Venerdì, 18 giugno 2021 - ore 20.33

Cremona Ripresa attività didattica presenza: gradualità, monitoraggio trasporti

Questa la scelta presa al tavolo di coordinamento presieduto dal Prefetto

| Scritto da Redazione
Cremona Ripresa attività didattica presenza: gradualità, monitoraggio trasporti

Cremona Ripresa dell’attività didattica in presenza: gradualità, monitoraggio dei trasporti

Questa la scelta presa al tavolo di coordinamento presieduto dal Prefetto

Cremona, 3 febbraio 2021 - Al tavolo presieduto dal Prefetto di Cremona Vito Danilo Gagliardi sul coordinamento del trasporto scolastico, tenutosi oggi, per il Comune di Cremona hanno partecipato le assessore Maura Ruggeri e Simona Pasquali. Le scuole secondarie di secondo grado hanno già ripreso dal 25 gennaio la didattica in presenza nelle scuole con una percentuale del 50%. La scelta è stata di mantenere la percentuale del 50% di presenza perlomeno fino a marzo per la realtà scolastica cremonese e casalasca. Questo consente infatti di accompagnare il rientro con un attento monitoraggio dell’effettivo utilizzo del trasporto scolastico e di verificare così la possibilità, con ulteriori dati a disposizione, di aumentare progressivamente la didattica in presenza, garantendo sicurezza sui mezzi e mantenendo un unico turno d’ingresso e di uscita dalle scuole.

La scelta è in linea con il DPCM del 14 gennaio che introduce un criterio di gradualità nel rientro, indicando una percentuale che va da un minimo del 50% fino ad un massimo del 75% degli studenti, ma senza stabilire vincoli rigidi circa la tempistica di aumento della frequenza.

Due sono gli aspetti importanti per l’Amministrazione Comunale sul rientro in presenza: il costante monitoraggio dei trasporti nel rispetto della sicurezza sui mezzi di trasporto e, come già posto all’attenzione di ATS Val Padana, la prevenzione dei contagi in ambito scolastico, attraverso lo screening periodico con tamponi rapidi, come già sta avvenendo in alcune regioni.

Al riguardo ATS ha risposto che è di prossima emanazione una delibera della Giunta regionale che potrebbe prevedere accordi con le farmacie per la somministrazione periodica di test rapidi al personale della scuola e agli studenti.

“Monitoreremo con attenzione la situazione sempre in stretto contatto con gli organismi preposti. Il fatto che le nostre ragazze e i nostri ragazzi possano tornare a scuola è un fatto importantissimo per cui il sistema territoriale si è sempre impegnato. Vigiliamo sulla sicurezza e l’impegno di ognuno, anche quello personale, e il rispetto delle regole potranno permettere ai nostri giovani di continuare a vivere la fondamentale esperienza della scuola in presenza”, dichiarano al riguardo le Assessore Ruggeri e Pasquali.

249 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online