Lunedì, 17 giugno 2019 - ore 18.46

Ieri a Cremona Una grande festa del salame di Giorgio Barbieri

E assalto agli stand del salame con continui rifornimenti di prodotti sul banco. Poi qualcuno continua a dire che Cremona è una città morta

| Scritto da Redazione
Ieri a Cremona Una grande festa del salame di Giorgio Barbieri

Ieri a Cremona Una grande festa del salame di Giorgio Barbieri

E assalto agli stand del salame con continui rifornimenti di prodotti sul banco. Poi qualcuno continua a dire che Cremona è una città morta

Sono rientrato da un giretto in centro. Strade piene di gente, bancarelle prese d'assalto, la banda con gli sbandieratori. Ho chiesto ad un commerciante con la bancarella in piazza Stradivari quattro bottiglie di vino piacentino (10 euro in tutto) e lui mi ha risposto che dovevo accontentarmi di quello che era rimasto perchè aveva venduto praticamente quasi tutto. 'E' la prima volta che mi capita di essere costretto a chiudere alle cinque e mezza perchè ho esaurito anche le scorte' - mi ha detto. Stessa frase sentita dalla venditrice di anolini e pasta fresca. E assalto agli stand del salame con continui rifornimenti di prodotti sul banco. Poi qualcuno continua a dire che Cremona è una città morta, che non si fanno affari, che la gente non spende, che il centro senza auto non invoglia. E' davvero così?

726 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online