Domenica, 23 giugno 2024 - ore 10.02

IDROGENO: LEGAMBIENTE, FINISCE SU UN BINARIO MORTO LA GARA | Dario Balotta

INDETTA DA FERROVIE NORD MILANO PER L'IMPIANTO DI BRESCIA

| Scritto da Redazione
IDROGENO: LEGAMBIENTE, FINISCE SU UN BINARIO MORTO LA GARA | Dario Balotta

IDROGENO: LEGAMBIENTE, FINISCE SU UN BINARIO MORTO LA GARA | Dario Balotta 

INDETTA DA FERROVIE NORD MILANO PER L'IMPIANTO DI BRESCIA



Il progetto pomposamente definito da Regione “H2iseO Hydrogen Valley: una catena del valore industriale italiana basata sull’idrogeno per un

sistema di mobilità sostenibile sulla linea ferroviaria non elettrificata Brescia-Iseo-Edolo” finisce su un binario morto.

La prima gara finanziata dal PNRR e indetta dalle Ferrovie Nord per l'impianto di progettazione, realizzazione e distribuzione di idrogeno

per treni sito a Brescia (stazione Borgo S.Giovanni) è andata a vuoto. Nonostante l'appetibile base d'asta, di 29,8 milioni di euro, nessuna

impresa ha avanzato una offerta e la stessa sorte avrà l'impianto di Edolo finanziato sempre con il PNRR. Ciò dimostra che non basta avere

i fondi europei per fare dei progetti di qualità solo sulla carta e falsamente grenn. E' noto infatti che per la produzione dell'idrogeno

(grigio) occorrerà l'uso del metano che produrrà co2 in atmosfera con effetti inquinanti che si dice di voler evitare.

Questo è uno dei tanti progetti “strategici” del PNNR bocciati dal mercato fatti solo per accaparrarsi le risorse europee. Un nuovo ritardo del progetto

visto che i treni ad idrogeno ordinati dall'Alstom (costano quasi il triplo di quelli elettrici) dovevano già arrivare nel settembre scorso

e ad oggi non se né visto ancora uno. Si apprende inoltre da rumor aziendali che l'impianto d'Iseo in costruzione con risorse regionali

non sarà di produzione dell'idrogeno ma solo di stoccaggio e il deposito verrà rifornito da camion cisterna. Tutto questo mentre i

cittadini di Iseo aspettano da FNM e dal Sindaco una approfondita e realistica informazione sui rischi per la sicurezza dei residenti del

quartiere di Via Mier. Motivo per il quale lunedì prossimo consegneranno una petizione in Comune organizzata da legambiente,

comitato per l'Ospedale e dal consorzio dei campeggiatori sottoscritta da alcune centinaia di residenti.

Chiediamo che venga rivisto il progetto considerando che l'idrogeno per i treni ha una bassa efficienza energetica e che i costi di gestione saranno doppi di

quelli attuali sulla linea Brescia Edolo.



Dario Balotta

presidente del circolo basso Sebino



Iseo 

610 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online