Martedì, 11 agosto 2020 - ore 21.33

#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti Alla giusta distanza video del team TEDxCremona (02/06/20 ore 15 )

"E' come se avessi vissuto quelle 21 vite e me ne fossi portato a casa un pezzo. Mi serviranno, spero di essere una persona migliore".

| Scritto da Redazione
#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti Alla giusta distanza video del team TEDxCremona  (02/06/20 ore 15 ) #LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti Alla giusta distanza video del team TEDxCremona  (02/06/20 ore 15 )

#LottacoronavirusCremona Gianluca Galimberti Alla giusta distanza video del team TEDxCremona  (02/06/20 ore 15 ) 

Aggionamento 02/06/2020 2020 ore 15

Alla giusta distanza video del team TEDxCremona

"E' come se avessi vissuto quelle 21 vite e me ne fossi portato a casa un pezzo. Mi serviranno, spero di essere una persona migliore".

L'Intruso Gilberto Bazoli intervista Andrea Mattioli, organizer del team TEDxCremona che ha realizzato il cortometraggio "Alla giusta distanza" su Cremona contagiata e guarita (oltre 14mila visualizzazioni su Facebook e oggetto di servizi su molti tg nazionali).

"La distanza ci sta caratterizzando nella nostra nuova vita quotidiana. Ma anche a un metro di distanza si può stare in relazione. In un mondo che ci obbliga a rispettare la distanza siamo comunque connessi. Anche quella domenica, a un metro l'uno dall'altro, sono volati pianti e sorrisi".

Leggi su sito: https://www.cremonasipuo.it/con-andrea-di-tex-cremona-dietro-le-quinte-del-film-alla-giusta-distanza/?fbclid=IwAR3MYmwwNTj7f8OxrnW2SP9qWr_coMuFpLBRs1kbGQueKg2EawRQxKoF6Mc

ASST di Cremona - Azienda Socio - Sanitaria Territoriale

Pro Cremona

Aggionamento 26 maggio 2020 ore 15

CORONAVIRUS, LE MISURE CONTRO LA MOVIDA CHE NON RISPETTA LE DISPOSIZIONI. AL LAVORO SULLE ORDINANZE  Stamattina riunione con il Prefetto, le forze dell'ordine, i sindaci di Crema Stefania Bonaldi e Casalmaggiore - Filippo Bongiovanni Sindaco e le Polizie locali sugli assembramenti incontrollati soprattutto nei weekend e nelle zone della movida. Abbiamo concordato queste misure:

- dalle 21.30 divieto di vendere alcolici da asporto;

-dalle 20 alle 6 del mattino divieto di consumare alcolici nei luoghi pubblici, come parchi, strade, marciapiedi (si potrà consumare esclusivamente ai tavolini dei locali);

- i locali pubblici sono obbligati a delimitare il proprio plateatico, riservando un accesso ed una uscita (in caso di problemi i titolari dei locali risponderanno di ciò che avverrà all'interno del plateatico);

- vengono intensificati i controlli nei luoghi più sensibili e da parte di tutte le forze dell’ordine coordinate dalla Prefettura e dalla Questura.

- Ora preparerò specifiche ordinanze. Sono misure che favoriscono un maggior rispetto delle disposizioni a tutela della salute di tutti, tenendo insieme la necessaria ripresa delle attività commerciali.

 

 

Aggionamento 17 maggio 2020 ore 11

LUNEDI’ 18 maggio CON LA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ, STOP ALLA SOSTA GRATUITA NEGLI STALLI BLU PER RESIDENTI E LAVORATORI.

STIAMO STUDIAMO CON CATEGORIE AGEVOLAZIONI SUI PARCHEGGI A FAVORE DEL COMMERCIO -  Le attività - secondo le disposizioni di Governo e Regione - da lunedì 18 maggio ripartono e abbiamo la necessità di liberare i parcheggi. Da lunedì (dalle ore 00,00) quindi residenti e lavoratori non potranno più sostare liberamente e gratuitamente negli stalli a pagamento, compresi i parcheggi in struttura di via Villa Glori e di via Bissolati (Santa Tecla). Nel frattempo stiamo lavorando con i rappresentanti delle associazioni di categoria per individuare forme di aiuto e sostegno anche sul fronte parcheggi a favore del commercio e dell’artigianato cittadino.

---------------

Ezio Bosso  Ti ricordo così, in maglietta e col sorriso, seduto ad un tavolino nella nostra bellissima piazza, dopo aver ricevuto il premio a Cremona Musica. Ci avevi promesso che saresti tornato a suonare a #cremona e noi eravamo già emozionati. Resterai nei nostri cuori e nella nostra musica con le tue note, la tua umanità, la tua forza, il tuo desiderio di vivere ed essere canto, che continuerà per sempre a risuonare nella nostra città. Ci mancherai!

---------------------------

DAL GOVERNO FONDO STRAORDINARIO DI 4,4 MILIONI PER CREMONA. SERVIRANNO PER GARANTIRE SERVIZI E AIUTARE FAMIGLIE E IMPRESE. GRAZIE AL GOVERNO E AI NOSTRI PARLAMENTARI! -

Quando era venuto a Cremona il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva assicurato un fondo straordinario per le province più colpite (Cremona, Bergamo, Brescia, Piacenza e Lodi). Bene, ha mantenuto la promessa: nel decreto Rilancio del Governo questo fondo c’è e vale 200 milioni, di cui circa 22 per la provincia di Cremona.

Come Comune di Cremona riceveremo 4 milioni e 460 mila euro. Come li useremo?

-per garantire i servizi anche a fronte di una assenza o di una riduzione delle entrate;

-per aiutare le famiglie più in difficoltà a causa di questa emergenza (e con il terzo settore, la Diocesi e la Fondazione Uniti per la provincia di Cremona stiamo lavorando per un rinnovato sistema di welfare e di sostegni alle fragilità);

-per dare una mano ai nostri imprenditori che più stanno soffrendo (a partire dal pacchetto a favore di commercio, artigianato e piccole imprese che abbiamo già condiviso con le categorie e presentato).

Con gli altri sindaci abbiamo ringraziato il Presidente Conte e il Governo per questo riconoscimento straordinario e i parlamentari che l’hanno favorito, per noi Luciano Pizzetti.

Sappiamo che le conseguenze di quanto accaduto richiederanno altri fondi e altre risorse, economiche e umane, ma certo questo è un primo aiuto concreto e anche un segno di attenzione fondamentale per i nostri territori che ci motiva a resistere e a ripartire.

Continuiamo a lavorare per il futuro delle nostre città!

Aggionamento 10 maggio 2020 ore 16

A voi, con amore, buona festa della mamma! Madri, mogli, compagne, figlie, dottoresse, infermiere, imprenditrici, operaie, insegnanti, professioniste, maestre, dirigenti, lavoratrici, con un lavoro duro anche dentro la casa. Senza di voi, in questo periodo, sarebbe impossibile resistere. Senza di voi i nostri bambini sarebbero senza guida, conforto, insegnamento, sostegno, abbraccio. Senza di voi sarebbe impossibile sempre. Dovremmo darvi più aiuto. Parlo almeno per me. Ora vi diamo il nostro grazie, con un bacio e una carezza. E una promessa di impegno maggiore. Se ci fermiamo a guardarvi, possiamo imparare tantissimo, imparare da voi tutta una vita. Il vostro coraggio è la nostra speranza.

Smontato l'ospedale da campo, per i Samaritan's Purse il sindaco ha annunciato la cittadinanza onoraria e il gemellaggio con la cittadina in cui ha sede l'organizzazione americana. E gli interpreti cremonesi che hanno lavorato con i Samaritan raccontano: "Da loro gioia e professionalità"."Hanno una forte etica del lavoro, sono persone sempre sul pezzo, che anticipano i bisogni. Non hanno mai orari, li si chiamava anche di notte. I loro carpentieri hanno costruito comodini per i malati e gazebo per chi, in via di guarigione, poteva uscire all'aperto per una boccata d'ossigeno. Accanto al dolore di un'umanità ferita e prostrata che chiedeva aiuto, ci sono stati momenti di convivialità, normalità e anche di raccoglimento. La fede dei Samaritan's è insita in ogni cosa che fanno" L'Intruso Gilberto Bazoli su www.cremonasipuo.it

Aggionamento 2 maggio 2020 ore 18.30

CORONAVIRUS, IL PUNTO SULLA FASE 2. STAMATTINA SPERIMENTAZIONE SUL MERCATO E DA LUNEDÌ APERTURA PROGRESSIVA DEI PARCHI

Facciamo un punto su come stiamo attrezzando #cremona alla fase 2.

Stamattina abbiamo avuto riscontri positivi dalla sperimentazione del mercato di soli generi alimentari. E continueremo con questa formula fino al 17 maggio, come disposto dalla Regione Lombardia

Da lunedì 4 maggio:

-ci si potrà ricongiungere con i congiunti secondo le indicazioni del Governo con la massima raccomandazione alla cautela e al buon senso;

-alcune attività ed imprese riapriranno come stabilito nel decreto del Governo e nell’ordinanza della Regione;

-sarà possibile il take away per bar e ristoranti secondo le norme igienico sanitarie, con divieto di consumo all'interno del locale e nelle immediate vicinanze, divieto di assembramenti e rispetto delle distanze;

-si potranno far portare fiori al cimitero (che rimarrà comunque chiuso) grazie alla riorganizzazione trovata in sinergia tra fioristi e Comune di Cremona;

-inizieremo a riaprire progressivamente i parchi, togliendo le transenne (dunque contiamo che da mercoledì saranno tutti disponibili). Con divieto di assembramenti e di utilizzo dei giochi e degli attrezzi sportivi, come da disposizioni di Governo e Regione. Metteremo degli appositi cartelli e Polizia Locale e Guardie ecologiche provvederanno ai controlli. Nei parchi con delimitazioni come il Parco Parco Colonie Padane ingressi saranno contingentati;

-riapriremo gli orti comunali in linea con le disposizione del Governo;

-sarà possibile svolgere attività sportive all'aperto anche oltre i 200 metri dalla propria abitazione con l'obbligo di praticarla da soli e mantenendo la distanza di sicurezza di almeno due metri dalle altre persone.

-Stiamo lavorando anche alle aree cani che per ora rimaranno chiuse.

Per quanto riguarda il commercio al dettaglio e l’artigianato fortemente penalizzati da questa emergenza, oltre a lavorare insieme alla categorie su aiuti economici e organizzativi anche a livello locale, abbiamo aderito all’appello dell’Anci che contiene proposte concrete a supporto e rilancio di questo importante comparto!

Vedi messaggio video del Sindaco  Galimberti

 

Aggionamento 29 aprile 2020 ore 10.30

CORONAVIRUS, DAL PRESIDENTE CONTE GARANZIE PER UN FONDO STRAORDINARIO PER CREMONA -

L’incontro con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla Prefettura è finito ieri sera alle ore 22. È durato circa un’ora. Con me c’erano i sindaci di Crema e di Casalmaggiore, il Presidente della Provincia e il Prefetto.

Ecco un resoconto:

 Il nostro territorio è stato in prima linea fin dall’inizio ed è stato duramente colpito da questo virus con la percentuale più alta di contagi per numero di abitanti: abbiamo detto al Presidente che occorre che il Governo dimostri un sostegno particolare per Cremona, oggi e in prospettiva, anche per questioni strategiche come le infrastrutture  Il Presidente ha assicurato che ci sarà un fondo straordinario per Cremona che useremo per aiutare ancora persone, famiglie e imprese in difficoltà anche nella fase della ripresa. E sulle infrastrutture, con priorità al raddoppio della linea ferroviaria Mantova-Cremona-Milano, abbiamo ricevuto garanzie.

Abbiamo condiviso la preoccupazione sulla questione del monitoraggio sanitario, perché dal Governo attendiamo indicazioni sul contact tracing e non conosciamo ancora se, quando e come la Regione estenderà i test sierologici alla cittadinanza, né quali sono le indicazioni sui test proposti da privati  insisteremo ancora per avere risposte.

Abbiamo detto al Presidente che chiediamo attenzione per le categorie economiche: c'è un grandissimo problema di liquidità e le imprese sono in forte sofferenza, non perché i provvedimenti non ci siano, ma perché i canali erogativi sono bloccati. Sul commercio e sull'artigianato l'attenzione deve essere massima, con interventi su affitti e tassazione.

 Gli abbiamo detto che la questione dei servizi educativi e didattici è enorme e urgente: serve una indicazione immediata e un aiuto sul tema dei genitori al lavoro e figli a casa e sulle prospettive per settembre  Il Presidente ha garantito che accelererà i lavori della commissione preposta a dare linee guida.

Abbiamo ringraziato il Presidente per essere venuto a #cremona perché è sicuramente un gesto di attenzione al nostro territorio. Un gesto che deve concretizzarsi (e le premesse ci sono tutte) in un impegno verso la nostra città e la nostra provincia. Per quello che ha fatto, per quello che sta facendo, per quello che farà per tirarsi in piedi e ricominciare a camminare!

 

 

Aggionamento 25 aprile 2020 pre 16

Assaporo la libertà: Il sapore così atteso e intenso e speciale di questa piccola grande libertà! Dopo oltre un mese di isolamento, sono negativo... Grazie alla mia famiglia, a tutti quelli che in questo periodo mi hanno sostenuto. Il lavoro non è mai cessato e continua. Sarà dura e sarà diverso ma ce la faremo!

75° Liberazione 2020 ‘Perché oggi la storia siamo noi. La resistenza nuova siamo noi .Noi, inginocchiati di fronte alla storia. E la storia pretende rispetto ed ascolto. Lo dobbiamo ai testimoni del 25 aprile 1945. Generazione ora colpita e ferita, allora bambini o giovani, figli o fratelli". "Fare memoria per imparare oggi a resistere e celebrare così una messa nuova di uomini disarmati e armati soltanto della stessa passione di bene, dello stesso desiderio di pace, della stessa audacia per gli altri. Della stessa voglia di democrazia, di Europa, di vita normale e bellissima".

25 aprile 2020 HO DEPOSTO UNA CORONA AL CIMITERO DA PARTE DELLA CITTÀ IN RICORDO DI TUTTI I MORTI DI QUESTA EMERGENZA  Come prima uscita dopo l’isolamento ho fortemente voluto deporre una corona al nostro cimitero in ricordo di tutti i nostri concittadini che hanno lottato contro questo virus ma non ce l’hanno fatta. La memoria di queste donne e di questi uomini, l’abbraccio e l’affetto alle loro famiglie, ci aiutino ad andare avanti, a resistere, a lottare insieme per il futuro.

TEST SIEROLOGICI: ECCO A CHI VENGONO FATTI E COME, LA RISPOSTA DI ATS AI SINDACI  Avevamo scritto alla Regione Lombardia e a ATS della Val Padana con tutti i sindaci del territorio per chiedere un piano specifico per Cremona sui test sierologici e per conoscere a chi e come vengono effettuati. Pubblichiamo la risposta a questa ultima richiesta.  Da ieri è iniziata un prima fase in cui i test sierologici vengono fatti a:

- operatori sanitari maggiormente esposti al rischio;

- soggetti sintomatici, con quadri simil influenzali che non presentano in anamnesi evidenza di contatto con caso;

- contatti di caso sintomatici, identificati da ATS a seguito di indagine epidemiologica;

- contatti di caso asintomatici, identificati da ATS a seguito di indagine epidemiologica.

Decide l’Ats a chi fare i test che provvede anche a fissare gli appuntamenti presso l’ospedale.

Continueremo ad insistere per un massiccio intervento che coinvolga tutta la cittadinanza come metodo essenziale per la ripresa in condizioni di maggiore sicurezza. E ieri abbiamo scritto una lettera ulteriore con Provincia, Crema e Casalmaggiore.

 Intanto qui potete trovare le informazioni diramate da Ats con anche cosa succede in caso di esito positivo o negativo del test

Per saperne di più sui test clicca qui

Il volontariato : "Non potevamo non fare la nostra parte". Peppe è un imprenditore del Lions Club Torrazzo Cremona. Fabrizio un alpino del Gruppo sportivo. Mara una giovane insegnante di sostegno, socia dell'Associazione Drum Bun. Sono solo 3 dei tantissimi volontari di #cremonaiuta che ogni giorno portano a domicilio la spesa, i pasti, i farmaci, le mascherine. E regalano una parola di conforto. "E’ un cosa entusiasmante, dare una mano agli altri significa anche ritrovare e ascoltare se stessi. Non ho avuto dubbi a mettermi a disposizione, nemmeno davanti al rischio contagio". L'Intruso Gilberto Bazoli su www.cremonasipuo.it

Follia del calcio di serie A a tutti i costi  : L'Assessore Zanacchi Luca nei giorni scorsi ha inviato una lettera al Ministro dello sport sulla situazione di Cremona, quinta in Italia nel 2019 per indice di sportività con, prima di questa emergenza, circa 20mila cittadini impegnati nelle attività sportive. Sport e sociale, formazione e impianti sono le tre linee di intervento su cui ci stavamo muovendo prima del coronavirus e che ora rischiano di naufragare. In attesa di capire quale sarà anche la situazione dello sport cremonese nella fase2, lavoriamo ad un fondo di solidarietà per garantire alle famiglie più in difficoltà la pratica sportiva dei propri figli, abbiamo digitalizzato i progetti già in corso di formazione sullo sport e abbiamo un piano di interventi sulle strutture da far ripartire. Ma è chiaro che da soli non ci riusciamo. Per questo abbiamo chiesto aiuto.

Per questo, abbiamo pensato di avviare una raccolta di contributi sul tema dello sport e dello sport cremonese in particolare, che anche in questa fase ha dato un contributo etico e civile molto importante, lavorando con noi per sensibilizzare al rispetto delle misure e per monitorare gli atleti. Partiamo da una riflessione di Giorgio Barbieri sulla "follia del calcio di serie A a tutti i costi"

Aggiornamento  18 aprile  2020 ore 16

ALTRE 42.000 MASCHERINE DA REGIONE E TIFOSI DELLA U.S. Cremonese. SARANNO CONSEGNATE A TUTTA LA CITTADINANZA. Altre mascherine in arrivo. Giovedì scorso la Protezione civile di Regione Lombardiaha inviato ulteriori 24.000 mascherine. Ieri sera i tifosi della Cremonese, riuniti sotto la sigla “Nel nome di Cremona” ne hanno donate alla nostra città altre 18.000 (hanno acquistato complessivamente 25.000 mascherine, destinandone 7.000 anche ad altri comuni della provincia). Da lunedì tutte le mascherine verranno imbustate una ad una e, nel corso della prossima settimana, procederemo alla distribuzione ai nuclei familiari cittadini che ancora non le hanno ricevute. Ad occuparsi di questo compito sarà la Protezione Civile del Comune grazie al supporto dei volontari di #cremonaiuta e di alcuni tifosi della Cremonese. Grazie davvero alla Protezione Civile regionale. Grazie ai generosi tifosi della Cremonese che hanno saputo unire passione e cuore per lo sport e passione e cuore per la città!

Le mascherine di Anna Sarcinelli  Quel cartello e quel cuore sul campanello. La padrona di casa sente il suono, si affaccia alla terrazza del primo piano e, avvolta in un pacchetto elegante e chiuso con fili di paglia come un dono prezioso, lancia la mascherina. Anna Sarcinelli, designer, fondatrice del marchio Officinando, produce con le sue mani e distribuisce gratuitamente mascherine in tessuto. Ne ha fatte ormai centinaia, cucendo nella sua casa in corso Campi, dov'è in isolamento dal 21 febbraio. "Gli aghi si sono rotti e sto aspettando il corriere che mi porti quelli nuovi.  Nel frattempo continuo a ricevere ordinazioni, che riesco a soddisfare perché ho una riserva di mascherine. Si è formato un circolo virtuoso, è una cosa che fa bene a me. Mi rendo conto di quanto bisogno ci sia di gesti normali di solidarietà. Non eravamo più abituati. Chissà che, da questo punto di vista, il virus non sia di insegnamento".

CORONAVIRUS, LA VIOLINISTA SUL TETTO DELL'OSPEDALE IN OMAGGIO A PAZIENTI, OPERATORI SANITARI, VOLONTARI E A CHI NON CE L'HA FATTA!  Condividiamo questo video bellissimo pubblicato anche sul Corriere della Sera e trasmesso al Tg1 per rilanciare la raccolta fondi per "Uniti per la provincia di Cremona", l'associazione che ha l’obiettivo di sostenere economicamente gli ospedali di Cremona, Crema e Casalmaggiore. Se qualcuno volesse fare una donazione, ecco l'Iban: IT13Z0845411404000000231085. E sempre e ancora grazie!

Guarda il video

 

RIPARTITA LA MANUTENZIONE DEL VERDE Le disposizione del Governo avevano sospeso anche le attività di manutenzione del verde. Ora il nuovo decreto ha consentito di riavviare quelle indifferibili. Così anche noi abbiamo ricominciato gli interventi. Abbiamo incaricato le cinque cooperative di riferimento del servizio di concludere la manutenzione che avevamo iniziato ad inizio marzo e poi interrotto per le misure restrittive.

TEST SIEROLOGICI, COME TERRITORIO ABBIAMO SCRITTO ALLA Regione Lombardia: PIANO DI AZIONE PER COINVOLGERE TUTTA LA CITTADINANZA  La Regione Lombardia ha annunciato l’avvio di 20mila test sierologici al giorno per operatori sanitari e sociosanitari e cittadini che devono tornare al lavoro. Questi test sono stati ideati e testati presso l’IRCCS pubblico San Matteo di Pavia e sono in attesa della validazione scientifica da parte dell'Istituto Superiore di Sanità: dovrebbero certificare l'immunità al virus e dunque permettere di gestire consapevolmente la fase della ripartenza e della reintegrazione sociale. Con tutti i sindaci della provincia e con il Presidente della Provincia abbiamo scritto alla Regione per chiedere che i test sierologici, se validati, partano da Cremona con un preciso piano di azione che coinvolga a cascata tutta la popolazione residente. La nostra provincia ha purtroppo espresso il più elevato livello di pervasività del virus, con una media complessiva del 1,44% di contagiati e punte che sfiorano l'1,80%. Molto oltre la media lombarda.

