Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 03.18

Xenotrapianti. Galli autorizzato dal Ministero

| Scritto da Redazione
Xenotrapianti. Galli autorizzato dal Ministero

Xenotrapianti. Galli autorizzato dal Ministero.
Dopo un anno il  Consiglio superiore di sanità ha autorizzato il Dott. Galli a procedere per avviare un allevamento di suini geneticamente modificati.
La decisione arriva in un contesto di ‘vacatio legis’ in relazione alla clonazione animale, dal momento che il decreto che vietava la clonazione sugli animali è scaduto il 31 dicembre 2001.
La richiesta di autorizzazione era stata avanzata al Comune di Cremona da Avantea.
Dichiara il professor Galli : "Mi fa piacere che alla fine un nostro diritto, quello di fare ricerca, sia stato riconosciuto.
Il senso del diritto e dello Stato esiste ancora. Ora possiamo continuare la nostra attività, che è sempre stata t rasparente».
Mi che questo sia diventato un ‘caso’, quando invece la ricerca è un nostro diritto, dal momento che in Italia già con un decreto del 1992 la sperimentazione
sugli animali a fini scientifici è prevista ed è,dunque, legale. I paletti? L’allevamento ai fini della ricerca
è quanto avevamo chiesto noi".

Questa decisione è stata accolta con favore in quasi tutti gli amienti scientifici. Però vi sono anche forti opposizioni come evidenzia la presa di posizione di UNA Cremona ( che pubbliciamo sul sito a questo link http://www.welfarenetwork.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1983:xenotrapianti--in-no-di-una-cremona&catid=45:il-punto&Itemid=84.

Il tema insomma fa ancora discutere e parecchio.

Sondaggio
Per questo il sito ha deciso di lancare un sondaggio fra i nostri navigatori che pone in modo diretto la domanda: Sei d'accordo con gli xenotrapianti ?

Per dire la tua vai al link
http://www.welfarenetwork.it/index.php?option=com_apoll&view=apoll&id=2:sei-daccordo-con-gli-xenotrapianti-


Dite pure la vostra  sia con il sondaggio che esprimendo le vostre opinioni.
Gian Carlo Storti
----------------

La carriera di Cesare Galli

Gli esperimenti del prof.Galli iniziano con la sua collaborazione con Ian Wilmut, il ‘papà’ della pecora Dolly.
Galli è ricordato sia primo toro clonato, chiamato  Galileo, che anche il primo cavallo.
Le principali tappe del suo lavoro di ricerca sono:
-Il toro Galileo - Risale al settembre del 1999 la nascita di Galileo, il primo toro clonato al mondo;
-Nel 2001 nasceranno poi altri tre cloni di un famoso toro frisone;
-La cavalla Prometea - È nata sempre a Porcellasco viene alla luce il 28 maggio 2003
-Nel 205 sarà la volta di Pieraz, il primo cavallo clonato per fini riproduttivi;
-dal 2007 i suini per xenotrapianto: il gruppo guidato da Galli partecipa al progetto europeo Xenome per lo sviluppo di
animali destinati a fornire organi per gli xenotrapianti;
-nel 2008 nascono a Cremona nel maggio del 2008 i primi due maiali europei geneticamente modificati;ù
-sempre nel 2008 nasce anche il figlio di Prometea, la cavalla clonata.

1864 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria