Lunedì, 09 dicembre 2019 - ore 21.53

A maggio parte il Vecchio Ospedale Festival grazie all'Associazione Latinoamericana di Cremona

Per tutto un fine settimana le porte del complesso che anticamente ospitava l'ospedale della città si apriranno nuovamente alla comunità, grazie a numerose manifestazioni culturali: esposizioni di arte e fotografia, conferenze, visite guidate, workshop, concerti e spettacoli

| Scritto da Redazione
A maggio parte il Vecchio Ospedale Festival grazie all'Associazione Latinoamericana di Cremona

L'Associazione Latinoamericana di Cremona, che da anni contribuisce ad arricchire il tessuto culturale della città, propone il 4 e 5 maggio una nuova iniziativa: il Vecchio Ospedale Festival, restituendo così ai cittadini cremonesi uno dei luoghi più famosi e allo stesso più misteriosi della città, ovvero il complesso dell'ex ospedale situato in piazza Giovanni XXIII.

Il progetto prende spunto dalle tracce ideali del Comitato “Ospedalechefare”, nato negli anni '70, in seguito al trasferimento dell'ospedale nella nuova sede, con l'obiettivo di indicare nuovi utilizzi sociali agli spazzi del vecchio complesso.

"Il Vecchio Ospedale di Cremona, grazie alla sua importanza storica e al fascino delle sue strutture, rappresenta un unicum per il patrimonio architettonico della città" spiega la Presidente dell'Associazione Sol Capasso.

Nato nell'anno 1777 sotto la direzione dell’architetto Faustino Rodi, al suo interno conserva ancora parti originali delle strutture religiose preesistenti – la chiesa di San Francesco e il convento dei Frati minori - che risalgono all'anno 1288.

"Sebbene l’architettura della struttura si sia profondamente degradata, siamo convinti che il deterioramento dell'intero sito possa essere almeno rallentato attraverso una presenza attiva e comunitaria. Così lo dimostrano le diverse realtà attualmente ospitate al suo interno che, grazie al loro impegno quotidiano, mantengono “vivo” e fruibile dalla cittadinanza, uno spazio storico così importante per tutta Cremona: la Cittadella della Solidarietà, l’Istituto Comprensivo Cremona Uno, la Sala Rodi, il Centro Culturale Santa Maria della Pietà, associazioni e cooperative" conclude Sol Capasso.

Sarà quindi un weekend all'insegna della cultura, della partecipazione, della condivisione e della cittadinanza attiva in grado di restituire, attraverso proposte concrete, un bene comune alla città.

L'iniziativa è stata accolta e condivisa da tante realtà del territorio: ANffAS Cremona Onlus, Coop. Sociale Ventaglio Blu, Cremona com’era, F.A.I. Delegazione Cremona, Gruppo Articolo 32, Istituto Comprensivo Cremona Uno, L.A.E. Società Cooperativa Sociale Onlus, Società Storica Cremonese e patrocinata dal Comune di Cremona.

In allegato il programma delle due giornate.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

508 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online