sapendo che non sono quegli scatolotti chimici è un sollievo.
  19. Chi ha dimenticato o lasciato in giro cose, anche di valore, le ha ritrovate. Non è un caso.
  20. La bandiera palestinese di proporzioni ciclopiche a lato palco riempiva il cuore.
  21. Tante e tanti arrivavano in bicicletta o a piedi. Brave! Bravi!
  22. Tutte e tutti ci hanno provato con tutte e tutti. Bravissime! Bravissimi!
  23. Possiamo far durare Arci Festa per sempre? Se sì, come?
  24. Arci Festa 2018: #trionfoèriduttivo

 

Video di Gian Carlo Storti welfare cremona  5 agosto 2018

Tutti gli altri video del sito del welfare li trovi qui https://www.welfarenetwork.it/video/ 

710 visite

Articoli correlati