5000 MASCHERINE DONATE ALLA CITTÀ DALLA COMUNITÀ CINESE  La  Protezione civile del Comune ha consegnato alle farmacie della città. 200 per ognuna. Sono le 5mila mascherine donate dalla comunità cinese cremonese alla nostra città. Si vanno ad aggiungere a quelle già in disponibilità delle farmacie cittadine e arrivate da Regione Lombardia e dal Comune di Cremona.

 Aggiornamento  15 aprile  2020 ore 10

A CREMONA CITTÀ I CONTAGI SONO STATI SOLO 6 IN DUE GIORNI. NEL FRATTEMPO SIAMO AL LAVORO SUL DOPO! I numeri dicono che i nostri sforzi non sono vani e ringrazio tutti i cremonesi e sono tanti che stanno rispettando le misure. Chiediamo a Regione di approfondire il picco dei dati di questi due giorni in provincia. Nel frattempo, siamo al lavoro sul dopo: protocolli di sicurezza per ripartire con gradualità e incontri con categorie economiche su imprese, artigiani e professionisti!

Guarda il video di Gianluca Galimberti

------------------

DA FUSSEN 7.000 EURO PER CREMONA SOLIDALE  Gli abitanti di Füssen, detta anche la Cremona del Nord per l’importante tradizione liutaria, su iniziativa del loro borgomastro Paul Iacob, si sono mobilitati per dare alla nostra città un aiuto concreto in questa emergenza: hanno raccolto 7mila euro che saranno donati all'Azienda Speciale Comunale "Cremona Solidale" Un gesto straordinario da parte della città con la quale ci siamo gemellati nel 2018. L'amicizia nel nome della cultura genera frutti di bene, sempre.Un grazie sincero al borgomastro Paul Iacob e ai suoi cittadini che hanno voluto mostrare la loro vicinanza a Cremona. Ci sentiamo ancora più uniti a voi!

 

Aggiornamento  13 aprile  2020 ore 17

 

Guardo quella porta chiusa della stanza in cui vivo la mia quarantena. Dietro immagino e ascolto. Chiara che corre e che parla. Anna e i ragazzi. La separazione è forse anche un dono: mi è dato di riconoscere quanto sia straordinaria la normalità della vita.Io però quella porta posso aprirla, respirare dando un occhio, un saluto, una voce e sento, intravedo il momento in cui sarà aperta definitivamente e tornerà la quotidiana bellezza del vivere insieme, di un semplice cenare uniti alla sera.Ma quando quella porta non può aprirsi? E quando la separazione è con chi sta in una stanza di ospedale o di una casa di riposo? Io non so immaginare quanto dolore e sofferenza nelle famiglie separate così in queste durissime settimane. E non so neppure immaginare lo strazio dello stare accanto al feretro chiuso della persona che amavi, che per settimane non hai più potuto vedere e neppure nella morte ora puoi farlo. Molte persone delle nostre città hanno provato questo dolore e questo strazio. Infiniti. Hanno sperimentato separazione, lontananza, assenza.Come quella di un figlio, nella notte di 2000 anni fa, nell’orto di solitudine e angoscia, così separato e lontano dal padre misericordioso. E per questo sangue uscì dal suo corpo. E sangue e acqua quando fu sulla croce.Quanti altri corpi in queste settimane su quella stessa croce?Dopo tanto dolore, che cosa dunque ci salverà?Non dimenticare tutto questo dolore, sapere che è nel cuore di molti di noi e resterà nelle pieghe profonde delle nostre storie e della nostra storia comune.Prometterci che anche dopo e per sempre noi sapremo inchinarci di fronte alla sofferenza, alla fragilità, alla debolezza, per proteggerla e difenderla, lasciando che sia lei a sorreggere noi.Non so se anche voi ora la sentite? Mia figlia corre felicissima perché la sua maestra la sta chiamando al telefono e le parlerà per un po’. Ecco dunque chi ci salverà. La maestra che telefona perché ama. La lavoratrice e il lavoratore che oggi fanno il loro dovere per il bene di tutti. Il padre e la madre che abbracciano. Il cittadino che ha di più e decide di aiutare chi non ha. Chi vive la propria storia sentendo la responsabilità della storia di tutti.Ecco dunque la nostra salvezza, la nostra resurrezione. Prometterci che lotteremo sempre affinché nessuno sia abbandonato.Desiderare di essere una comunità.Auguri a tutti voi!

--------------------------------

SI E’ CONCLUDE LA CONSEGNA DEI BUONI SPESA E PROSEGUE QUELLA DELLE MASCHERINE A OVER65 Si è conclusa  la consegna di buoni spesa a 1218 cittadini. Altri 300 li abbiamo già contattati per dire loro che li aiuteremo comunque perché in condizione di particolare difficoltà. Nel frattempo prosegue la consegna delle mascherine della Regione Lombardia a over65 con priorità a quelli soli e alle case di edilizia popolare (concluse quelle comunali, da martedì passiamo a quelle Aler).Sono operazioni grandi che ci hanno richiesto un’organizzazione non semplice in tempi strettissimi e la messa in campo di donne e uomini e giovani, dipendenti comunali, lavoratori e cittadini volontari (a cui va il nostro infinito grazie).Continuiamo a lavorare per stare accanto ai cittadini soprattutto a quelli più in difficoltà e per tutelare la loro salute anche attraverso i controlli che continueranno. Voi volete dare una mano? Ecco, state a casa, stiamo a casa! È difficile ma è per il bene nostro, dei nostri cari e di tutti noi!

