Martedì, 16 luglio 2024 - ore 22.49

ASST Crema Il grande cuore degli ex dipendenti per il pronto soccorso

Un piccolo grande dono per sostenere i pazienti del Pronto soccorso di Crema.

| Scritto da Redazione
ASST Crema Il grande cuore degli ex dipendenti per il pronto soccorso

ASST Crema Il grande cuore degli ex dipendenti per il pronto soccorso

Un piccolo grande dono per sostenere i pazienti del Pronto soccorso di Crema.

 Sono state consegnate questo pomeriggio le 18 sedie a rotelle donate dall’Associazione ex dipendenti dell’ospedale Maggiore di Crema.

  “Un gesto – hanno spiegato il presidente Giuseppe Carioni e le esponenti Celestina Benelli e Claudia Pedrini – per continuare a far vivere lo spirito della nostra realtà”. L’associazione terminerà la propria attività entro fine anno. La strumentazione donata ha un valore complessivo di tremila euro.

 “Oggi abbiamo voluto affiancare il pronto soccorso con questo piccolo dono. Abbiamo visto che si era posta la necessità di questi strumenti ed abbiamo provveduto”.

 Nato il 17 novembre del 1989, l’ente oggi presieduto da Giuseppe Carioni ha contribuito alla realizzazione del progetto Accorciamo le distanze rivolto ai cittadini residenti in uno dei 48 comuni del distretto socio-sanitario di Crema e che necessitano di cure radioterapiche presso l’ospedale di Cremona. Svolto da cinque autisti volontari coordinati dall’Associazione Ex dipendenti, il servizio è realizzato in collaborazione con Comunità sociale cremasca e l’Associazione Rubino.

  “In seguito alla riforma del Terzo settore abbiamo deciso di sciogliere l’associazione, ma non tramonterà il desiderio di sostenere malati e famiglie accanto all’Associazione Rubino”. Sarà, infatti, l’associazione presieduta da Gianni Risari che garantirà la continuità del servizio di trasporto gratuito per persone malate oncologiche. Ringraziamenti sono giunti dal direttore generale Ida Ramponi e dal responsabile del pronto soccorso Giovanni Viganò: “questo dono – hanno commentato – risponde ad un’esigenza della struttura e consente di rendere più agevole il tempo dell’attesa in pronto soccorso. Grazie da parte di tutti noi per essere ancora accanto ai pazienti e all’ospedale, certi che ci saranno altre modalità per continuare a camminare insieme”.

412 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online