Sabato, 21 maggio 2022 - ore 08.46

Interrogazione a risposta orale presentata in data 21 febbraio 2022 dal capogruppo del Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Luca Nolli sul ''Terzo ponte”''

| Scritto da Redazione
Interrogazione a risposta orale presentata in data 21 febbraio 2022 dal capogruppo del Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle Luca Nolli sul ''Terzo ponte”''

Premesso che:

lo scorso novembre l’amministratore delegato di Autovia Padana, Claudio Vezzoni, a margine dell’inaugurazione della tangenziale di Robecco d’Oglio ha rilanciato il progetto del terzo ponte;

in un comunicato Autovia Padana ha dichiarato “il prossimo obiettivo di Autovia Padana è costituito dalla realizzazione della nuova bretella autostradale da Castelvetro verso la SS 10 Padana inferiore e SS 234, di circa 10 chilometri, con la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Po, costo dell’operazione 360 mln di euro”.

Ricordato che:

l’imponente infrastruttura è stata oggetto di dibattito, aspro confronto e ticorsi al TAR negli anni passati, poi sull’opera è calato il sipario e nel 2016 sono scaduti i termini relativi ala dichiarazione di pubblica utilità della infrastruttura;

l’impatto ambientale di tale opera creerebbe una ferita all’ambiente di alcuni siti naturalistici protetti dall’Unione europea, in particolare: SIC (Siti di Interesse Comunitario) IT20A0016 “Spiaggioni di Spinadesco” (Lombardia); ZPS (Zone di Protezione Speciale) IT20A0501 “Spinadesco” (Emilia Romagna); SIC/ZPS IT4010018 “Fiume Po da Rio Boriacco a Bosco Ospizio” (Emilia Romagna);

si prevede un’enorme sottrazione di suolo (quasi 300 ettari di aree golenali, zone agricole di pregio, aziende agricole), la devastazione di aree SIC e ZPS, la perdita di 1000 ettari di habitat di riproduzione, l’interruzione del corridoio ecologico fluviale e la perdita di animali tutelati, alcuni in via di estinzione, e l’eliminazione delle loro aree di riproduzione.

Rilevato che:

il Comune di Cremona è favorevole a tale opera tant’è che nel PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) prevede “la promozione di strutture di collegamento tra il casello autostradale di Castelvetro (PC) e la zona produttiva e portuale di Cremona”.

Visto che:

recentemente nel Comune di Castelvetro Piacentino sono arrivati gli avvisi di “avvio del procedimento” che riguardano in particolare “l’autorizzazione all’accesso nelle aree di proprietà dei cittadini in Comune di Castelvetro Piacentino”

Tutto ciò premesso si interroga il Sindaco la Giunta e l’Assessore competente

 

  1. se non ritiene utile aggiornare, con una comunicazione, il Consiglio comunale in merito all’iter avviato da Autovia Padana;

  2. se non crede che sia necessario mettere a disposizione tutta la documentazione passata e recente sul sito del Comune;

  3. se intende promuovere un approfondimento nella Commissione ambiente per capire percorso istruttorio, dettagli tecnici con costi e benefici, flussi di traffico ecc.

All'interrogazione ha risposto l'Assessore Simona Pasquali: Il “Terzo ponte”, come più volte spiegato, non appartiene alla sfera decisionale e di pianificazione comunale. Non è nella disponibilità di alcun piano comunale prevederne l’eliminazione, la decadenza o altre ipotesi: l’opera è stata dichiarata di interesse statale essendo stata approvata con Decreto Ministeriale del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti nel 2011 a seguito della Conferenza dei Servizi per il perfezionamento dell’intesa Stato-regioni. Il “Terzo ponte” viene di fatto recepito e non inserito, previsto, progettato, ipotizzato dal PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibilità Sostenibile) così come da tutti gli atti di pianificazione comunale tenendo conto inoltre che tale infrastruttura è quindi presente anche nel PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) e nel PTR (Piano Territoriale Regionale) che ha vincolato i terreni che prevedono il passaggio del collegamento stradale e un vincolo di rispetto stradale ai sensi del Codice della Strada (che equivale a 30 metri), dettati dal fatto che il Ministero lo ha classificato come collegamento autostradale e quindi il vincolo espresso è il vincolo minimo. La documentazione si può già consultare nella sezione dedicata al PGT (Piano di Governo del Territorio) presente sul sito del Comune. Al Settore Urbanistica è depositata copia del progetto definitivo redatto da Centro Padane e approvato nel 2011. Da allora non c'è stato alcun ulteriore sviluppo. E’ vero che sono arrivate richieste di verifica di terreni e di mappali soprattutto per quanto riguarda il Comune di Castelvetro Piacentino tanto da spingere il sindaco Luca Quintavalla a scrivere ad Autovia Padana per avere delucidazioni, tenendo conto anche dell’importanza delle opere viarie di collegamento al casello autostradale. Oltre a questo non c’è nulla di diverso a quanto già sappiamo, pertanto sarebbe quanto meno irrituale dover relazionare in Consiglio o in Commissione consiliare di un progetto approvato dal Ministero. In ogni caso potremo avere maggiori informazioni sugli sviluppi dopo che avremo la risposta all’interrogazione parlamentare al Governo depositata dall’on. Luciano Pizzetti e che verrà discussa prossimamente.

Il consigliere Luca Nolli ha preso atto della risposta ricevuta.

306 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria