Lunedì, 06 aprile 2020 - ore 13.54

Cremona: al Teatro Monteverdi il reportage 'A Dachau, tra gli orrori nazisti'

Mercoledì 24 ottobre alle 21 l'esperienza degli studenti cremonesi al Viaggio della Memoria 2018.

| Scritto da Redazione
 Cremona: al Teatro Monteverdi il reportage 'A Dachau, tra gli orrori nazisti'  Cremona: al Teatro Monteverdi il reportage 'A Dachau, tra gli orrori nazisti'

L’esperienza degli studenti cremonesi che, lo scorso aprile, hanno partecipato al Viaggio della Memoria al campo di concentramento di Dachau, in Germania, nell'ambito del progetto 'Essere cittadini europei – Percorsi per una Memoria Europea Attiva', sarà rivissuta mercoledì 24 ottobre, alle ore 21, al Teatro Monteverdi (via Dante, 149). L’iniziativa è promossa dalla Rete Scuole Superiori della Provincia di Cremona, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Cremona.

Sarà proiettato il reportage Aprile 2018 – A Dachau, tra gli orrori nazisti, curato dal giornalista Simone Bacchetta e prodotto da Cremona 1TV, reportage che ha ottenuto riconoscimenti a livello nazionale.

Sono previsti interventi di rappresentanti delle istituzioni cittadine e di Roberta Mozzi, Dirigente scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani” di Cremona, capofila della Rete Scuole Superiori, nonché testimonianze degli studenti che hanno partecipato al Viaggio.

Ilde Bottoli, referente storico-scientifico del progetto, coordinerà la serata ed illustrerà alcune novità relative al prossimo anno.

527 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Confartigianato Cremona Premio Letterario 2020 ‘Paolo BRIANZI’  6° Edizione

Confartigianato Cremona Premio Letterario 2020 ‘Paolo BRIANZI’ 6° Edizione

La CONFARTIGIANATO e l’ANAP-ANCOS di Cremona, con la collaborazione di Rosa Maria e Paola Brianzi, INDICONO la sesta edizione del “Premio Letterario Paolo Brianzi (1887-1965)”, promosso col nome e nel ricordo del noto veterinario di fama internazionale, studioso della razza canina dello “spinone italiano”, ed altresì stimato nel contado cremonese quale raccoglitore di proverbi del dialetto locale.