Giovedì, 19 settembre 2019 - ore 19.35

Congresso PD Renzi una figura positiva da sostenere di Santo Canale

A pochi giorni dal Lingotto che ha visto protagonista l’ex premier Matteo Renzi a Torino, è giunto il momento di schierarsi anche per Santo Canale, consigliere comunale di maggioranza e membro della segreteria cittadina del Partito Democratico.

| Scritto da Redazione
Congresso PD Renzi una figura positiva da sostenere di Santo Canale

Il consigliere comunale, dopo un’attenta valutazione della proposta politica di tutti i candidati al Congresso, è sceso in campo al fianco di Renzi. Una figura positiva, che mi è sempre piaciuta – afferma Canale – una risorsa per il partito e per il paese che ha dato e ha ancora tanto da dare e che, a mio avviso, ha in se tutte le caratteristiche necessarie per uscire vittorioso dal particolare quanto delicato momento politico che sta attraversando il Partito Democratico. Mancanza di coesione e fragili equilibri interni sono state le peculiarità dell’ultimo periodo.  Certo, un clima non degno di lode per il partito incaricato di guidare il Paese e che dal Congresso si impegna a ripartire: guidato da un leader, sostenuto da una collettività di individui uniti da una visione comune, alla quale poter apportare ognuno la propria esperienza, rendendola complementare a quella degli altri, in un partito che del confronto e dello spirito riformista farà la propria forza.

Canale, nonostante la già predominante prospettiva di sostenere l’ex premier, ha deciso di attendere la tre giorni torinese prima di palesare la propria preferenza. E i temi toccati lo scorso weekend (e anche il boom di partecipanti) non hanno deluso le aspettative: il nodo delle divisioni interne del partito, la sfida di tornare ad essere un partito pensante capace di dialogare e l’eliminazione delle battaglie rancorose verso qualcuno o qualcosa.

Non manca l’invito a fare dell’Europa il vero luogo di battaglia politica, il tema dell’identificazione tra la figura del premier e quella del segretario del partito di maggioranza (come avviene in tutto il resto dell’Europa) e la proposta di lavorare a pieno ritmo sulle tematiche occupazionali piuttosto che su quelle dell’assistenzialismo perché “la rendita non è meglio del lavoro”.

Infine, la necessità di tornare ad una maggiore collegialità, alla condivisione e alla discussione costruttiva, principio che trova immediato riscontro nella figura del Ministro Maurizio Martina che, in rappresentanza della sinistra del partito, correrà in ticket con l’ex premier Renzi.

Trovo che il gemellaggio Martina – Renzi sia la risposta giusta alle criticità del partito – afferma Canale – Non solo apprezzo enormemente la figura politica del Ministro Martina, ma credo che rappresenti il simbolo di una nuova apertura e voglia di comunicare con tutti, non a caso lui stesso prima della scissione ha sempre cercato di fare da ponte interno con la minoranza.

Del candidato Renzi, Canale apprezza la spinta riformista che ha portato al partito (dalle unioni civili alla cooperazione internazionale), la capacità di proporsi come leader in un momento di grande bisogno di rinnovamento e di scrollarsi di dosso i residui di quel conservazionismo che ancora il partito si trascinava, di riportare nelle sedi del Pd la voglia e l’entusiasmo di discutere su temi da tempo abbandonati, riconoscendone tuttavia gli errori (innegabili) ma sottolineando come, alla fine dei conti, l’azione riformista immaginata e perseguita in questo tempo sia servita e serva ancora a questo paese.

“Certo, la sfida è ardua ma credo che Matteo abbia tutte le carte in regola per riconferire una direzione comune al partito e, insieme ad esso, ridare fiducia ad un popolo che ora più che mai chiede alla politica progetti concreti e responsabilità.”

Santo Canale Segreteria Cittadina Pd Cremona e Consigliere Comunale 

655 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online