Lunedì, 24 giugno 2024 - ore 05.25

(CR) ELEZIONI AMMINISTRATIVE. CENTRODESTRA: VIRGILIO RINNEGA GALIMBERTI E SE' STESSO

PORTESANI E LA NOSTRA COALIZIONE VERA E UNICA NOVITA’

| Scritto da Redazione
(CR) ELEZIONI AMMINISTRATIVE. CENTRODESTRA: VIRGILIO RINNEGA GALIMBERTI E SE' STESSO

(CR) ELEZIONI AMMINISTRATIVE. CENTRODESTRA: VIRGILIO RINNEGA GALIMBERTI E SE' STESSO, PORTESANI E LA NOSTRA COALIZIONE VERA E UNICA NOVITA’

 “Un antico adagio recita: prendere due piccioni con una fava. Il candidato sindaco per il centro sinistra Andrea Virgilio, nella sua ultima intervista, c’è riuscito perfettamente. Peccato che i due piccioni siano amarissimi: da una parte ha sconfessato il ‘suo’ sindaco Gianluca Galimberti e dall’altra ha riconosciuto, senza fraintendimenti, il suo fallimento nel rapporto con la città e con i cittadini cremonesi”. Lo scrivono in una nota i segretari di FdI, Forza Italia (insieme a UdC, Noi Moderati, PLI), Lega, Pensionati e Novità a Cremona”.

“Virgilio in quel suo ‘dopo Galimberti’ stigmatizza che quanto è accaduto negli ultimi dieci anni è stato pieno di criticità. Ha portato a quel clima di sfiducia e riprovazione nei confronti di questa coalizione. palpabile in tutta la città. Un ‘distinguo’ forte che completa le numerose dissociazioni già palesate nei confronti di Galimberti da parte del suo capolista Luciano Pizzetti. La denuncia di un mancato ‘rapporto sereno’ con Cremona, soprattutto nel secondo mandato, è un’accusa gravissima che, non solo, boccia l’azione amministrativa in corso, ma che rischia di provocare un danno rilevante a livello elettorale a tutto il centrosinista”, prosegue la Nota.

“Ma il candidato Virgilio, non sì è accorto però che, in quella promessa, ha di fatto certificato anche la sua insufficienza azione nel rapporto con la gente”, prosegue il testo  “Ha riconosciuto di non essersi messo sufficientemente in ascolto dei cittadini. Di aver parlato molte volte ex cathedra. Di non essere stato capace di intercettare le vere esigenze della città. Di non aver avuto il coraggio, al momento della candidatura, di dichiarare chiusa la negativa esperienza con Galimberti. Assorbito da progetti faraonici ma senza il consenso popolare e schiacciato da un iperattivismo narcistico  del sindaco uscente: molto lontano dallo spirito del suo Partito Democratico”.

“Non sappiamo bene quali saranno le conseguenze di queste dichiarazioni. Ci domandiamo perché i cremonesi dovrebbero affidarsi a un sindaco che per dieci anni avrebbe subito in silenzio l’azione di una amministrazione alla quale apparteneva come vicesindaco e che oggi rinnega?  Quello di cui siamo però certo è che noi , come centrodestra, abbiamo un candidato come Alessandro Portesani che per la sua radice civica si è messo in ascolto di tutti. Portesani Sta portando avanti un dialogo costante con tutti a immagine e somiglianza dell’ultimo sindaco del centrodestra Oreste Perri che fece di questo metodo la vera cifra del suo mandato. L’unica novità di questa campagna elettorale è rappresentata dall’entusiasmo che si respira nella coalizione di centrodestra, dai tanti giovani, dalle facce nuove che compongono le liste, dalla freschezza della proposta politica”, conclude la Nota.

L'Uffio stampa

Sondaggio: Chi sarà eletto sindaco di Cremona nel giugno del 2024? Partecipa al nostro sondaggio

 

 

 

 

237 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online