Domenica, 05 febbraio 2023 - ore 14.14

Lotta al Covid-19 Le nuove misure assunte dal CdM il 2 febbraio

Speranza: "Green pass senza durata per chi ha il booster"

| Scritto da Redazione
Lotta al Covid-19 Le nuove misure assunte dal CdM il 2 febbraio

Lotta al Covid-19 Le nuove misure assunte dal CdM il 2 febbraio

Speranza: "Green pass senza durata per chi ha il booster"

Il governo approva il nuovo decreto legge su quarantena e green pass. Draghi: "Pronti a riaprire"

I ministri della Lega non partecipano al voto: quelle norme "discriminano i bambini non vaccinati"

"Si apre una fase consentita dall'altissimo numero di vaccinati e da un quadro epidemiologico che dà segnali incoraggianti: per la prima volta le terapie intensive danno un segno meno. Prolunghiamo la vigenza del green pass dopo il booster, senza porvi limiti, e interveniamo sulle zone rosse: le limitazioni non riguarderanno la popolazione vaccinata".

Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri.

"Prolunghiamo la vigenza del green pass dopo il booster: oggi è di 6 mesi. La valutazione del governo è di non porre limiti al green pass per chi ha il booster, che oggi conta 34 milioni di italiani".

"Se una regione finisce in zona rossa, le limitazioni connesse non riguarderanno le persone vaccinate".

"La scuola è il cuore del nostro paese e vogliamo lavorare per ridurre il più possibile la didattica a distanza. Questa è un fase diversa quindi abbiamo deciso che i vaccinati non andranno più in dad e nei pochi casi di dad questa durerà 5 giorni dai 10 attuali".

I cambiamenti riguardano tutti i gradi della scuola: nella scuola dell'infanzia si va in dad con 5 casi; nella primaria si va in dad con 5 casi, ma ci vanno solo i non vaccinati; nella secondaria dopo 2 casi vanno in dad solo i non vaccinati.

"Sulla scuola facciamo scelte forti che danno il senso della nuova fase che stiamo vivendo. È bello che si parte proprio dalla scuola, perché è il cuore del nostro Paese e se dobbiamo far qualcosa dobbiamo farlo nelle scuole. Lavoriamo per ridurre il più possibile la dad. Decidiamo che i vaccinati non andranno più in dad, riteniamo sia giusto che chi si sia vaccinato la possa evitare, nei pochi casi di classi che ricominceranno ad andare in dad di limitare lo spazio temporale da 10 a 5 giorni".

Tampone supplementare per gli stranieri con vaccino diverso

"Quando uno straniero arriva in Italia ora riconosciamo lo status vaccinale del paese di origine della persone e qualora le norme di questo status vaccinale non siano identiche a quelle del nostro paese, chiediamo a quella persone un tampone supplementare per accedere ai nostri servizi che prevedono il green pass. Ciò consentirà la risoluzione di molti problemi e al nostro turismo di avere risposta importante", ha concluso Speranza.

Bianchi: "L'81% dei ragazzi oggi è in presenza"

""La vaccinazione è un elemento di sicurezza". Abbiamo l'81% degli alunni in presenza, il 92% dei docenti e il 93,5% del personale Ata". Lo ha affermato il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, nella stessa conferenza stampa.

"La formazione a distanza non è il male assoluto, nei momenti di difficoltà è stata una grande risorsa e lo sarà anche in futuro se necessario. Non stiamo demonizzando uno strumento fondamentale in questi due anni difficilissimi, ma privilegiamo l'attività in presenza. Bisogna però dare un segno forte: l'elemento di sicurezza è la vaccinazione".

"Stiamo marciando verso una nuova normalità con tutta la cautela che ci deve essere perché il virus c'è ancora ed è significativamente presente, sia nelle scuole che nelle nostre vite".

435 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online