Mercoledì, 15 luglio 2020 - ore 20.51

Incontro al MIUR: e lo chiamano tavolo tecnico

| Scritto da Redazione
Incontro al MIUR: e lo chiamano tavolo tecnico

Valutazione, incontro al MIUR: e lo chiamano tavolo tecnico!
Ancora un incontro sui "progetti di sperimentazione valutazione scuole e premialità docenti"
Dopo l’incontro del 20 dicembre e la nota di chiarimenti, martedì 11 gennaio si è svolto al MIUR il previsto incontro del “Tavolo tecnico”. È proprio il caso di virgolettare il termine.
Nell’accezione ministeriale usata stamane, esso indica un contesto in cui l’Amministrazione, nella persona del Direttore Generale  Biondi, illustra per la terza volta alle Organizzazioni Sindacali i due percorsi sperimentali e aggiorna sullo stato di attuazione del progetto.  Ad ulteriore integrazione informativa è stato anche distribuito un documento, che alleghiamo, intitolato “I principi ispiratori dei due percorsi sperimentali”.
Diversamente da quanto preannunciato nell’incontro precedente, nulla è stato detto in merito agli strumenti di autovalutazione e al format del curriculum vitae che i docenti aderenti al percorso di valutazione loro dedicato dovranno produrre. Tali elementi saranno presentati direttamente alle scuole che li dovranno usare.
Rispetto ai progetti già presentati e alle informazioni già avute, poche veramente le novità illustrate o contenute nel documento, salvo una ulteriore torsione linguistica, nel percorso riservato ai docenti, dall’attenzione alle “qualità desiderabili” in un docente, alla focalizzazione sulla “reputazione” professionale dei docenti valutati.
A Cagliari e a Milano, realtà che si sono aggiunte in un secondo tempo, il progetto verrà presentato alle Organizzazioni sindacali regionali rispettivamente domani e dopodomani.
A livello nazionale, dopo il 7 febbraio, verrà convocato un nuovo incontro del “tavolo tecnico” per informare sulle adesioni al progetto e specificamente ai due percorsi. Davvero non si capisce in che cosa si esplicherebbe la natura “tecnica” di questo tavolo.
È stato ribadito - con chiarezza peraltro: occorre riconoscerlo! - che o dalle sperimentazioni usciranno dei criteri di valutazione o il tema verrà definito tramite un intervento legislativo. È evidente che il MIUR non intende dare il minimo ascolto alle difficoltà, alle contrarietà, alle critiche, alle diverse proposte  che vengono dalle scuole delle città  e delle province coinvolte e, più in generale, dalla scuola tutta  come anche  da esponenti del mondo accademico, professionale, sindacale
Gli aut aut sembrano davvero andare di moda in questo inizio 2011!
Ed è evidente che, anche in questo caso, ciò che si cerca  di imporre è un’altra idea di sindacato insieme ad uno svuotamento del valore del Contratto nazionale di lavoro.
Servirebbe ben altro atteggiamento per promuovere una cultura della valutazione!

fonte:Informa Email n 39 del 12-11-2010  FLC CGIL Cremona  CON DIRITTO DI AFFISSIONE ALL’ALBO SINDACALE

1584 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Scuola, 885 milioni per l’edilizia scolastica: ministra Azzolina firma il decreto.

Scuola, 885 milioni per l’edilizia scolastica: ministra Azzolina firma il decreto.

Il decreto andrà ora alla firma del presidente del Consiglio e, subito dopo, con decreto del ministro dell’Istruzione, saranno ripartite le risorse tra le Province e le Città metropolitane sulla base della popolazione scolastica e del numero degli edifici scolastici presenti sul territorio. Gli enti locali dovranno individuare e comunicare gli interventi che vorranno realizzare in via prioritaria.
Si torna a Scuola il 14 settembre Presentate le Linee guida 2020-2021 (testo e video)

Si torna a Scuola il 14 settembre Presentate le Linee guida 2020-2021 (testo e video)

“A settembre si torna a scuola in presenza e in sicurezza” lo ha detto oggi la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, presentando le Linee guida per la ripresa insieme al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il testo ha avuto il via libera, questo pomeriggio, anche da parte delle Regioni e degli Enti locali, è immediatamente operativo e verrà ora diramato alle istituzioni scolastiche.
Si ritorna a scuola il 14 settembre 2020. Azzolina: ‘Fatto buon lavoro’. Bonaccini: ‘Grazie ministro'

Si ritorna a scuola il 14 settembre 2020. Azzolina: ‘Fatto buon lavoro’. Bonaccini: ‘Grazie ministro'

È stato trovato l’accordo tra governo ed Enti locali, nel corso della Conferenza Stato-Regioni, sulle linee guida comuni per il ritorno a scuola a settembre. Tutti d’accordo, quindi, sulle regole per il nuovo Piano scuola 2020-2021, tranne la Campania. Il governatore Vincenzo De Luca ha infatti dichiarato che “non daremo l’intesa, non diremo che siamo d’accordo con le misure che saranno prese”.
FLC CGIL sostiene e partecipa alle manifestazioni del 25 giugno indette dal comitato ‘Priorità alla scuola’

FLC CGIL sostiene e partecipa alle manifestazioni del 25 giugno indette dal comitato ‘Priorità alla scuola’

Priorità alla scuola Cremona Giovedì 25 giugno 2020 dalle ore 18:00 alle 19:30 Gli striscioni verranno appesi davanti alle seguenti scuole: Scuola Primaria Manzoni, via Decia 43 - Scuola Primaria Stradivari via, S.Bernardo 1 (Stradivari e Manzoni fanno parte dello stesso IC) - Scuola Primaria Bianca Maria Visconti, via Giuseppina 29-Scuola Primaria Don Primo Mazzolari, via Corte 1-Scuola infanzia Villetta, via Berenzi 2