Lunedì, 13 luglio 2020 - ore 22.39

Gualtieri: ''A gennaio economia in ripresa''

Gualtieri: ''Quota 100 un regalo solo per pochi''

| Scritto da Redazione
Gualtieri: ''A gennaio economia in ripresa''

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, dichiara ad Omnibus su La7 che a gennaio dagli indicatori economici emerge "una situazione di ripresa". "A gennaio - sottolinea il ministro - la produzione industriale e il Pil dovrebbero salire. Parliamo di un rimbalzo e siamo fiduciosi che l'economia possa ripartire". Insomma, il governo predica ottimismo e replica a chi sostiene che l’esecutivo voglia fare cassa vessando gli italiani tramite l’IVA. "Noi - aggiunge Gualtieri - pensiamo di disattivare le clausole di salvaguardia che abbiamo ereditato e ridotto. Stiamo lavorando a una riforma fiscale che però è concentrata sull'Irpef. Non e' nostra intenzione fare cassa sull'Iva, non ci saranno aumenti, al massimo qualche rimodulazione".

Lo stesso presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha più volte parlato di una profonda riforma fiscale, ma al momento la maggioranza è alle prese con le tensioni causate dal nodo prescrizione. "Vogliamo intervenire sull'Irpef e ridurre la pressione fiscale anche con una semplificazione - prosegue Gualtieri - Abbiamo un trend della finanza pubblica positivo ed entrate fiscali in crescita. Stiamo facendo una riforma per ridurre la pressione fiscale, è prematuro dire quanto. Intanto siamo riusciti a ridurre le tasse a 16 milioni di persone".

In merito alla produzione industriale, in calo nell’ultimo trimestre 2019, Gualtieri evidenzia che i provvedimenti dal governo "entrano in vigore a gennaio", ragion per cui non è possibile ancora vederne gli effetti, ma ci vorrà un po’ di tempo. Sulle pensioni, invece, il ministro aggiunge che "siamo impegnati in tavoli di lavoro con i sindacati. Abbiamo discusso attivamente con le parti sociali tante misure". Bocciata Quota 100, approvata anche da una parte dell’attuale maggioranza: "Salvini ha fatto un simpatico regalo agli italiani, ha speso tantissimi soldi per una platea limitata di persone, ma poi finisce e lascia uno scalone e tanti problemi. La questione di come migliorare il sistema pensionistico è molto seria, per questo il ministro Catalfo tiene dei tavoli di lavoro molto approfonditi. Dobbiamo affrontare la situazione che si creerà dopo quota 100, garantendo l'equilibrio della finanza pubblica. Si faccia un lavoro serio e approfondito, anche con i sindacati, e si tireranno le somme in un quadro generale. Il mio invito - conclude - è ridurre gli annunci, rimboccarsi le maniche e lavorare insieme".

199 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online