Lunedì, 23 novembre 2020 - ore 23.34

ASST Cremona Era Covid Appello di Rosario Canino Non ce la facciamo più ci mancano 18 anestesisti . Serve aiuto

È questo il forte e drammatico appello che Rosario Canino, direttore sanitario dell'Asst di Cremona lancia (tramite l’ANSA) chiedendo ai medici anestesisti di farsi avanti, anche per continuare a garantire il funzionamento dei reparti non Covid degli ospedali di Cremona e Oglio Po. "Accogliamo anche professionisti in pensione", chiarisce Canino.

| Scritto da Redazione
ASST Cremona Era Covid  Appello di Rosario Canino Non ce la facciamo più ci mancano 18 anestesisti . Serve aiuto

ASST Cremona Era Covid  Appello di Rosario Canino Non ce la facciamo più ci mancano 18 anestesisti . Serve aiuto

È questo il forte e drammatico appello che Rosario Canino, direttore sanitario dell'Asst di Cremona lancia (tramite l’ANSA) chiedendo  ai medici anestesisti di farsi avanti, anche per continuare a garantire il funzionamento dei reparti non Covid degli ospedali di Cremona e Oglio Po. "Accogliamo anche  professionisti in pensione", chiarisce Canino.

E' stato aperto un bando che scade 31 dicembre per un  contratto libero professionale, dopo che al concorso "per l'assunzione a tempo indeterminato di 6 medici anestesisti, se ne sono presentati solo 5". "Durante la prima ondata erano 12 gli anestesisti accorsi in nostro aiuto attraverso i bandi di emergenza. Adesso siamo in affanno - racconta Canino -. La carenza di organico in questa specialità è cronica. So bene che il problema riguarda tutto il Paese, ma a Cremona mancano 11 anestesisti e 7 all'Ospedale Oglio Po".

Con la nuova ondata della pandemia, "dal 23 ottobre ad oggi i pazienti con coronavirus ricoverati nei nostri ospedali sono passati da 37 a 175 - prosegue Canino -. La Terapia intensiva di Cremona è dotata di 8 posti letto ordinari e in questo momento ne abbiamo 20: 15 covid e 5 'no covid' per i pazienti con altre patologie. I luoghi e i percorsi sono separati. L'Ospedale Oglio Po, ha 4 posti letto di terapia intensiva, oggi solo covid".   "In questa seconda fase dell'emergenza - conclude il direttore direttore sanitario dell'Asst di Cremona - stiamo garantendo le cure a tutti, mantenendo attivi tutti i reparti, le diverse specialità e le linee di emergenza. Stiamo effettuando tutti gli interventi chirurgici in urgenza e quelli non procrastinabili, ossia quegli interventi che devono necessariamente essere eseguiti a trenta e a sessanta giorni. Vorremmo poter continuare a perseguire questa strada per rispondere alle esigenze di salute delle persone e del territorio

293 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online