Martedì, 28 settembre 2021 - ore 10.00

Degli Angeli e Fiasconaro (M5s Lomb) Verso un’unica Asst Oglio Po

“Non faremo sconti. Il territorio del Casalasco e del Viadanese devono restare uniti” "In Consiglio regionale non faremo sconti”.

| Scritto da Redazione
Degli Angeli e Fiasconaro (M5s Lomb) Verso un’unica Asst Oglio Po

Verso un’unica Asst Oglio Po, ma senza divisione territoriale. Degli Angeli e Fiasconaro (M5s Lomb)

“Non faremo sconti. Il territorio del Casalasco e del Viadanese devono restare uniti” "In Consiglio regionale non faremo sconti”.

Lo asseriscono in modo perentorio i consiglieri del M5s Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro, i quali raccolgono le preoccupazioni del territorio circa la possibilità, paventata durante il consiglio di rappresentanza dei sindaci dell’Ats Valpadana, di dividere il distretto di Casalmaggiore da quello di Viadana.

Secondo i consiglieri pentastellati di Regione Lombardia, l’ambito distrettuale CasalascoViadanese, già consolidato nel 2019 in area territoriale socio sanitaria, deve essere necessariamente compreso sotto un’unica ASST (Oglio Po), dotata di autonomia dal punto di vista della programmazione e dal punto di vista economico-finanziario.

 “La questione è molto semplice”, incalza Degli Angeli: “Il governo di Regione Lombardia sta cercando di distruggere il territorio Oglio Po per farlo diventare periferia delle province di Mantova e di Cremona. Ma la verità storica è che il territorio Oglio Po, con i suoi comuni del viadanese e del casalasco, è un'area omogenea con peculiarità uniche”.

Dello stesso avviso è il consigliere Fiasconaro: “Dividere Viadana e Casalmaggiore significa l'inizio della fine con servizi socio sanitari sempre più depotenziati e l'annunciato declino dell'Oglio Po”. Aggiungono Degli Angeli e Fiasconaro: “Basterebbe rispettare la storia del nostro territorio e le esigenze della Cittadinanza. Noi lo ripetiamo ormai dal 2014: è necessaria l’istituzione di una ASST Oglio Po autonoma che possa gestire scelte strategiche per il territorio e poi finanziarle”. Una proposta che, a onor di cronaca, è stata accolta favorevolmente dal Consiglio regionale della Lombardia quando, in fase di assestamento al bilancio di luglio 2020 con l’Odg 1061 a prima firma Degli Angeli - Fiasconaro, il Consiglio ha deliberato di istituire due ATS distinte per Mantova e Cremona e di una nuova ASST per il territorio casalasco e viadanese.

Aggiungono i consiglieri pentastellati: “Per questo motivo, la stessa proposta sostenuta dal comitato e diffusa con nota Stampa nella giornata di ieri, deve essere abbracciata da sindaci e da tutte le forze politiche senza indugi. Il momento giusto è adesso e non ci possono essere rinvii o tentennamenti da parte della Giunta regionale e del Consiglio lombardo, soprattutto considerato che, chi in consiglio regionale prima si era dimostrato titubante, ora sostiene convintamente la causa”.

Concludono Degli Angeli e Fiasconaro: “Non accettiamo compromessi! Negli scorsi anni tutte le forze politiche hanno promesso maggiori attenzioni alla Sanità del nostro territorio. Ora è giunto il momento dei fatti e non degli inganni semantici o degli annunci a salve.

A settembre faremo sentire la nostra voce in aula e in commissione, e ci aspettiamo un fronte comune anche da parte dei sindaci del territorio: nel caso i 2 territori venissero divisi, sarà chiara la responsabilità politica”.

vedi allegati

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

201 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online