Sabato, 20 agosto 2022 - ore 03.55

La questione dell’inceneritore di Cremona – Alternative (video)

Presentato il Dossier delle associazioni alla presenza del Sindaco Galimberti. Il comunicato di Ambiente e Scienze

| Scritto da Redazione
La questione dell’inceneritore di Cremona – Alternative (video) La questione dell’inceneritore di Cremona – Alternative (video) La questione dell’inceneritore di Cremona – Alternative (video)


Sabato, 24 gennaio ,presso la “Sala Eventi” del Comune di Cremona,il Circolo culturale “AmbienteScienze” ed il Coordinamento “CreaFuturo”  hanno presentato un Dossier sull’inceneritore di San Rocco dall’esplicito titolo:“La questione dell’inceneritore di Cremona – Alternative”

Questo documento, sottoposto al  vaglio di personalità di rilevanza nazionale nel settore dello smaltimento dei rifiuti, intende dimostrare la inefficienza dell’impianto, l’opportunità di procedere al suo spegnimento e la sostenibilità anche finanziaria di tecnologie alternative più avanzate e pulite.  All’evento, era presente il Sindaco di Cremona, prof. Gianluca Galimberti.

Il dossier , sottoscritto da Acli, Arci, AmbienteScienze, Atuttocompost, CreaFuturo, Democratici per Cremona, Legambiente Sez. di Cremona, Partecipolis, WWF Cremona, è costato mesi di lavoro e approfondita analisi dei dati da parte degli ingegneri Giancarlo Rovigatti e Dario Faccini.

Il Dossier è costituito da tre parti:

- un puntuale promemoria degli studi e dei report delle più alte istituzioni internazionali sui rischi per la salute dovute alle emissioni inquinanti;

- uno scrupoloso ed inedito resoconto delle verifiche effettuate sugli aspetti tecnici ed economici dell’impianto di San Rocco, completato da un’analisi realistica delle possibili alternative all’inceneritore e dal possibile miglioramento della rete di teleriscaldamento;

- una stringente analisi del quadro normativo nazionale e regionale e dei più rilevanti aspetti politico-amministrativi che riguardano il Comune di Cremona nel rapporto con AEM e Lgh.

Naturalmente non manca la richiesta all’attuale Amministrazione di una nuova prospettiva industriale per la propria “partecipata”, più coraggiosa e lungimirante rispetto al passato, in cui trovi il più ampio spazio il bene comune dei cittadini, la loro salute, la sostenibiltà ambientale ormai rese possibili da innovazioni tecnologiche pulite, molto più avanzate dell’incenerimento e alleate di una raccolta differenziata sempre più spinta. 

In rappresentanza delle associazioni erano presenti: Benito Fiori, AmbienteScienze;  Marco Pezzoni, CreaFuturo; Giovanna Perrotta, Legambiente; Bruno Tagliati, Acli; Emanuela Ghinaglia, Arci; Matteo Salti, Partecipolis; Anna Galli, WWF; Vincenzo Montuori, Democratici per Cremona; Guido Vaudetto, a Tuttocompost.  

Riprese di Gian Carlo Storti, Welfarecremonanetwork, Cremona  24 gennaio 2015

Nella foto da sx: Faccini Rosigatti, Ferrari, Fiori

In allegato il Comunicato di Ambiente e Scienze 

 

 

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1358 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria