Mercoledì, 25 maggio 2022 - ore 16.18

Campionato Italiano Rally Auto Storiche Matteo Musti e Francesco Granata vincono il Circuito di Cremona

A bordo della Porsche 911 Rs Island Motorsport, il pilota vogherese ed il navigatore palermitano s’impongo nella sesta tappa della serie Tricolore

| Scritto da Redazione
Campionato Italiano Rally Auto Storiche Matteo Musti e Francesco Granata vincono il Circuito di Cremona

Due gare disputate, due gare vinte. Può essere più che soddisfatto della stagione 2015 Matteo Musti, un’annata che lo vede poco presente nella serie Tricolore, ma in ogni occasione risulta vincente e, dopo il Rally Sanremo, il pavese s’aggiudica il Circuito di Cremona.

Con la Porsche 911 Rsr, che divide con il navigatore siciliano Francesco Granata, il portacolori della Island Motorsport ha dominato la competizione cremonese affrontata andando forte sulle prove speciali nella zona parmense a ridosso di Salsomaggiore, aggiudicandosi otto frazioni cronometrate delle dieci disputate, seppur soffrendo problemi al cambio della coupè tedesca, con la quale ha vinto il 2. Raggruppamento e la gara del Trofeo Rally 70’.

Musti ha commesso un solo errore nel corso della prima prova spettacolo “Cremona”, un dritto tra i new jersey plastici a delimitare il percorso cittadino che gli ha fatto perdere parecchio tempo, un ritardo che ha prontamente annullato nelle frazioni del giorno successivo, controllando i tentativi d’attacco da parte di Paolo Baggio. In coppia con Flavio Zanella, il bassanese ha avuto un inizio attento nella prova spettacolo, progressivamente rimontato con la Lancia Rally 037, piazzandosi al secondo posto assoluto e primo del 4. Raggruppamento contenendo il ritorno di Paolo e Aurelio Corbellini. I comaschi sono terzi assoluti dopo aver sistemato i problemi elettrici alla loro Porsche 911 Rs, risolvendo a loro favore il serrato duello che li ha opposti ai bresciani Mattia Colpani e Claudio Quarantani, quarti e primi del terzo raggruppamento con la Porsche 911 Sc nei colori della Brescia Corse.

Ottimi quinti assoluti e, soprattutto vincenti nel 1. Raggruppamento, sono il pilota bresciano Marco Superti e il navigatore varesino Marco Dell’Acqua, a dominare la categoria all’esordio a bordo della Porsche 911 S ma a difendere il piazzamento nella top five, dall’attacco dei conterranei Giulio Pedretti e Davide Rossi, sesti con la Fiat 131 Abarth, evoluta nelle regolazioni della coppia conica, che gli ha permesso di aggiudicarsi la classe 2000 del terzo raggruppamento.

E’ terminata con un secondo posto nella gara del primo raggruppamento, a dargli la leadership di campionato, la gara di Roberto Rimoldi e Simona Mantovani, equipaggio biellese della Rally e Co, scuderia piemontese che nelle prime battute ha perso uno dei suoi due equipaggi di punta: Dino Vicario, fermato dalla rottura della Renault 5 Gt Turbo.

Protagonista annunciato del Gruppo 2, il veronese Luca Cattilino ha mantenuto fede ai pronostici, andando ad aggiudicarsi la categoria guidando sempre di traverso la Opel Kadett Gte ex Bettega. Navigato da Flavio Serra, il driver del Team Bassano ha chiuso in ottava posizione, precedendo l’equipaggio fiorentino Fabrizio Pierucci e Monica Buonamano, che con la Volkswagen Golf Gti sono noni e primi di classe 1600 del quarto raggruppamento.

Decimi assoluti sono il romano Alessandro Russo ed il fiorentino Francesco Sammicheli, primi di classe oltre 1600 con la Porsche Carrera Gruppo 3 del 2. Raggruppamento.

Scrive ancora una pagina di agonismo il Trofeo A112 Abarth, che incorona per la prima volta vincitore il giovane trentino Alessandro Nerobutto sapientemente navigato dalla cugina Alessandra i quali finalmente raggiungono il meritato successo pareggiando il conto con la sfortuna che più d'una volta li aveva penalizzati. Alle loro spalle dopo una sfida sul filo dei decimi si piazzano Luca Cordioli ed Alessandro Sponda che hanno la meglio sulle tenaci Lisa Meggiarin e Silvia Gallotti. Grande rimonta per Massimo Gallione e Pier Carlo Morino che non si arrendono davanti ai minuti persi a causa di un'uscita di strada e rimontano fino alla quarta posizione. Nella classifica delle vetture di Gruppo 1, successo per Giuseppe Cazziolato ed Emanuela Zago.

Classifica dopo dieci prove speciali: 1. Musti – Granata (Porsche 911 Rs) in 59'37”3; 2. Baggio – Zanella (Lancia Rally 037) a 1’10”6; 3. Corbellini – Corbellini (Porsche 911 Rs) a 1’44”5; 4. Colpani – Quarantani (Porsche 911 Sc) a 2’00”8; 5. Superti - Dell'Acqua (Porsche 911 S) a 3’12”8; 6. Pedretti – Rossi (Fiat 131 Abarth) a 4’16”1; 7. Rimoldi – Mantovani (Porsche 911 S) a 5’06”6; 8.         Cattilino – Sella (Opel Kadett Gt/E) a 5’16”5; 9. Pierucci – Buonamano (Volkswagen Golf Gti) a 5’26”4; 10. Russo – Sammicheli (Porsche Carrera) a 5’54”3.

Calendario 2015: 7 marzo H. Rally delle Vallate Aretine; 11 aprile Sanremo Rally Storico; 3 maggio Rally Campagnolo; 24 maggio H Rally Targa Florio; 21 giugno Rally Lana Storico; 12 luglio Circuito di Cremona; 26 luglio Rally Due Valli Historic; 8 agosto Rally Piancavallo Storico; 30 agosto Rally delle Alpi Orientali H.; 20 settembre Rally Elba Storico

Albo D’Oro: 2014 Nicholas Montini (Porsche 911 RS); 2013 Matteo Musti (Porsche 911 Sc); 2012 Lucio Da Zanche (Porsche 911Rsr); 2011 Lucio Da Zanche (Porsche 911 Rsr); 2010 Marco Savioli (Porsche 911 Rsr); 2009 Salvatore Riolo (Porsche 911 Rsr); 2008 Luisa Zumelli (Porsche 911); 2007 Andrea Polli (Lotus Elan); 2006 Gerri Macchi del Sette (Alfa Romeo SV); 2005 Maurizio Elia (Porsche 911); 2004 Gerri Macchi del Sette (Alfa Romeo 1900 Ti)

Tutti i risultati in diretta, le informazioni e le classifiche complete su www.acisportitalia.it

Fonte  ACI Sport 

1887 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria