Lunedì, 24 giugno 2024 - ore 05.55

Campus di Cremona POLIMI CAMMINARE SU UN FILO DI SETA Ecologia digitale: Per una tecnologia al servizio di persone, società e ambiente

Incontro con la coautrice Stefana Broadbent

| Scritto da Redazione
Campus di Cremona POLIMI CAMMINARE SU UN FILO DI SETA Ecologia digitale: Per una tecnologia al servizio di persone, società e ambiente

Lunedì 13 maggio alle ore 20.45, presso il Cinema Filo di Cremona, Stefana Broadbent, Professore Associato presso il Politecnico di Milano presso nel Dipartimento di Design, presenterà il libro “Ecologia digitale: Per una tecnologia al servizio di persone, società e ambiente”

Questo libro spiega in che modo la rivoluzione digitale impatta su clima, ambiente, lavoratori e società.

Il mondo digitale è meno verde di quello che sembra e questo libro spiega in modo chiaro che il cloud non è tra le nuvole ma in data center che consumano energia e producono CO2 ogni volta che spediamo una mail.

Inoltre, questo libro permette di conoscere e praticare un “consumo critico” della tecnologia, di progettare un web a basso impatto e di prevenire l’e-waste: per un mondo digitale pulito, aperto e rigenerativo.

Ecologia Digitale è il libro perfetto per chi vuole davvero capire che cosa sta facendo quando manda una mail, guarda un video o usa i social.

La prefazione del libro è di Gerry McGovern, considerato tra i “cinque visionari con un impatto fondamentale nello sviluppo del web”.

“Pensavo che il digitale fosse sempre la scelta migliore per l’ambiente. Ero convinto fosse decisamente meglio mandare un email che una lettera. Una lettera di carta emette circa 29 grammi di CO2. Un email ne produce circa 4 di grammi. Avendone la possibilità, dovremmo quindi inviare email. [Ma] ogni giorno mandiamo circa 400 miliardi di email di cui la grande maggioranza è spam. E questo è il problema che sta al cuore del digitale: si tratta del più grande motore di consumo estremo e di sovra-produzione mai inventato. […] Il problema è che gli esseri umani non sono in grado di gestire […] quella velocità. Con il digitale, ci troviamo intrappolati in un mondo di pensatori a breve termine che vendono ininterrottamente desideri superficiali. Non abbiamo bisogno di muoverci così velocemente. Non ci fa bene. Non fa sicuramente bene alla vita sulla Terra”

L’incontro fa parte della rassegna “Camminare su un filo di Seta” che il Polo di Cremona del Politecnico di Milano ha deciso di dedicare alla sostenibilità ambientale ed economica, alla crisi climatica e al consumo critico.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con Comune di Cremona, Città Rurale con il progetto Cremona Urban Bees, Filiera Corta Solidale, Nonsolonoi Altromercato, Slow Food Cremonese, Circolo Vedo Verde Legambiente Cremona e Cai Cremona.

Camminare su un filo di seta significa stare in equilibrio precario, come oggi siamo tutti noi, che ci troviamo a fronteggiare una crisi climatica perdurante da decenni e che sta assumendo contorni via via più foschi, con disastri causati da tempeste improvvise, bombe d’acqua e fenomeni di siccità sempre più frequenti.

Possiamo uscirne? Non pare possibile, però dovremo trovare il modo di adattarci ai cambiamenti climatici, dal momento che stiamo sperimentando in maniera spesso tragica che il clima non si adatta alle nostre abitudini.

Questa rassegna cerca di indagare le molteplici sfaccettature di ciò che mina questo fragile equilibrio, che interessa tutte le attività umane, come una cascata inarrestabile, interferendo con l’ambiente in cui siamo abituati a vivere e che consideriamo immutabile.

L’obiettivo è sensibilizzare la cittadinanza su temi cruciali come l’inquinamento, le migrazioni, la presenza di animali selvatici in ambiti periurbani, il consumo di suolo, l’uso di strumenti informatici, la produzione di cibo e tutte le attività umane che producono diseguaglianze e inquinamento e che sono ad un tempo causa e conseguenza dei cambiamenti climatici.

La rassegna offre spunti di riflessione e suggerisce azioni concrete che ogni individuo può compiere nella vita quotidiana per contribuire a mitigare le diseguaglianze e l’inquinamento: questa serie di eventi eterogenei può ben essere definita come un progetto per la cultura ecologica, un modello di formazione continua informale aperta a tutti e rappresenta un’occasione preziosa per la Città di Cremona per crescere in consapevolezza e responsabilità verso le sfide ambientali e sociali del nostro tempo.

Camminare su un filo di seta, giunta alla sua seconda edizione, ha già riscosso un buon successo di pubblico e critica e ogni evento conferma l’interesse crescente per i temi di grande attualità che la rassegna si propone di affrontare.

Gli appuntamenti sono realizzati nell’ambito della ‘Trama dei Diritti’, lo spazio culturale promosso da CSV Lombardia Sud aperto a tutte le organizzazioni impegnate nella costruzione della cultura dei diritti.

Di seguito il calendario degli altri appuntamenti in programma:

  • - 30 Settembre Incontro con l'autore - Coccodrilli al Polo Nord e ghiacci all'Equatore con Antonello Provenzale
  • - 14 Ottobre Incontro con l'autore - Noi siamo erbacce con Mauro Ferrari
  • - 28 Ottobre Incontro con l'autore - Dalla parte della natura con Francesco Sottile
  • - 18 Novembre Seminario Divulgativo - Climi (Extra)Terrestri: cosa ci insegnano i climi degli altri mondi sul clima della Terra con Michele Maris

Per maggiori informazioni: sito www.polo-cremona.polimi.it, mail eventi-cremona@polimi.it

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

199 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online