Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 10.38

Il PD Lombardo presenta a Cremona il suo progetto di riforma sanitaria (video)

Il PD vuole un percorso di condivisione al termine sarà depositata la proposta di legge.

| Scritto da Redazione
Il PD Lombardo presenta a Cremona il suo progetto di riforma sanitaria (video)


Il gruppo regionale del Partito Democratico, guidato dal consigliere Agostino Alloni, nella giornata di lunedì 14 luglio a  Cremona e poi a Cremona  per la prima tappa di un tour che lo porterà in tutte le province lombarde a illustrare la propria proposta di riforma della sanità regionale, quanto mai necessaria dopo la stagione di scandali di cui è stata protagonista negli ultimi anni.

All’appuntamento di Cremona erano presenti: 

-Agostino Alloni , Consigliere Regionale Cremonese del PD;

-Alessandro Alfieri, segretario regionale PD

-Sara Valmaggi, vicepresidente del Consiglio regionale

-Carlo Borghetti, capodelegazione in commissione sanità

 “La sanità lombarda va certamente riformata – spiega Alloni - e oggi lo sostiene anche il centrodestra, che finalmente sta abbozzando alcune ipotesi concrete di lavoro. Noi abbiamo formulato nostre proposte precise che ora vogliamo presentare a tutti gli operatori per avere suggerimenti e anche critiche, se ci saranno. Vogliamo un percorso di condivisione, al termine del quale depositeremo il nostro progetto di legge”. Nel video alcuni spezzoni della presentazione

Riprese di Gian Carlo Storti, welfarecremonanetwork.it, Cremona 14 luglio 2014

Nella foto da sinistra: Alloni, Alfieri, Valmaggi e Borghetti

-------------------

In allegato le diapositive presentate all'iniziativa

------------------

Riforma sanità in Lombardia: il PD a Cremona presenta la sua proposta Equità nei ticket, Assessorato unico e intrecciamento con altre politiche tra le proposte dei democratici lombardi. Proposta l'evoluzione delle ASL a ASST per coinvolgere territori, comuni e Città Metropolitana

CREMONA - Centralità del cittadino, universalità, equità, contrasto alle diseguaglianze, presa in carico per tutti e continuità assistenziale, ma anche prevenzione, libera scelta, integrazione tra pubblico e privato e settore sanitario, socio sanitario e sociale. Questi sono i principi alla base della proposta di riforma della sanità regionale esposta a Cremona, lunedì, 14 Luglio, da parte del gruppo consigliare del Partito Democratico della Lombardia. Durante l'evento, che proprio da Cremona apre un tour che porterà il gruppo PD in tutti i capoluoghi di provincia della Regione per spiegare la riforma ai cittadini, il Capogruppo democratico presso la Commissione Sanità del Consiglio Regionale della Lombardia, Carlo Borghetti, ha dichiarato la necessità di mettere più a sistema la sanità regionale, che è ricca di potenzialità ma priva di una gestione adeguata. Borghetti, assieme al Segretario del PD della Lombardia, Alessandro Alfieri, alla Vicepresidente del Consiglio Regionale, Sara Valmaggi, e al Consigliere Regionale Agostino Alloni, ha inoltre evidenziato il bisogno di intrecciare la sanità lombarda con altre politiche, ad esempio con quella ambientale. "Non possiamo concepire una riforma della ASL senza una riforma dell'ARPA -ha dichiarato Borghetti- così come non è possibile mantenere le disparità sociali che oggi fatto del sistema lombardo una sanità non equa: chi ha poco deve pagare di meno il ticket secondo un criterio di progressività". A proposito delle ASL, punto forte della proposta del PD è l'evoluzione delle Aziende Sanitarie Locali ad ASST: Aziende Socio Sanitarie Territoriali a cui devono spettare la gestione diretta degli ospedali di riferimento, delle cure primarie ed intermedie, e quella delle prestazioni specialistiche ed ambulatoriali. Come dichiarato dai Consiglieri PD, le ASST hanno sopratutto lo scopo di rappresentare e coinvolgere i Comuni e la Città Metropolitana nelle decisioni di carattere strategico e gestionale. Questo maggiore coinvolgimento dei territori, secondo i consiglieri lombardi del PD, serve a dare quelle risposte che i cittadini si aspettano, ma che non hanno ancora avuto dal sistema attualmente in vigore. Tra le altre proposte del PD più attente al territorio vi sono anche l'Assessorato unico Famiglia-Sanità per ritornare all'integrazione tra sanitario e socio-assistenziale, i Presidi di Comunità dove convogliare i medici di base, e l'abolizione delle barriere regionali e nazionali per permettere al sistema sanitario regionale di crescere nel contesto della globalizzazione. "La vicinanza al cittadino è uno dei punti chiave della nostra proposta, così come l'Assessorato unico è concepito per avvicinare l'ospedale al territorio -ha dichiarato Alfieri- Abbiamo già iniziato ad intavolare la discussione presso gli organismi competenti, ma finora sia la Giunta Maroni che la maggioranza in Consiglio Regionale non hanno dato disponibilità a ragionare se non con inutili convegni". All'incontro hanno preso parte anche l'ex-Sindaco di Cremona, Paolo Bodini, l'Assessore Comunale Alessia Manfredini e il Consigliere Comunale Luca Burgazzi.

M.C.

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1681 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria