Venerdì, 25 settembre 2020 - ore 04.52

BRESCIA: FESTA DEI SANTI PATRONI

SUPPLICA ''AB OMNI MALO'' E CERIMONIA DEL GALERO ROSSO DOMENICA 9 FEBBRAIO

| Scritto da Redazione
BRESCIA: FESTA DEI SANTI PATRONI

 

Nell’ambito delle iniziative organizzate per festeggiare i Santi Faustino e Giovita, patroni di Brescia, domenica 9 febbraio alle 10, nella Basilica dei Santi Faustino e Giovita, si svolgerà la santa messa e supplica “Ab Omni Malo”. Nell’occasione il sindaco di Brescia Emilio Del Bono rivolgerà, a nome della città, la tradizionale supplica rivolta ai Santi Patroni. Alle 11 si terrà poi la cerimonia di ostensione delle reliquie dei santi.

Secondo la tradizione, fin dal medioevo, all’inizio di ogni anno i rettori del Comune di Brescia si recavano nella chiesa dei Santi Faustino e Giovita e, davanti alle spoglie dei due martiri, rivolgevano loro, con una supplica solenne, la richiesta di protezione per l’intera città, offrendo l’olio necessario per mantenere acceso tutto l’anno un lume davanti all’arca che ne conservava le reliquie. Da qualche anno, per iniziativa della Confraternita dei Santi Faustino e Giovita, la tradizione rivive. Il sindaco, con una rappresentanza di assessori e consiglieri comunali, si reca alla basilica dei Santi Faustino e Giovita e, durante la Santa Messa, rivolto al celebrante, legge il contenuto di una pergamena con la quale rivolge ai Santi Patroni la richiesta di rinnovare la loro protezione alla città.

Partirà poi alle 17, dalla basilica dei Santi Faustino e Giovita alla Loggia, la processione della “cerimonia del galero rosso o del capèl”. Fin dal medioevo, in occasione della ricorrenza della festa dei Santi Patroni, l’abate del monastero di San Faustino si recava in Comune per consegnare ai rettori un berretto, simbolo di protezione e segno di accoglimento della supplica che era stata loro rivolta a nome di tutti i bresciani. Come da tradizione, il parroco di san Faustino sarà quindi accompagnato da un lungo corteo sino a Palazzo Loggia per consegnare nelle mani del sindaco Emilio Del Bono il galero rosso, simbolo della protezione concessa alla città dai Santi Patroni. Il gesto, carico di simboli, richiama l’istituto giuridico del “launehil”, previsto dalle leggi longobarde, con cui si sanciva un patto: in questo caso la fedeltà reciproca fra la città e i due giovani martiri bresciani.

Previste alcune variazioni alla viabilità in centro, dalle 15 alle 20 di domenica 9 febbraio. Via San Faustino e le strade che vi si immettono saranno riservate ai residenti e agli autorizzati, compatibilmente con il passaggio del corteo. Chi arriva dalla contrada del Carmine dovrà obbligatoriamente svoltare a destra in via Valerio Paitone, mentre la sosta sarà vietata in corso Mameli su entrambi i lati, tra gli incroci con corsetto Sant’Agata e via San Faustino, e sul lato ovest di via San Faustino tra il civico 1 e via Mameli. Potranno sostare in largo Formentone i mezzi delle autorità. I veicoli delle autorità e partecipanti alla manifestazione, sono inoltre autorizzati al transito ed alla sosta in Largo Formentone.

 

544 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online