Giovedì, 21 novembre 2019 - ore 17.38

Il successo di BG+ : proposte di volontariato estivo per i giovani della città di Bergamo

Il progetto ha visto nei mesi di giugno, luglio e agosto l’adesione di 134 giovani bergamaschi tra i 13 e i 24 anni.

| Scritto da Redazione
Il successo di BG+ : proposte di volontariato estivo per i giovani della città di Bergamo

Il progetto BG+, cartellone di proposte di volontariato estivo per i giovani nella città di Bergamo, quest’estate ha raggiunto ottimi risultati: la seconda edizione dell’iniziativa, promossa Politiche Giovanili del Comune di Bergamo  in collaborazione con il Centro Servizi Bottega del Volontariato, il Consorzio Solco Città Aperta e HG80 e numerose realtà associative del territorio, ha visto nei mesi di giugno, luglio e agosto l’adesione di 134 giovani bergamaschi tra i 13 e i 24 anni. Questi ragazzi hanno scelto di partecipare alle esperienze  I CARE MY CITY e VOLUNTEER EXPERIENCE, che gli hanno permesso di svolgere attività di utilità sociale e di conoscere le numerose associazioni di volontariato e realtà sociali di cui il nostro territorio è particolarmente ricco. Un progetto, che proseguirà per tutto il mese di agosto, e che si articola in due filoni di proposte.

I CARE MY CITY - Sono 99  le ragazze ed i ragazzi, tra i 13 e i 22 anni, che hanno svolto attività di volontariato realizzate in 9 quartieri della città:  Celadina, Longuelo, Monterosso e Valtesse, Redona, San Tomaso, Villaggio degli Sposi e Grumello, Malpensata.

Le proposte attivate in questi quartieri sono state costruite insieme alle realtà sociali che vi operano (Spazi Giovanili, Oratori, associazioni) e condotte da educatori e educatrici professionali. Nei mesi di giugno e luglio, si sono sviluppate azioni finalizzate a prendersi cura e valorizzare il bene comune: piccoli interventi di manutenzione e cura di spazi e arredi urbani (tinteggiatura di muri, panchine, pulizia di parchi, ecc.), attività di ricerca sulla storia del quartiere, animazione per bambini (laboratori e giochi), aiuto compiti.

La maggior parte delle attività si è conclusa nel mese di luglio, mentre nel quartiere di Malpensata il progetto proseguirà fino al 9 settembre.

VOLUNTEER EXPERIENCE - Sono 35, invece, i giovani dai 17 ai 25 anni che hanno scelto di vivere un’esperienza di volontariato all’interno di alcune realtà sociali della città di Bergamo, sperimentandosi così in attività di servizio caratterizzate da diverse aree tematiche: anziani, disabilità, commercio equo solidale, ambiente e cultura, fragilità, stranieri, minori. I volontari hanno potuto partecipare alla vita quotidiana all’interno di una comunità per donne e minori, negli appartamenti che accolgono ragazzi disabili, o trascorre il tempo libero con gli ospiti della Casa di riposo. Hanno sperimentato il lavoro all’interno di una bottega equo solidale, supportato le attività di catalogazione e comunicazione dell’Orto botanico, affiancato gli studenti stranieri nella conoscenza della lingua italiana e gli educatori nelle attività di animazione per bambini e adolescenti. Le realtà che hanno ospitato i giovani volontari sono dieci: Associazione I colori del mondo – Cooperativa sociale Il seme, Associazione Giochincorso, Associazione Agathà onlus, Calimero società cooperativa sociale, Casa Samaria, Cooperativa Famille, Cooperativa Impresa sociale Ruah- Scuola di italiano, Fondazione Carisma Casa di riposo Santa Maria Ausiliatrice, La Città leggera del Comune di Bergamo- Cooperativa L’Impronta, Orto Botanico di Bergamo - “Lorenzo Rota”. Queste attività proseguiranno per tutto il mese di agosto e si concluderanno nel mese di settembre.

“Si tratta di piccole esperienze, – sottolinea l’Assessore alla Coesione Sociale del Comune di Bergamo Maria Carolina Marchesi – assaggi di volontariato che permettono ai partecipanti di svolgere attività di utilità sociale e di conoscere le numerose associazioni di volontariato e realtà sociali di cui il nostro territorio è particolarmente ricco. Esperienze di questo genere avvicinano i giovani al bene comune, ma anche al Terzo Settore e al patrimonio di relazioni che esso esprime nella città di Bergamo, consentendo di migliorare la coesione sociale e la percezione del valore del tempo messo a disposizione degli altri e della propria città.”

“Siamo molto soddisfatti di tutti questi ragazzi che con passione ed entusiasmo si sono messi in gioco, dedicando un po’ del loro tempo estivo ad attività di volontariato, cogliendo l’occasione per incontrare e conoscere le realtà associative del territorio, che anche durante l’estate hanno sempre bisogno di una mano”, spiega Oscar Bianchi, Presidente del CSV di Bergamo, “Il nostro grazie va alle dieci realtà associative che anche quest’anno si sono rese disponibili ad accogliere i giovani volontari, costruendo per loro esperienze concrete che hanno accompagnato i ragazzi nel loro percorso di crescita, sperimentando la bellezza dell’incontro con l’altro”.

606 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online