Lunedì, 16 settembre 2019 - ore 03.57

Incontri su Referendum Riforma della Costituzione Fontana e Pizzetti a Crema Guerrini a Cremona

La Riforma Costituzionale punta a rafforzare e semplificare il governo del Paese e interviene solo sulla parte seconda della Costituzione (quella che si occupa dell’ordinamento della Repubblica, cioè dell’organizzazione dei poteri pubblici).

| Scritto da Redazione
Incontri su Referendum Riforma della Costituzione  Fontana e Pizzetti a Crema Guerrini a Cremona

La parte prima (che segue i principi fondamentali e contiene il catalogo dei diritti e dei doveri delle persone) non è toccata.

Una Riforma basata su sei punti principali:

1) qualificazione della rappresentanza, con il Parlamento composto da una Camera;

2) efficacia della decisione col superamento del bicameralismo;

3) estensione delle garanzie, con l’introduzione dello Statuto delle opposizioni;

4) rafforzamento degli Istituti per la partecipazione e la democrazia diretta, rendendo cogenti le leggi di iniziativa popolare, abbassando il quorum del referendum abrogativo, introducendo i referendum propositivi e d’indirizzo;

5) contenimento dei costi della politica e meno sprechi, con la riduzione drastica del numero dei parlamentari (315 parlamentari eletti in meno), il controllo dei conti e dei costi delle Regioni, la semplificazione della filiera istituzionale;

6) riorganizzazione della Repubblica, riportando in capo allo Stato le questioni strategiche, rendendo più chiare le competenze regionali, rafforzando il ruolo delle Regioni con il bilancio in pareggio, superando le Province e concentrando l’azione amministrativa nei Comuni.

Riteniamo questa riforma utile per il Paese perché da più di trent’anni tutte le forze politiche concordano sull’esigenza di riformare il Parlamento.

C’è un mezzo sicuro per delegittimare le Istituzioni: continuare a parlare di Riforme senza realizzarle.

Il nostro Paese solo adesso sta tentando di uscire da una crisi profonda e ha bisogno di Istituzioni più efficienti e più all’altezza delle sfide che ci pongono l’economia globalizzata e le stesse difficoltà dell’Unione europea.

C’è bisogno di una governabilità più rapida ed efficace. E’ necessario che rappresentanza e decisione trovino un miglior equilibrio.

Per questi motivi, e per aprire il percorso di confronto e informazione sui contenuti della Riforma in vista del Referendum del prossimo autunno, il PD ha organizzato due importanti serate durante le quali sarà lanciato l’appello per il SI e per la formazione dei comitati per il SI.

Giovedì 19 maggio a Crema si terrà il primo incontro insieme ai parlamentari Luciano Pizzetti e Cinzia Fontana (ore 21, sala Cremonesi, centro Sant’Agostino).

Il secondo incontro si terrà a Cremona lunedì 30 maggio (ore 21, sala Zanoni), con la partecipazione di Lorenzo Guerini, vice segretario nazionale PD.

Due serate per approfondire, nel merito, i contenuti della Riforma.

Matteo Piloni Segretario provinciale PD

In allegato i volantini delle iniziative

Sondaggio: Riforma costituzionale sì o no? 

 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

980 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online