Domenica, 20 ottobre 2019 - ore 06.05

Cremona A2A-LGH- Rifondazione Comunista: le giustificazioni della Giunta non reggono

Leggere le giustificazioni della maggioranza che governa Cremona sulla vicenda A2A-LGH, sembra quasi di sentire un disco rotto. Sono le stesse di un anno fa, esattamente uguali a quelle usate nel consiglio comunale del 4 aprile 2017.

| Scritto da Redazione
Cremona A2A-LGH- Rifondazione Comunista: le giustificazioni della Giunta non reggono

Cremona A2A-LGH- Rifondazione Comunista: le giustificazioni della Giunta non reggono

Leggere le giustificazioni della maggioranza che governa Cremona sulla vicenda A2A-LGH, sembra quasi di sentire un disco rotto.  Sono le stesse di un anno fa, esattamente uguali a  quelle usate nel consiglio comunale del 4 aprile 2017.

Sostengono che trattavasi  e trattasi dell'unica scelta che avrebbe mantenuto lavoro, sviluppo e territorialità dei servizi, glissando sul fatto che loro,  alfieri e fautori del mercato, hanno violato le regole della concorrenza e quelle dello Stato. E non l'hanno fatto quali cittadini qualunque, ma quali amministratori di un Comune.

Un ente non qualsiasi, ma che emana regolamenti e atti dispositivi nei confronti di chi amministra e  che nella persona del Sindaco è anche ufficiale di governo (lo Stato italiano).

Certo parlare di posti di lavoro e sviluppo colpisce di più e fa pensare,  a chi non è addetto ai lavori,  che insomma val bene la pena di fare una trasgressione se il risultato è questo.

Ma c'è davvero qualcuno che pensa che i posti di lavoro e lo sviluppo si potevano salvare  solo così?

Stiamo forse parlando di  aziende o ditte che producono abbigliamento, auto, piccoli elettrodomestici, ecc., prodotti fabbricabili in qualunque parte del mondo o di Società che gestiscono servizi quali luce, gas e rifiuti che non si possono, per fortuna,  delocalizzare?

C'è davvero qualcuno che pensa che A2A  abbia investito acquistando LGH per  fare beneficienza e non piuttosto per conseguire un'altra fetta di mercato?

Chi può fare a meno di luce e gas? A chi non serve il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti?

Noi non siamo per la privatizzazione dei servizi, non vogliamo che i bisogni ed i diritti delle persone diventino occasioni di lucro e di guadagno per pochi e a suo tempo abbiamo proposto una soluzione che davvero avrebbe salvato  AEM per come l'avevano conosciuta generazioni di Cremonesi.

Peccato che si sia voluta percorrere fino in fondo la via aperta dalla Giunta Perri, quella della privatizzazione totale e completa dei nostri servizi e ancor più peccato che la Giunta Galimberti  abbia completato l'opera aggirando le regole del gioco, come   la delibera dell'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC)  ha rilevato.

Partito della Rifondazione Comunista Cremona

 

 

527 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online