Domenica, 26 giugno 2022 - ore 16.48

4 giugno 2022: IN MIGLIAIA PER IL PRIMO CREMONA PRIDE

Un corteo colorato di oltre tremila persone scese in piazza per ribadire che i diritti devono essere di tutti e che anche Cremona

| Scritto da Redazione
4 giugno 2022: IN MIGLIAIA PER IL PRIMO CREMONA PRIDE
Il 4 giugno 2022 si è svolto il primo Cremona Pride: un corteo colorato di oltre tremila persone scese in piazza per ribadire che i diritti devono essere di tutti e che anche Cremona vuole essere protagonista di un cambiamento necessario. Migliaia di cuori hanno manifestato con affetto, calore, energia e la voglia di esserci la loro esigenza di conquista dei diritti e di lotta contro ogni discriminazione, in particolare quelle legate all’identità di genere e all’orientamento sessuale.
 

Una piazza che ha coinvolto associazioni, partiti, realtà della società civile, singoli cittadini, famiglie e molti giovanissimi alla loro prima esperienza in una manifestazione condivisa. In queste ore stanno arrivando numerosissimi messaggi di ringraziamento per aver regalato alla cittadinanza una giornata storica e memorabile, grazie all’impegno delle volontarie e dei volontari presenti. Una festa sociale e politica, inclusiva e accogliente, partecipata da molti strati della società civile: un entusiasmo bellissimo e una piena libertà di dimostrarlo. 
 
Un corteo composto da persone diverse che hanno, quindi, differenti modalità di visione e partecipazione alla parata. Il Comitato ha organizzato lo spezzone in testa al corteo, con il carro che ha animato la lunga marcia grazie alla musica di Dj Regina Ribelle, studentessa fuorisede di liuteria, e con la collaborazione dello staff di Maitresse, composto da artisti provenienti da Reggio Emilia. Ci preme ricordare che il primo Cremona Pride è stato il culmine di una lunga serie di iniziative diffuse realizzate negli ultimi due anni di attività, che hanno dato vita ad una rete di soggetti coinvolti su tutto il territorio della provincia.


Al termine del corteo sono intervenuti i testimonial Luce Scheggi e Adrian Fartade, Gabriele Piazzoni e Lorenzo Lupoli per Arcigay Cremona La Rocca, per le Famiglie Arcobaleno Lorenza Tizzi, per il Collettivo Studentesco “Il Megafono” Alice Mattarozzi e per il Comitato stesso la vicepresidente Chiara Luccarini e il presidente Mario Feraboli. Le testimonianze e le istanze degli interventi hanno riportato l’attenzione sui temi che emergono anche dal documento politico del Comitato: maggiore sensibilizzazione sulle tematiche dell’antidiscriminazione, per contrastare violenze e atteggiamenti omobilesbotransfobici che le persone della comunità LGBTQIA+ vivono quotidianamente, le richieste alle istituzioni per l’allargamento dei diritti civili, sociali, lavorativi e umani, affinché siano davvero uguali per tutte le persone.



Il Comitato Cremona Pride vuole soffermarsi su come, molto spesso, ci si concentri solo su cosa ci divide e non su cosa in realtà ci unisce, cioè fare in modo che ognuno di noi possa trovare e ritrovare il proprio posto del mondo anche a Cremona. Questo è il motivo per cui c’è ancora bisogno di lotta e mobilitazione. 
 
fonte: comitato Cremona Pride
5 giugno 2022

 

241 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online