Domenica, 22 settembre 2019 - ore 22.34

Coldiretti Cremona: Proseguono gli incontri tra i bambini e gli agricoltori con ‘La Campagna nel mio piatto’

“Dal grano al pane”: agricoltori in classe con il progetto didattico di Campagna Amica

| Scritto da Redazione
Coldiretti Cremona: Proseguono gli incontri tra i bambini e gli agricoltori con ‘La Campagna nel mio piatto’ Coldiretti Cremona: Proseguono gli incontri tra i bambini e gli agricoltori con ‘La Campagna nel mio piatto’

Coldiretti Cremona: Proseguono gli incontri tra i bambini e gli agricoltori con ‘La Campagna nel mio piatto’

“Dal grano al pane”: agricoltori in classe con il progetto didattico di Campagna Amica

Una lezione molto speciale, alla scoperta del grano e del pane, ascoltando gli agricoltori che – con competenza e passione – producono i cibi che portiamo in tavola. “Dal grano al pane” è il titolo degli incontri vissuti nei giorni scorsi (e si prosegue nelle prossime settimane) dagli alunni delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie della provincia di Cremona, nell’ambito del progetto di educazione agroalimentare  “La campagna nel mio piatto”, che sta ulteriormente rafforzando il “filo diretto” tra le aziende agricole di Coldiretti-Campagna Amica e le scuole del territorio.

Il compito di raccontare ai bambini come si coltivano i cereali (con una particolare attenzione per il recupero dei cereali antichi, come il grano monococco, data la vocazione dell’azienda) è stato affidato a Monica Dilda ed Elisa Mignani, dell’azienda agricola ‘Il Campagnino’ di Pessina Cremonese, azienda che da anni si fa apprezzare presso i mercati di Campagna Amica.

La semina, il raccolto, la differenza tra il grano e il mais (esaminando spighe e pannocchie), la molitura del grano (come si faceva un tempo e come avviene ora), la produzione della farina e poi la preparazione dell’impasto da cui nasce il pane. Tanti passaggi, raccontati con semplicità, ripercorsi dai bambini che hanno selezionato i chicchi, hanno contribuito a preparare la farina, poi – rimboccatisi le maniche – hanno lavorato all’impasto, con farina, acqua, lievito e sale.  Non si poteva che concludere la giornata scoprendo il “prodotto finito”, il pane  pronto per essere gustato, un alimento prezioso, che nutre e dà energia, è buono e fa bene (un detto contadino recita “Pane di buon grano, tiene il medico lontano”).

Il progetto di educazione agroalimentare, con le aziende di Campagna Amica in prima linea, prosegue con altre tappe e altri incontri. Il percorso (che ha conquistato un posto nella graduatoria dei progetti di educazione agroalimentare regionali a cui ERSAF partecipa con un cofinanziamento, per conto della Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia) pone come indiscusso protagonista  il cibo, buono e sano, che nasce dalla nostra campagna. “I bambini scoprono come nascono il miele, il pane, la verdura e  frutta di stagione, ma anche la carne, le uova, il latte e i formaggi… tutti i preziosi prodotti delle aziende agricole – spiegano gli agricoltori di Campagna Amica –. Questo avviene a partire dall’incontro in classe fra agricoltori e alunni, dedicato ad un prodotto scelto dai bambini. La tappa successiva è la visita presso il mercato di Campagna Amica, dove gli alunni possono dialogare con tutti i produttori e scoprire i tanti preziosi frutti della nostra agricoltura”.

 

 

 

 

571 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online