Martedì, 20 agosto 2019 - ore 00.19

Due appuntamenti con l’eccellenza dell’editoria ebraica italiana alla Sinagoga e Museo Ebraico Fausto Levi di Soragna

17 marzo ore 16.30: Il Profumo dell’Eden: un viaggio nella mistica ebraica attraverso l'olfatto. 7 aprile ore 16.30: Piccola Autobiografia di mio padre, omaggio di un figlio che non sapeva che il padre fosse nella lista di Schindler.

| Scritto da Redazione
Due appuntamenti con l’eccellenza dell’editoria ebraica italiana alla Sinagoga e Museo Ebraico Fausto Levi di Soragna

Dopo la chiusura della mostra la Persecuzione degli Ebrei in Italia, che ha catalizzato un gran numero di visitatori nelle domeniche di febbraio e attirato l’attenzione di gruppi scolastici giunti apposta anche da fuori regione, la Sinagoga e Museo Ebraico Fausto Levi di Soragna inaugura la stagione primaverile di incontri culturali.

A marzo ed aprile saranno due gli appuntamenti in collaborazione con l’eccellenza dell’editoria ebraica italiana, la Casa Editrice Giuntina di Firenze. Si parte domenica 17 marzo con il Profumo dell’Eden, Odori, spezie, idolatria nella mistica ebraica di Matteo Corradini. Giornalista e scrittore, egli presenterà a Soragna il suo ultimo lavoro: un viaggio attraverso incensi sacri, spezie rare, tentazioni idolatriche, vino, luci, animali fantastici, colori da annusare e profumi da vedere. Una ricerca dove le tradizioni ebraiche e i percorsi mistici vengono riletti attraverso il senso dell’olfatto e narrati tramite odori reali e simbolici, per giungere a un matrimonio tra cieli e terra, là dove il naso conta più degli occhi e gli esseri umani profumano di paradiso.

Gli incontri continuano il 7 aprile con Daniel Vogelmann, autore del testo Piccola Autobiografia di mio padre. “Mio padre Schulim mi ha sempre raccontato poco della sua vita, e non solo riguardo alla sua prigionia ad Auschwitz. Certe cose, poi, le ho sapute soltanto molti anni dopo la sua morte, come, per esempio, che c’era anche lui nella lista di Schindler. E io, purtroppo, non gli ho mai chiesto nulla, anche perché è morto quando avevo solo ventisei anni. Qualcosa, però, è giunto miracolosamente fino a me, e così ho scritto questa piccola autobiografia per le mie nipotine. Ma non solo per loro”.

Daniel Vogelmann, nato a Firenze il 28 maggio 1948, nel 1980 fonda la Casa Editrice Giuntina, la cui prima pubblicazione nella collana «Schulim Vogelmann», dedicata alla memoria del padre, fu La notte, del premio Nobel Elie Wiesel (tradotta dallo stesso Vogelmann), a cui negli anni si sono aggiunti più di 700 titoli sulla cultura ebraica.

Alle presentazioni saranno presenti gli autori.

Nel Mese di aprile la Sinagoga e Museo Ebraico Fausto Levi sarà aperto con orario esteso: dal martedì al venerdì 10:00-12:00 - 15:00-17:00; Domenica 10:00-12:00 - 14:30-17:30.

383 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online