-------------------

APPELLO DEI SINDACI AL GOVERNO: SENZA I COMUNI L’ITALIA CROLLA, SERVE UNA ‘CURA CITTÀ’ : Con altri 50 sindaci italiani ho firmato un appello al Governo. I Comuni italiani stanno dando una risposta straordinaria all'emergenza coronavirus, con i sindaci in prima linea su tutte le difficoltà sociosanitarie ed economiche. Ma non è chiara ancora a tutti la condizione economica drammatica dei Comuni. I Comuni, così come le Province e le Città Metropolitane, stanno subendo la crisi esattamente come le imprese e le famiglie perché non hanno più entrare fiscali e tariffarie e le vedranno fortemente diminuite per tutto il 2020, con una possibilità di diminuzione anche sul 2021. Non riscuotono più le rette di nidi e asili, l'occupazione di suolo pubblico, le tariffe dei parcheggi, la Tari, la tassa di soggiorno etc. Stessa cosa avviene per le società partecipate, con ripercussioni sui bilanci dei Comuni. E, a differenza dello Stato, noi non possiamo fare bilanci in deficit. Serve nel decreto di aprile un'azione shock sugli enti locali, con almeno 5 miliardi di euro stanziati e poteri speciali per i sindaci nel 2020 per far ripartire i cantieri e velocizzare gli investimenti.  Se saltano gli enti locali salta la coesione sociale e il Paese, mentre invece i sindaci devono diventare le 8 mila colonne sulle quali far poggiare la ricostruzione del Paese.

----------------------------

SONO ANCORA POSITIVO, UNA PASQUA DI ISOLAMENTO MA DI SPERANZA  Lunedì, dopo due settimane di isolamento in casa e sintomi come febbre, tosse e raffreddore, affievoliti e in buona parte scomparsi nella seconda parte del periodo, ho fatto il tampone. Sono risultato ancora positivo al coronavirus. Attualmente non sto male, anche se, soprattutto alla sera e al mattino, mi sento stanco. Ma il lavoro è continuato e continua sempre.

Aggiornamento  9aprile  2020 ore 10

LA BANCA D’ITALIA CI HA DONATO 1 MILIONE E 250 MILA EURO PER PERSONE IN SITUAZIONE DI FRAGILITÀ A CAUSA DEL CORONAVIRUS  La Banca d’Italia ha disposto un contributo liberale di 1.250.000 euro a favore del Comune di Cremona per l’attuazione di interventi destinati a persone che versano in condizioni di fragilità economica e sociale a seguito dell’emergenza per l’epidemia da COVID-19. In queste settimane ci stiamo confrontando con anziani debilitati, persone rimaste improvvisamente sole, anche giovani, famiglie che hanno subito un calo improvviso del reddito. Già ora e sempre più siamo chiamati a rispondere ad un incremento delle persone e dei nuclei che necessitano di accompagnamento, sussidi per invalidità e integrazione al reddito. Non solo, dobbiamo muoverci per aiutare il sistema educativo e formativo a mantenere e costruire relazioni con alunni e famiglie attraverso progetti di sostegno allo studio e supporto tecnologico. Ecco, per tutto questo impiegheremo questo importante contributo. E ringraziamo infinitamente la Banca d’Italia per aver voluto aiutare il nostro Comune e i cittadini cremonesi in questa difficile situazione!

CORONAVIRUS, MASCHERINE IN ARRIVO ANCHE A OVER65 AUTOSUFFICIENTI (CON PRIORITÀ A QUELLI SOLI), ERP E FARMACIE : abbiamo ritirato da Fanti (che ringraziamo per la corsa contro il tempo) le prime mascherine chirurgiche inviate dalla Regione Lombardia e reimbustate in confezioni singole. Mentre prosegue la consegna delle mascherine anticipate dal Comune con i buoni spesa:

-oggi è partita la consegna agli inquilini di Edilizia residenziale pubblica in sinergia con Aler (due mascherine per nucleo);

-domani parte la consegna agli over65 autosufficienti con priorità a quelli soli e privi di rete familiare (due mascherine per nucleo);

-Assessori e uffici stanno contattando i gestori di alcune comunità per anziani e persone fragili per organizzare la consegna anche a loro.

Per quanto riguarda le 21 farmacie della città, l’arrivo delle mascherine da Regione Lombardia è in corso in queste ore. Come Comune abbiamo deciso di integrare le mascherine della Regione con ulteriori 10.500 pezzi che abbiamo procurato (500 per ognuna delle 21 farmacie). Le mascherine saranno distribuite gradualmente A PARTIRE DA DOMANI secondo 4 criteri: over65, persone con invalidità o disabilità (portando la tessera sanitaria), donne in gravidanza.

L'invito è comunque quello di non affollare le farmacie, di munirsi per il ritiro degli appositi dispositivi individuali di protezione a disposizione e di rispettare sempre le distanze di sicurezza.

Aggiornamento  8 aprile  2020 ore 10

La Buona Pasqua del Sindaco  

BUONI SPESA: PARTITA LA CONSEGNA A 1218 AVENTI DIRITTO  Ed ecco anche un aggiornamento sui buoni spesa messi a disposizione dal Governo per un valore di 185mila euro. Abbiamo concluso le verifiche delle oltre 2300 domande arrivate. Sono risultate idonee 1218 richieste, escluse 792 perché non valide (per esempio per mancanza di residenza o perché domande doppie). Gli operatori comunali  stanno contattando  i primi aventi diritto dei 1218 e oggi pomeriggio (in luoghi diffusi in città e con afflussi contingentati) sta avvenendo la consegna dei buoni, uniti alle prime mascherine. Collaborano Polizia Locale, Protezione civile e volontari di #cremonaiuta. I buoni a partire  possono essere spesi nei negozi di vicinato e/o supermercati che hanno risposto al nostro bando e che sono pubblicati sul sito del Comune. Ci sono poi circa 300 famiglie che hanno fatto domanda, non hanno i requisiti richiesti dal bando ma versano in situazioni di particolare fragilità. Abbiamo deciso di aiutarle con fondi del Comune.

L’Avis Comunale Cremona sta pagando un prezzo alto all’epidemia: “Si dovrebbe ragionare sui numeri, ma l’impressione è che il decremento delle donazioni sia del 30, 40, anche del 50 per cento. Se, in condizioni normali, su 20 persone chiamate se ne presentavano 15, ora rispondono in 8-10”. Il  calo dei donatori e la riduzione del personale. Si sono ammalati, sono ricoverati o si trovano in quarantena medici, infermieri, impiegati e altre figure professionali dell'associazione. L'attività è stata ridimensionata ma l'Avis non si perde d'animo. Le trasfusioni continuano: si fanno all'ospedale (non più anche all’associazione) con percorsi e protocolli di sicurezza prima, durante e dopo la donazione. Il medico Avis Ferruccio Giovetti: “A Cremona il sistema tiene, ma il sangue è necessario per i malati cronici, per quelli che ogni settimana o due hanno bisogno della trasfusione e per le emergenze. E poi quando le sale operatorie verranno riaperte, occorrerà più sangue. E’ anche per questo che rinnovo l’appello a continuare a donare. E a farlo senza paura”.

Aggiornamento  7 aprile  2020 ore 14

 MASCHERINE, UN PUNTO DELLA SITUAZIONE SULLA CONSEGNA :  Abbiamo ritirato le prime 19.250 mascherine chirurgiche inviate dalla Regione Lombardia alla città di Cremona. Le stiamo separando (perché sono in pacchi multipli) e imbustando di nuovo in confezioni singole.Nel frattempo abbiamo affinato le procedure per la distribuzione:

  1. agli over65 autosufficienti (con priorità a quelli soli) verranno consegnate a casa nei prossimi giorni dal vigile urbano di quartiere e dai volontari di #cremonaiuta (riconoscibili dalla pettorina). Saranno individuati incrociando le banche dati dell’anagrafe e dei Servizi sociali;
  2. alle comunità per anziani o persone fragili verranno consegnate prendendo contatti con i gestori;
  3. a chi ha diritto ai buoni spesa verranno consegnate al momento del ritiro dei buoni, a partire da oggi pomeriggio utilizzando nel frattempo mascherine che anticipiamo come Comune;
  4. ai residenti delle case di edilizia popolare verranno consegnate a domicilio con l'aiuto dei tutor di condominio.
  5. Se non ci saranno abbastanza mascherine per coprire il fabbisogno di tutte queste persone e realtà, integreremo con mascherine che come Comune di Cremona stiamo comunque procurando attraverso altri canali.

Vi chiediamo di avere pazienza. E’ un’operazione non immediata, ma indispensabile. La stiamo mettendo in piedi in poco tempo e con personale più che dimezzato. Stiamo arrivando.

BUONI SPESA, I SERVIZI  STANNO  TELEFONANDO  A CHI NE HA DIRITTO E AVVIO DELLA DISTRIBUZIONE: E’ stato concluso l’inserimento delle oltre 2300 domande pervenute per i buoni spesa destinati dal Governo al sostegno alimentare di persone e famiglie in difficoltà a causa del Covid e che già non ricevono altri aiuti. Stiamo facendo i controlli, incrociando le banche dati dell'anagrafe, dei servizi sociali e dell’agenzia Informagiovani. Le persone aventi diritto saranno contattate telefonicamente a partire da domani per fissare appuntamenti cadenzati per non creare assembramenti. La distribuzione partirà domani pomeriggio nelle zone che verranno indicate agli aventi diritto e dovrebbe concludersi al massimo entro sabato mattina. I buoni potranno essere utilizzati presso 30 negozi/supermercati in città che hanno risposto all'avviso pubblico del Comune e che verranno comunicati al momento del ritiro del buono e pu.bblicati sul sito del Comune.

RSA, CHIEDIAMO TAMPONI A TAPPETO SU OSPITI E OPERATORI LETTERA DI 30 SINDACI A ATS della Val Padana : Fino a che non ci sarà un vaccino le strutture come le case di riposo sono bombe a orologeria, luoghi delicatissimi, possibili fonti di ulteriore contagio, dolore e morte. Considerate che abbiamo registrato decessi con incrementi di mortalità pari al 150%. Chiediamo come sindaci che ci sia un cambio di passo sulle RSA con un coordinamento più forte e tamponi a tappeto per operatori e ospiti, in linea con le indicazioni del Ministero della Salute!

Guarda Video del sindaco clicca qui

 

Aggiornamento  5 aprile  2020 ore 11

Il saluto a Don Alberto Franzini, 73 anni. Martedì scorso una sua stretta collaboratrice gli aveva scritto: "Torni presto, il Duomo ha bisogno del suo parroco". E lui: "Al massimo cambierete il parroco". Quanti ricordi. L’anno scorso, durante il viaggio negli Stati Uniti. Nel lungo spostamento da New York a Philadelphia, il pullman si era fermato e non voleva più saperne di ripartire. Allora don Alberto aveva avuto l'idea di anticipare la messa celebrandola, con l'amico don Giuseppe, sulla corriera guasta. Un raffinato teologo, un appassionato del bello, dell’arte e della verità, ma anche un pastore, un parroco instancabile e un amico che non si negava mai nel momento del bisogno. “Un prete che pensava in grande, senza trascurare i piccoli della sua comunità”, ha detto di don Mazzolari e ora si potrebbe dire di lui.

OBBLIGO DI COPRIRSI NASO E BOCCA FUORI DI CASA E VENDITA CANCELLERIA CONCESSA NEI SUPERMERCATI   La Regione Lombardia ha emesso un’ordinanza: da domani fino al 13 aprile chi esce dalla propria abitazione è obbligato a proteggere sé stesso e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe. Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l'obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani. Inoltre sarà possibile acquistare articoli di cartoleria all'interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità, già aperti. Sarà anche possibile la vendita di fiori e piante solo con la consegna a domicilio. Confermate fino al 13 aprile tutte le misure in vigore tra cui chiusura degli alberghi (con le eccezioni già in vigore), degli studi professionali, dei mercati e di tutte le attività non essenziali.

INFRASTRUTTURE ANCORA PIU’ VITALI PER LA RIPRESA, LETTERA ALLE FERROVIE! : Se prima era indispensabile costruire infrastrutture per collegare il nostro territorio, adesso è più che vitale. Ferrovie dello Stato ha attivato nei giorni scorsi un importante piano di investimenti sui collegamenti su ferro e non sembra che il nostro territorio sia coinvolto. Con il Presidente della Provincia e il Presidente della Camera di Commercio abbiamo scritto a Ferrovie dello Stato, Rfi e alla Ministra De Micheli per sollecitare il raddoppio della linea ferroviaria Mantova-Cremona-Milano e gli interventi per ammodernare tutte le altre linee (come la Cremona-Brescia) o riattivare la Cremona-Piacenza. Siamo uno dei territori più colpiti anche dal punto di vista economico da questa emergenza. Vogliamo lavorare, mettendoci del nostro, per la ripresa. Ma è chiaro che abbiamo bisogno di investimenti e risposte definitive a cittadini, imprese e comuni del territorio per poter ricominciare a camminare. Trascurare questo territorio negli investimenti strutturali significherebbe ucciderlo!

IL PUNTO SU CONTROLLI E BUONI SPESA : 2300 richieste . RESTIAMO A CASA! - È dura. Oggi è una giornata bellissima e viene voglia di uscire. Vi chiedo di non farlo per voi, per i vostri familiari, per tutti! L’emergenza non è finita e non dobbiamo abbassare la guardia. Continueremo con i controlli e saremo rigorosissimi. Intanto abbiamo raccolto oltre 2300 richieste per i buoni spesa. I tecnici comunali sono al lavoro per fare le valutazioni e da martedì cominceremo a chiamare i cittadini che ne possono usufruire. Rispettiamo le misure e sosteniamo chi è in difficoltà. Resistiamo insieme e riusciremo ad uscirne!

Aggiornamento  3 aprile  2020 ore 14.30

ALCUNE RISPOSTE DALLA REGIONE E ALTRE DOMANDE DEI SINDACI : Ieri il Presidente Attilio Fontana ci ha inviato una lettera rispondendo solo in parte ad alcune domande che con altri sindaci avevamo posto a Regione Lombardia su mascherine, Rsa, tamponi e test sierologici. Ringraziando il Presidente per la risposta (con toni diversi da quelli usati sui social o sui media), in una ulteriore lettera abbiamo riproposto alcuni punti su cui occorrono ancora chiarimenti:

-Mascherine: se è vero che la Regione le ha acquistate e che la Protezione Civile ne ha inviate altre alla Regione non è chiaro quando arriveranno ai nostri territori;

- Rsa: se procedure di monitoraggio degli operatori sanitari sono in corso, è confermato che nelle case di riposo ospiti plurisintomatici e monosintomatici vengono sottoposti a tampone?

- Tamponi: perchè come hanno fatto altre regioni, anche distanziandosi dalle indicazioni ministeriali, non si sottopongono ai tamponi anche familiari e contatti più stretti dei contagiati, anche acquistando nuovi macchinari o coinvolgendo un maggior numero di laboratori per aumentare il numero dei tamponi?

- Test sierologici: è vero che sono in corso ricerche scientifiche su questo tipo di test, ma altre regioni si sono portate avanti e la Lombardia non può restare indietro, dunque sollecitiamo di muoversi per tempo su questo.

Continuiamo a chiedere risposte per rispondere ai cittadini. Per affrontare questioni grandi su cui sono stati fatti errori. Per tutelare la salute di tutti!

Giorgio Gori, Beppe Sala, Emilio Del Bono sindaco, Virginio Brivio, Mattia Palazzi, Davide Galimberti Sindaco

OLTRE 1000 DOMANDE RACCOLTE PER I BUONI SPESA, PUBBLICATO IL BANDO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI  Oggi primo giorno di raccolta delle richieste per il bonus spesa messo a disposizione del Governo a favore delle persone e delle famiglie in difficoltà economica a causa di questa emergenza. Abbiamo raccolto tra telefonate e mail oltre 1000 domande. La procedura prosegue fino a sabato 4 aprile alle ore 12.30.

Elena Pagliarini , 43 anni, infermiera del pronto soccorso dell’ospedale di Cremona, sta guarendo: "Ho perso degli amici e il papà di uno di loro. Quando tutto questo finirà, dovremo guardarci intorno e vedere chi è rimasto. Ho paura che mancherà qualcuno di cui non mi sono accorta". Cinque giorni dopo la fotografia in bianco e nero diventata il simbolo della lotta del personale sanitario contro il coronavirus, