Martedì, 23 luglio 2024 - ore 23.43

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: VIRGILIO, I PRIMI 100 GIORNI

I primi cento giorni della nuova amministrazione, se sarà targata Andrea Virgilio, saranno fondati sulla partecipazione e su interventi concreti.

| Scritto da Redazione
ELEZIONI AMMINISTRATIVE: VIRGILIO, I PRIMI 100 GIORNI

CS ELEZIONI AMMINISTRATIVE: VIRGILIO, "GLI INTERVENTI DEI PRIMI CENTO GIORNI E L'ASCOLTO DEI CITTADINI"

Si deciderà insieme e lo si farà con i cittadini. I primi cento giorni della nuova amministrazione, se sarà targata Andrea Virgilio, saranno fondati sulla partecipazione e su interventi concreti. A spiegarlo il candidato sindaco del centrosinistra Andrea Virgilio che, oltre a marcare il percorso, chiarisce anche quello che sarà il metodo. 

Saranno i residenti, i comitati di quartiere, i negozianti, le categorie, le imprese e le associazioni la voce al centro. L'amministrazione avvierà confronti con i cittadini per decidere e valutare insieme quali saranno le azioni da realizzare. Una percorso partecipato che non lascerà indietro nessuno: dal centro storico, ai quartieri di periferia. Nessuno escluso. 

Chiarissimi, fin da ora, gli obiettivi. “Innanzitutto – ha spiegato Virgilio - voglio aprire un percorso partecipato per decidere insieme con i cittadini come e in quali interventi di carattere ambientale investire i 2 milioni e mezzo di euro versati al Comune da Tamoil. Seconda priorità sarà studiare, anche all'interno e con la collaborazione del Distretto Urbano del Commercio, un progetto per la riqualificazione di piazza Roma che dovrà essere sempre di più il cuore verde e aggregativo del nostro centro storico, con un presidio della polizia locale e un'area giochi più accogliente per famiglie e bambini”.

Nei primi cento giorni ci sarà anche il nodo Via Giordano. “Trovare con i residenti una soluzione che alleggerisca l'arteria dal traffico continuo di auto e individuare i fondi per la sua riqualificazione, anche a step e anche attraverso la progettazione di piantumazioni e di elementi di rigenerazione ambientale – ha aggiunto Virgilio - non può più essere rimandato. La questione via Giordano è spinosa ed è decennale: ora va risolta, vanno individuate le risorse e vanno valutate le richieste. Il comparto cambierà volto e lo faremo mettendo a terra azioni concrete, che vengano incontro ai reali bisogni del quartiere”. 

Virgilio, nell'agenda programmatica dei primi cento giorni, metterà anche la rimodulazione del traporto pubblico locale: “Andremo a definire le nuove linee del trasporto pubblico anche alla luce della nuova gara che potrà comportare per il Comune nuove risorse da investire su un miglior collegamento del centro storico con le periferie, con l'ospedale e con la nostra casa di risposo”. 

Altra priorità sarà la sicurezza: “Voglio più presidio degli agenti della polizia locale nei quartieri. “Per farlo – ha detto - proseguiremo con le assunzioni di agenti, che potranno così essere più presenti anche nelle fasce serali e notturne, continueremo a investire nell'acquisto di nuove tecnologie e miglioreremo l'illuminazione pubblica in piazze e luoghi nevralgici della città”. 

Se questi sono gli impegni, decisivo sarà però il metodo. “I cittadini per me saranno gli interlocutori. La prima cosa che farò da sindaco – ha concluso Virgilio - sarà aprire tavoli e momenti di confronto per individuare insieme le questioni sulle quali bisogna innanzitutto intervenire. Penso che ci sia un solo modo per ricambiare la fiducia degli elettori: l'ascolto. E questo, se sarò eletto, sarà per tutta la durata del mandato il mio approccio”. 

 

266 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online