Sabato, 08 agosto 2020 - ore 07.55

Terremoto La solidarietà dall'Italia

Auser nazionale, avviata una raccolta fondi -Federazione nazionale dei Verdi italiani-Lucio Garofalo-Coldiretti, SOS animali nelle campagne isolate​

| Scritto da Redazione
Terremoto  La solidarietà dall'Italia

Auser nazionale, avviata una raccolta fondi L’Auser nazionale esprime solidarietà, sostegno e cordoglio alle comunità del Centro Italia colpite dal violento terremoto di questa notte, impegnando tutte le proprie strutture locali e limitrofe a mettersi a disposizione della Protezione civile per collaborare nelle attività di primo intervento e soccorso. “In momenti come questi – sottolinea il presidente Enzo Costa – dove eventi catastrofici sconvolgono la vita di intere comunità, devono riemergere i valori della solidarietà e dell’aiuto reciproco. Con questo spirito l’Auser nazionale chiede a tutte le sue strutture di avviare con sollecitudine una raccolta fondi da destinare alle famiglie più colpite dal sisma”. Il conto corrente bancario, intestato ad Auser presso Banca Etica Scarl, su cui versare le somme raccolte è: IBAN IT 89 L 05018 03200 000000105900; la causale è “Raccolta fondi terremoto 2016 Centro Italia”. Successivamente, conclude l'Auser nazionale, verrà comunicato “se sarà necessario avviare la raccolta di beni di prima necessità e quant’altro di utile per aiutare le popolazioni colpite dal sisma.

-------------------------

Terremoto La solidarietà dei Verdi Italiani con le popolazione colpite-I Verdi italiani ringraziano tutte le forze della protezione civile, che si sono immediatamente mobilitate insieme al volontariato e agli organi dello Stato, delle Regioni e dei Comuni interessati.I Verdi italiani esprimono la loro commossa solidarietà con tutte le popolazioni del Centro Italia colpite dal devastante terremoto di questa notte, in particolare nelle province di Rieti e di Ascoli Piceno, dove sono stati gravissimamente danneggiati soprattutto i comuni di Amatrice, Accumoli, Arquata e la frazione Pescara del Tronto, nel Lazio e nelle Marche, ma anche in Abruzzo e nell’Umbria.Purtroppo si registrano decine di morti e molti altri feriti, con interi paesi completamente distrutti. I Verdi italiani esprimono il loro dolore per le vittime e la loro vicinanza ai familiari e a tutti i cittadini delle zone terremotate, insieme ai loro amministratori e a tutto il tessuto sociale, economico e produttivo.Ci auguriamo che in tutta Italia si sviluppi la massima solidarietà, dimostrando una autentica unità nazionale di fronte a questa tragica emergenza, come tante altre volte è purtroppo accaduto in passato in occasione dei precedenti terremoti, negli ultimi anni in Emilia Romagna e in Abruzzo, soprattutto a L’Aquila. Federazione nazionale dei Verdi italiani

--------------------

La terra trema ancora in Italia, ma non abbiamo imparato nessuna lezione di Lucio GarofaloUn sisma di magnitudo 6.0, pari a quello che nel 2009 devastò la città dell'Aquila, ha colpito un'area assai vasta compresa tra Lazio, Marche ed Umbria, provocando danni ingenti alle abitazioni e, purtroppo, alle persone. Sembra che in particolare un intero paese, Amatrice, sia stato raso al suolo e si scava sotto le macerie per recuperare le vittime e salvare i superstiti. Questa ennesima calamità "naturale" conferma, casomai ce ne fosse ancora bisogno, che il territorio appenninico dell'Italia centro-meridionale denota un elevatissimo rischio di sismicità, pari ai livelli del Giappone, giusto per intenderci. La frequenza e la pericolosità dei fenomeni tellurici che si verificano, forniscono la prova più tangibile ed inequivocabile. Per cui occorre un grado di preparazione tecnologica, di educazione preventiva civile (a cominciare dalle istituzioni scolastiche), di politica seria in chiave antisismica, che evidentemente non è stato ancora raggiunto nel nostro Paese, malgrado le disastrose esperienze del passato. Sarebbe l'ora di attrezzarsi in modo adeguato, come avviene da tempo in Giappone. In Italia non si è appreso nessun insegnamento dalla storia. Ora è il momento del dolore, della rabbia, della solidarietà morale e materiale, ma dovrà pur venire il momento dell'assunzione di responsabilità e di scelte politiche serie.

---------------------

Coldiretti, SOS animali nelle campagne isolateStalle distrutte, casolari crollati, mancanza di energia elettrica e strade rurali interrotte che ostacolano nelle campagne isolate le necessarie operazioni di assistenza alla popolazione ma anche l’alimentazione, la mungitura, la cura degli animali e la consegna del latte, con migliaia di litri perduti. E’ quanto emerge dal primo monitoraggio della Coldiretti che ha avviato una capillare azione di verifica della situazione e di solidarietà nelle aree rurali circostanti i Paesi colpiti dal sisma. Gli imprenditori agricoli della Coldiretti sono pero’ anche impegnati a collaborare con la Protezione Civile, con i Comuni e con le strutture di soccorso mettendo a disposizione anche trattori e forniture alimentari” ha affermato il presidente Roberto Moncalvo “nell’ esprimere cordoglio alle famiglie delle vittime e vicinanza a quanti sono stati duramente colpiti”. E” stata attivata dalla Coldiretti - ha precisato Moncalvo - una specifica Unità di crisi per affrontare l’emergenza nelle aree colpite, che sono a forte vocazione agricola e allevatoriale, con l’avvenuta prima consegna di frutta e verdura, carne, olio di oliva, vino e pasta per gli sfollati nei comuni interessati dal sisma e sono stati attivati centri di raccolta della Coldiretti per beni di prima necessità in numerose Province.

 

 

1171 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online