Martedì, 21 settembre 2021 - ore 15.39

Il Terremoto di agosto La solidarietà all'Italia dal mondo

Terremoto, Pessina (Fi),Deputati PD Estero-Unione Sudamericana Emigrati Italiani-Ricardo Merlo-Fucsia Nissoli Fitzgerald

| Scritto da Redazione
Il Terremoto di agosto  La solidarietà all'Italia dal mondo

 Terremoto, Pessina (Fi): italiani all’estero pronti a fare la loro parte Un sisma di magnitudo 6.0 ha colpito l’altra notte vaste zone dell’Italia centrale. Località amene mete di villeggiatura, paesini caratteristici e paesaggi suggestivi sono stati sconvolti da un evento terribile che ha cambiato l'aspetto del territorio e l'esistenza  di chi è sopravvissuto ma ha perso la casa e la sua tranquillità. Decine le vittime, per un bilancio pesante e ancora provvisorio che fa male al cuore. Ci stringiamo intorno alle famiglie di chi è rimasto sotto le macerie, e ci sentiamo ancora di sperare che i soccorsi attivati da ore possano arrivare in tempo a salvare molte vite. Gli italiani nel mondo stanno seguendo le immagini della devastazione con una grande tristezza e in molti hanno già manifestato la volontà di poter fare qualcosa per i propri connazionali. Da oltre confine, dal Belgio, dalla Germania, dagli Usa, sto ricevendo in queste ore la solidarietà di tantissimi italiani che sono pronti a fare la loro parte per contribuire alla ricostruzione. Forza Italia ha comunicato ai propri sindaci sul territorio di attivarsi e mettersi a disposizione per aiutare nelle operazioni di sostegno alla popolazione delle città colpite. Vigili del Fuoco e unità cinofile continuano a scavare tra i detriti, attenti ad avvertire il minimo segnale di vita, la Croce Rossa e le associazioni di volontariato sono in prima fila nelle attività di supporto sanitario e logistico, mentre i rappresentanti delle più alte cariche istituzionali si sono recati prontamente sul posto a valutare l'entità dei bisogni. La macchina organizzativa sta funzionando, ma le perdite in termini di vite umane e di bellezza paesaggistica sono enormi. Un disastro imprevedibile che necessita di contromisure immediate. Siamo sicuri che gli italiani si dimostreranno pronti a dimostrare la loro solidarietà con atti di generosità che possano aiutare le popolazioni colpite ad affrontare il mutamento delle loro condizioni di vita con il conforto della vicinanza di tutti noi. Nessuno dovrà provare la pena di sentirsi solo e abbandonato. Questo l'impegno di Forza Italia e del dipartimento Italiani all’estero che ho l’onore di rappresentare.

-----------------------

Deputati PD Estero Partecipazione per le vittime del terremoto. Le notizie che si susseguono sulle pesanti conseguenze prodotte dal terremoto di questa notte nelle province di Rieti, Macerata, Ascoli e Perugia in termini di perdite di vite umane e di distruzioni ci mettono ancora una volta di fronte ad una realtà inaspettata è drammatica. Esprimiamo la nostra commossa partecipazione a quanti sono stati colpiti nelle loro vite e negli affetti e la nostra solidarietà alle popolazioni di quei luoghi, esposti e martoriati da eventi ricorrenti di questo genere, oltre alla nostra vicinanza agli amministratori e alle autorità locali. Queste zone sono anche luoghi di storica emigrazione, sicché in diverse parti del mondo è vivo il dolore e forte l'apprensione per quanto è accaduto, soprattutto da parte di chi ha parenti e conoscenti nelle zone del sisma. Il nostro pensiero va anche a loro. Ora è il momento dei soccorsi e, ci auguriamo, della salvezza del maggior numero di persone colpite. Verrà poi il momento della stima dei danni e della ricostruzione, che dovrà essere veloce e completa, anche per la determinazione e lo spirito di iniziativa che quelle popolazioni hanno sempre dimostrato. Quando il quadro sarà chiaro, gli italiani nel mondo, come è sempre accaduto nel passato lontano e in quello più recente, anche da lontano sapranno fare la loro parte ed esprimere concretamente la loro solidarietà e il loro sostegno. I deputati del PD Estero: Farina, Fedi, Garavini, La Marca, Porta, Tacconi

