Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 02.47

Asst Prevenzione in rosa all’Oglio Po Casalmaggiore

“La salute è un bene prezioso”, prima azione integrata nell’ambito omogeneo, il progetto rappresenta per l’ospedale casalasco un’opportunità multidisciplinare tesa a valorizzare il lavoro degli operatori e le potenzialità di cura per gli utenti.

| Scritto da Redazione
Asst Prevenzione in rosa all’Oglio Po Casalmaggiore

“La salute è un bene prezioso”. Questo il titolo del progetto presentato venerdì 29 luglio presso la sala riunioni del Presidio Ospedaliero Oglio Po. Ad illustrarlo a giornalisti, sanitari e cittadini intervenuti, il direttore generale ASST di Cremona Camillo Rossi, il Sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta, il Sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e Lara Cavalli Responsabile Ufficio Bandi Sovracomunale.

Il progetto, reso possibile grazie ad un finanziamento di Regione Lombardia, si pone come ambizioso obiettivo quello di sensibilizzare la popolazione femminile alla cura della salute.

È risaputo come le donne, anche se più longeve rispetto al sesso maschile, siano più suscettibili a una maggiore ospedalizzazione e ad una incidenza più significativa di patologie croniche, come osteoporosi, ipertensione, malattie della tiroide. Senza dimenticare il ruolo strategico come care giver all’interno del contesto familiare, è lei ad occuparsi della salute del compagno, dei figli e dei genitori.

L’ASST di Cremona, in particolare il presidio ospedaliero di Oglio Po, è coinvolto nel progetto anche grazie all’importante riconoscimento ottenuto da Onda Osservatorio come ospedale attento alla salute delle donne. Dal 2007 ONDA premia le strutture sanitarie che offrono servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili, riservando particolare attenzione alle specifiche esigenze dell’ “utenza rosa”.

Cosa prevede in concreto il progetto.

Il Comune di Viadana - capofila del progetto - ha attivato l’ASST di Cremona nell’organizzazione di tre differenti iniziative:

Sensibilizzazione sulle patologie più diffuse (quali sono, come prevenirle, come riconoscere precocemente i sintomi e affrontarle quando si manifestano).

Alimentare conoscenza e sviluppare consapevolezza è un primo passo per tutelare la propria salute e compiere scelte adeguate per preservarla.

Open week e weekend a tema. Servizi clinici, diagnostici e informativi offerti gratuitamente per promuovere l’informazione, la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili.

Uno degli aspetti positivi è la disponibilità dell’ospedale anche nel weekend, per consentire alle donne di recarsi con più calma e magari in compagnia. Si sa che tante volte gli esami clinici vengono rimandati non solo per motivi di costo, ma anche per mancanza di tempo durante la settimana.

Campagne informative vaccinazione HPV. L’azione ha l’obiettivo di sensibilizzare le ragazze e le loro famiglie alla vaccinazione contro il Papillomavirus umano (Hpv).  Il carcinoma della cervice uterina è il secondo tumore più diffuso nelle donne, colpisce ogni anno circa 3.500 donne e causa 1.000 decessi in Italia. La vaccinazione HPV si è dimostrata molto efficace nel prevenire nelle donne il carcinoma della cervice uterina (collo dell’utero), soprattutto se effettuata prima dell'inizio dell'attività sessuale.

Oltre all’ASST di Cremona, partner del progetto sono ATS Val Padana, ONDA, Consorzio pubblico servizi alla persona, Istituto San Giovanni Bosco di Viadana, Caleffi, Manifattura Casalmaggiore, Fabbricadigitale. Al progetto aderiscono i Comuni di: Casalmaggiore, Cingia de Botti, Motta Baluffi, Scandolara Ravara, San Giovanni in Croce, Solarolo Rainerio, Voltido, Commessaggio e Rivarolo Mantovano.

1523 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online