Sabato, 24 febbraio 2024 - ore 09.36

Convegno mazzolariano “La parola ai poveri”

Giovedì 22 febbraio, ore 21 - Chiesa S. Giuseppe al Cambonino

| Scritto da Redazione
Convegno mazzolariano “La parola ai poveri”

Convegno mazzolariano “La parola ai poveri”

Giovedì 22 febbraio, ore 21 - Chiesa S. Giuseppe al Cambonino

Il prossimo 22 febbraio, alle ore 21 presso la chiesa S. Giuseppe al Cambonino in Cremona, si svolgerà il Convegno “La parola ai poveri”. La serata è organizzata dall’Unità Pastorale “Don Primo Mazzolari”, comprendenti le parrocchie cittadine di S. Ambrogio, Cambonino, Boschetto e Migliaro.

Quello dei poveri è uno dei temi centrali della spiritualità di don Primo Mazzolari.

Chi lo ha conosciuto ricorda la sua attenzione speciale proprio verso i poveri: un’attenzione che diventa impegno personale e richiamo sociale su cui riflettere e levare anche voci di denuncia.

Don Primo prestava molta attenzione che l’impegno sindacale, sociale, politico dei cristiani tenesse conto dei poveri e della loro situazione concreta.

Il titolo del Convegno “La parola ai poveri”, si ispira alla rubrica che negli anni ’40 e ’50 apparve su Adesso, il quindicinale del parroco di Bozzolo, dedicata proprio alla condizione dei poveri e recentemente ripubblicata con una breve ma profonda prefazione di papa Francesco.

L'evento sarà aperto da un primo momento di accoglienza da parte del parroco e moderatore dell’Unità Pastorale, don Paolo Arienti.

A seguire, si collegherà da New York il prof. Stefano Albertini, direttore di Casa Italia, che introdurrà la visione del documentario che Ermanno Olmi realizzò con Corrado Stajano, su proposta della Rai, nel 1967: un docufilm di 25 minuti, che mai la Rai mandò mai in onda, e che la città di Cremona ha la fortuna di vedere per la prima volta, dopo il ritrovamento di alcuni mesi fa, negli archivi dell’emittente di stato.

Interverranno poi don Bruno Bignami, postulatore della causa di beatificazione di don Mazzolari e direttore dell’Ufficio Cei della Pastorale Sociale e del Lavoro, e il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti.

«E’ desiderio condiviso – spiega don Paolo Arienti, moderatore dell’Unità Pastorale – che la memoria di don Primo, di cui il nostro raggruppamento di parrocchie porta il nome, resti viva e spinga il mondo adulto, le comunità cristiane e la società ad una intensa riflessione sulla qualità umana e fraterna del vivere, perché ci sia ancora spazio per un ethos condiviso che parte non da presupposti ideologici, ma dalla concreta carne della gente, delle famiglie e delle relazioni sociali, ed in particolare dalla carne degli ultimi.

Questo, credo, sia un aspetto decisivo del magistero mazzolariano di cui possiamo riappropriarci con cuore libero e mente intelligente, dopo i decenni della contrapposizione e, forse, della non totale buona fede che ne ha oscurato la voce profetica».

L'iniziativa, realizzata grazie alla sinergia tra l’Unità Pastorale “Don Primo Mazzolari”, il Comune di Cremona, La Fondazione Mazzolari di Bozzolo e la Postulazione della Causa di  Beatificazione, sarà aperta a tutti.

204 visite

Convegno mazzolariano “La parola ai poveri”

22 Febbraio 2024 21:00 - 23:00
Cremona

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online