-----------------------

Terremoto, Sangregorio (USEI): ‘Grande dolore, vicini ai fratelli italiani’ Eugenio Sangregorio, presidente dell’USEI – Unione Sudamericana Emigrati Italiani, dall’Argentina, dove si trova in questo periodo, esprime la solidarietà, sua personale e del partito che rappresenta, al popolo italiano, a tutti quegli italiani del centro Italia colpiti dal terremoto della notte scorsa.  "In questi momenti terribili per tanti miei connazionali voglio esprimere in qualche modo i miei sentimenti di solidarietà e sgomento per le perdite umane e materiali provocate dal forte sisma di magnitudo 6.0 avvenuto nella notte in alcuni paesi tra le regioni di Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria. Le notizie di ingenti danni agli edifici ormai inabitabili e soprattutto della morte di oltre 60 persone, secondo quanto si sa al momento, oltre che di decine e decine di feriti e dispersi, opprimono il cuore e riempiono gli occhi di lacrime. Interi paesi distrutti, Amatrice è ormai solo un cumulo di macerie”. “Mi sento empaticamente vicino ai fratelli, al popolo e al governo della Repubblica Italiano”, prosegue Sangregorio, che da Buenos Aires “augura un buon lavoro a tutti coloro che operano per portare aiuto e sollievo agli abitanti: Protezione Civile, Carabinieri, Guardia Forestale, Unita' Cinofile, Croce Rossa e Associazioni di Volontariato che si stanno prodigando per prestare  soccorso. Siamo tutti con voi, fatevi onore, salvate il maggior numero di vite possibile. Da parte mia e del mio partito, e' doveroso inviare un contributo simbolico – conclude il presidente USEI - come partecipazione istituzionale alle prime necessità di una simile catastrofe”. UNIONE SUDAMERICANA EMIGRATI ITALIANI

----------------------

Terremoto, profondo cordoglio del MAIE - di Ricardo Merlo* Il mese delle vacanze e i luoghi delle vacanze per tanti italiani amanti della pace e della bellezza dei paesaggi. Giorni di riposo, divertimento e spensieratezza bruscamente interrotti da un evento tanto imprevedibile quanto impressionante nella sua intensità catastrofica. Di notte, nel sonno, quando è più difficile la salvezza, soprattutto per i più fragili, bambini ed anziani.  Con il terremoto di magnitudo 6.0 che ha colpito vaste zone dell’Italia centrale nelle scorse ore abbiamo rivissuto i terribili momenti impressi nella memoria, il terremoto de L'Aquila, immagini di distruzione e di disperazione. La terra trema e si accanisce misteriosamente con quell'Italia dei campanili e dei piccoli borghi che più meriterebbero rispetto e difesa. La forza della natura, quando si scatena, difficilmente persona. Il MAIE, movimento che riunisce sotto la bandiera della solidarietà e della partecipazione i nostri connazionali all'estero, vuole esprimere il proprio cordoglio alle famiglie delle vittime e la propria solidarietà a quegli italiani colpiti dal sisma. Ci stiamo già muovendo, insieme ai tanti italiani nel mondo con cui siamo in contatto, per studiare il modo di aiutare concretamente le famiglie che hanno perso la casa, la loro piccola attività commerciale, tutto. Una preghiera che chi è morto sotto le macerie e per chi ora dovrà ricominciare da zero. *presidente MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero

------------------

Terremoto: esprimo profondo cordoglio  per l'accaduto. Fucsia Nissoli Fitzgerald Earthquake: I express deep sorrow for the victims of the earthquake in Italy. Esprimo profondo cordoglio per le vittime del terremoto che si è verificato questa notte nell'Italia centrale, a cavallo tra quattro Regioni: Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche, con epicentro situato presso il comune di Accumuli. In questo momento dobbiamo sentirci uniti e lavorare per salvare il maggior numero di persone ancora intrappolate sotto le macerie. Penso allo sgomento, non solo di chi vive in quelle zone ma anche a quello degli emigrati che seguono da lontano,  con trepidazione, l'evolversi delle vicende. Mi sento particolarmente vicina ai familiari delle vittime e a tutti coloro che hanno perso la casa, perché perdere la casa non è solo un danno economico ma è soprattutto un danno psichico, perché si perdono punti di riferimento nella propria esistenza. Confido nella generosità' dei volontari e nella capacita' organizzativa della nostra protezione civile, che faranno un ottimo lavoro, in bocca al lupo!

***************************

I want to express my deepest condolences for the victims of the earthquake that occurred last night in central Italy, between four regions: Lazio, Abruzzo, Umbria and Marche, with its epicenter located in the town of Accumuli.  Right now, we should stay united and work to save the greatest number of people still trapped under the rubble. I think the dismay not only of those who live in those areas but also to the emigrants that follow from far way, with trepidation, the course of events. I feel particularly close to family members of the victims and all those who have lost their homes, because loosing the house is not only an economic loss but is primarily a psychological damage, because you lose reference points in their lives. I trust the work of volunteers and the skills organization of our  civil protection, they will do a great job, good luck!

 

 

1914 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online