Giovedì, 18 ottobre 2018 - ore 20.24

La Fondazione Città di Cremona sostiene il progetto sociale del ‘Tennis in Carrozzina’

Non è soltanto uno sport, ma un vero e proprio progetto sociale. Oltre al sano agonismo tra gli atleti e ai verdetti del campo, in pochi anni il tennis in carrozzina ha arricchito la cittadinanza cremonese con incontri scolastici, convegni e tante preziose esperienze di volontariato.

| Scritto da Redazione
La Fondazione Città di Cremona sostiene il progetto sociale del ‘Tennis in Carrozzina’

La Fondazione Città di Cremona, come espresso nella Relazione di Missione 2016, aveva deliberato - premiando tante iniziative sul territorio - un contributo economico di 2mila euro per il progetto tennis in carrozzina della Canottieri Baldesio dove anche quest’anno da giovedì 7 a domenica 10 settembre è in programma il Torneo Internazionale Future Maschile di Tennis in Carrozzina.

Ne abbiamo parlato con gli organizzatori del torneo, quarta edizione quest’anno, Alceste Bartoletti e Roberto Bodini. Entrambi soddisfatti della credibilità maturata dalla città di Cremona e testimoniata dagli apprezzamenti in primo luogo degli atleti. Centinaia, che Bartoletti ha imparato a conoscere fin dalla Coppa del Mondo di Tennis in Carrozzina ospitata sempre dalla Baldesio nel 2008. «Questo sport è il più praticato al mondo dai disabili in carrozzina: 10mila atleti, di cui 200 in Italia. Al torneo avremo in tabellone i primi cinque a livello nazionale». Piena la sintonia con la Fondazione Città di Cremona sui temi dell’assistenza ai disabili con riguardo soprattutto verso l’assistenza e l’inclusione sociale delle persone. Spiega Bodini: «i costi di quelle carrozzine vanno dai 4mila euro in su. È anche grazie a bandi come il vostro che garantiamo l’attrezzatura necessaria ai nostri atleti».

Fonte : http://www.fondazionecr.it

816 visite

Articoli correlati