Venerdì, 21 giugno 2024 - ore 06.22

Giornata Mondiale Terra: progetto Scuola Ostiano, Coldiretti Cremona

Sui canali social del Ministero il percorso “Giovani agricoltori crescono”

| Scritto da Redazione
 Giornata Mondiale Terra:  progetto  Scuola Ostiano, Coldiretti Cremona  Giornata Mondiale Terra:  progetto  Scuola Ostiano, Coldiretti Cremona

 Giornata Mondiale della Terra: il Ministero dell’Istruzione la celebra raccontando il progetto che unisce Scuola di Ostiano, Comune e Coldiretti Cremona

Sui canali social del Ministero il percorso “Giovani agricoltori crescono”

Nella Giornata Mondiale della Terra - che si celebra il 22 aprile, promossa dalle Nazioni Unite - il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha voluto rendere noto, sui propri social, un esempio virtuoso di cura e attenzione al pianeta da parte di alunni e insegnanti. Un esempio che nasce in terra cremonese e che ha per protagonisti ragazze e ragazzi della Scuola secondaria di Ostiano e dell’Istituto Comprensivo di Vescovato.  

“La scuola secondaria Don G. Portioli di Ostiano e l’IC Ugo Foscolo di Vescovato – si legge sui canali social del Ministero – hanno realizzato un’iniziativa dal titolo “Giovani agricoltori crescono: un progetto di ricerca sull’agricoltura rigenerativa”. Studentesse e studenti si impegneranno a coltivare un campo di quasi tre pertiche grazie a tecniche innovative, come l’installazione di una sonda che misura l’umidità del terreno e un’App che monitora il fabbisogno idrico. L’obiettivo? Educare i ragazzi ad avere cura della terra, del territorio, del nostro paese prettamente rurale, come spiegano i docenti. Se si impara a rispettare l’ambiente nel nostro piccolo, si crea un pensiero che va oltre il contingente”.

Grandissima la soddisfazione per questo importante riconoscimento, vissuto con entusiasmo dalle tante realtà che – insieme, in un percorso di “scuola di comunità” – stanno dando vita al progetto.

Accanto agli alunni delle classi seconde della Scuola Secondaria di Primo grado di Ostiano, guidati dalla loro insegnante Simona Pilotti e sostenuti dalla dirigente scolastica Paola Bellini, ci sono tanti attori co-protagonisti. C’è il Comune di Ostiano, che ha affidato alla scuola in comodato gratuito il terreno per i prossimi tre anni. C’è Coldiretti Cremona, che con il progetto-scuola è al fianco degli alunni, nell’impegno di trasmettere il valore dell’agricoltura, del lavoro agricolo, dello sviluppo sostenibile. Ci sono gli agricoltori del territorio, che stanno affiancando e supportando i ragazzi nel lavoro in campo. C’è Casalasco Società Agricola, che assicura gli strumenti tecnologici (come drone e sonde) che consentono di analizzare il terreno, verificandone le caratteristiche. Tra i “tutor” che affiancano gli alunni, oltre a Mattia Damiani, tecnico di Casalasco Società Agricola, c’è Elisa Mignani, imprenditrice agricola dell’azienda Il Campagnino di Pessina Cremonese, che ha consegnato ai ragazzi le sementi aiutandoli nella scelta dei semi più adatti e nella gestione del campo. In prima linea anche Cristian Brignani, al fianco dei ragazzi nei lavori, a cominciare dall’aratura e dalla semina.

La cura del campo è iniziata. Il taglio del nastro, rigorosamente tricolore, è avvenuto ad inizio marzo, quando le alunne e gli alunni delle classi seconde della Scuola Secondaria di Primo grado di Ostiano hanno ufficialmente dato avvio ai lavori che li vedono ora impegnati a coltivare ortaggi e cereali nel campo ricevuto dal Comune. Il lavoro è iniziato con l’aratura, spostando le prime zolle e raccogliendo il terreno, così da analizzarlo. E’ proseguito con la semina, con la cura delle pianticelle che stanno crescendo, con l’introduzione e l’utilizzo di strumenti tecnologici, che consentono il risparmio d’acqua, la lotta biologica ai parassiti, le migliori scelte agronomiche. Tra le operazioni compiute, anche la coltivazione dei fiori e la liberazione dei bombi, per aiutare l’impollinazione. E il posizionamento della sonda, che consente di monitorare i dati di acqua e umidità. Il tutto viene poi analizzato in classe. E i dati raccolti aiutano gli alunni  a compiere le corrette scelte agronomiche. 

L’attenzione e il plauso che oggi giungono dal Ministero dell'Istruzione sono una “medaglia al merito” importante, per quanti stanno credendo e contribuendo a questa preziosa “scuola di agricoltura, di tutela dell’ambiente e di comunità”. 

“Crediamo fermamente che rendere i ragazzi protagonisti del loro sapere sia la strada giusta per crescere futuri adulti consapevoli – spiega l’insegnante Simona Pilotti –. Arare, seminare e curare il campo che è stato loro affidato,  li rende responsabili del loro lavoro: comprendono quanto sia importante accudire la Terra e i suoi frutti . Seguire i tempi della Natura li aiuta ad aspettare, a non avere tutto e subito. Dividere le varie mansioni li porta a capire quanto sia importante il lavoro di squadra.  Attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie imparano a monitorare l'utilizzo dell'acqua per non sprecare questo bene prezioso. Tutto questo crea un senso di appartenenza per tutta la comunità che insieme sta imparando a trovare soluzioni per rispettare la nostra Terra”.

 Grande soddisfazione per l’importante riconoscimento viene espressa da  Paola Bono, direttore di Coldiretti Cremona. La sinergia con la scuola di Ostiano è un altro importante tassello del progetto-scuola che Coldiretti sta portando nelle scuole del territorio. “E’ un progetto nel quale crediamo fortemente, che avvicina gli studenti, con le loro famiglie e con l’intera comunità, all’agricoltura, al lavoro degli imprenditori agricoli, alla cura dell’ambiente, in una provincia che è particolarmente vocata all’agricoltura e all’allevamento - spiega -. Il nostro progetto, che nasce dalla collaborazione tra Coldiretti e Ministero dell’Istruzione, è un investimento sul futuro del nostro territorio e del nostro Paese. Insieme ai numerosi studenti che incontriamo, ai loro insegnanti e alle loro famiglie, stiamo coltivando il futuro”.

 RELAZIONI ESTERNE COLDIRETTI CREMONA

726 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online