Lunedì, 28 settembre 2020 - ore 16.19

LNews-MILANO, ASSEGNAZIONI CASE ALER: BOLOGNINI: SU REGOLAMENTO REGIONE E COMUNE DA TEMPO AL LAVORO. SOLUZIONI IN TEMPI BREVI

Anche in passato le attivita' propedeutiche alle assegnazioni risultavano particolarmente gravose e non consentivano assegnazioni immediate.

| Scritto da Redazione
LNews-MILANO, ASSEGNAZIONI CASE ALER: BOLOGNINI: SU REGOLAMENTO REGIONE E COMUNE DA TEMPO AL LAVORO. SOLUZIONI IN TEMPI BREVI

LNews-MILANO, ASSEGNAZIONI CASE ALER: BOLOGNINI: SU REGOLAMENTO REGIONE E COMUNE DA TEMPO AL LAVORO. SOLUZIONI IN TEMPI BREVI

(LNews - Milano, 03 mar) "Anche in passato le attivita' propedeutiche alle assegnazioni risultavano particolarmente gravose e non consentivano assegnazioni immediate. Le convocazioni per le istruttorie delle domande comportavano tempi lunghi, di almeno 1 mese. Stiamo lavorando da tempo per velocizzare i tempi e trovare una soluzione con il Comune. Le dichiarazioni polemiche espresse oggi da Rabaiotti mi sorprendono e paiono sollevate ad arte".

Cosi' Stefano Bolognini, assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilita' della Regione Lombardia e' intervenuto per fare chiarimento e rispondere alle affermazioni dell'assessore Comunale milanese Gabriele Rabaiotti, in relazione alla procedura di assegnazione delle case popolari a Milano.

BOCCIATE 200 DOMANDE, DOPO VERIFICHE TEMPI PIU' SPEDITI - "Quanto detto da Rabaiotti - ha aggiunto Bolognini - non solo mi stupisce ma e' assolutamente lontane dalla realta'. Al riguardo la riunione di domani che era gia' programmata, punta ad arrivare a trovare una soluzione in tempi brevi. In questa prima fase – ha spiegato l'assessore Bolognini - Aler Milano ha effettuato almeno 200 istruttorie di domande risultate non assegnabili e quindi cancellate o riposizionate perche', dopo le autocertificazioni, i documenti prodotti non risultavano coerenti. Terminate le verifiche il lavoro istruttorio diventera' piu' semplice".

POLEMICHE INUTILI - Quindi, tornando sulla polemica, Bolognini ha chiosato: "Rabaiotti ha attaccato il nuovo regolamento regionale in commissione, sottovalutando il fatto che Regione e Comune stiano gia' lavorando fattivamente alla risoluzione del problema. Si tratta di un attacco fuori luogo - ha concluso - che stride con il clima di collaborazione con cui gli uffici regionali e comunali stanno lavorando per cercare di risolvere questo problema. C'e' chi lavora e c'e' chi si limita a creare inutili polemiche". (LNews)

373 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online