Venerdì, 21 gennaio 2022 - ore 16.25

Crema riconosciuta dal MIBACT come ‘Città che legge’

Il Comune di Crema ha ricevuto il riconoscimento del MIBACT - Centro per il libro di "Città che legge". I parametri del servizio biblioteca e delle attività culturali di promozione della lettura hanno consentito di distinguersi tra le migliori città nella categoria delle città sotto i 50 mila abitanti.

| Scritto da Redazione
Crema riconosciuta dal MIBACT  come ‘Città che legge’

Crema riconosciuta dal MIBACT  come ‘Città che legge’

Il Comune di Crema ha ricevuto il riconoscimento del MIBACT - Centro per il libro di "Città che legge". I parametri del servizio biblioteca e delle attività culturali di promozione della lettura hanno consentito di distinguersi tra le migliori città nella categoria delle città sotto i 50 mila abitanti.

Il servizio della biblioteca e le varie attività culturali di sistema vengono premiate dal Centro per il libro e la lettura: per due anni vantaggi nei futuri bandi Anci

Con la partecipazione al bando del MIBACT – Centro per il libro e la lettura apertosi nel marzo 2018 il Comune di Crema ha ottenuto riconoscimento di “Città che legge” per il biennio 2018/2019, assegnato sulla base di una formale richiesta al Ministero, accompagnata da una relazione illustrativa che ha messo in luce tutti i servizi e le attività che il Comune di Crema propone in modo stabile e anche innovativo per la promozione del libro e della lettura.

La comunicazione è giunta al Comune di Crema ieri in serata con la conferma del riconoscimento nazionale per la categoria comuni sotto i 50.000 abitanti. Il Centro per il libro e la lettura valuta diversi parametri ed aspetti che danno conto dell’impegno e degli investimenti in campo culturale delle Amministrazioni con specifico obiettivo di diffondere la lettura ed affermarne l’importanza per la crescita sociale e civile della cittadinanza. I parametri valutati sono, in sintesi, l’efficacia ed efficienza del servizio bibliotecario comunale, e la presenza stabile e consolidata di azioni di sistema finalizzate alla promozione della lettura rivolte a diverse fasce d’età e target differenziati.

“Il riconoscimento di Città che legge”, commenta l’assessore alla Cultura, Emanuela Nichetti, “era un obiettivo strategico  delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo di questa Giunta. Crema ha messo in luce una serie di appuntamenti ormai tradizionali curati dalla biblioteca e in collaborazione con altre importanti realtà”.

D’ora in avanti, per due anni, il Comune potrà utilizzare nelle sue comunicazioni anche il logo ufficiale di “Città che legge”.

LE INIZIATIVE CITATE

Inchiostro Festa di autori, lettori ed editori. Festival letterario. Iniziativa congiunta fra biblioteca, librerie, editori. (prima edizione 2018)

I Manifesti di Crema. Rassegna di incontri con autori di fama nazionale (giugno-ottobre).

I giovedì della biblioteca. Rassegna di incontri con autori locali. Rassegna di promozione degli autori locali organizzata dalla biblioteca comunale (ottobre-maggio).

Altrestorie. Festival dei lettori e dei libri per ragazzi. Festival organizzato dal Comune di Crema con il coinvolgimento delle scuole, autori per ragazzi, e librai della città e biblioteca comunale.

L'ora della fiaba in biblioteca Rassegna di promozione alla lettura rivolta ai bambini della scuola dell'infanzia e primaria organizzata dalla Biblioteca ogni giovedì pomeriggio da ottobre ad aprile.

Storie di Città/Future Rassegna di promozione alla lettura che affronta ogni anno temi nuovi in collaborazione con Quarta di copertina.

 

IL SIGNIFICATO DEL RICONOSCIMENTO

Il Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani,  attraverso la qualifica di Città che legge ha deciso di promuovere e valorizzare quelle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (Libriamoci, Maggio dei libri, In vitro), si impegna a promuovere la lettura con continuità anche attraverso la stipula di un Patto locale per la lettura che preveda una stabile collaborazione tra enti.

CREMA – 30 MAGGIO

 

2552 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online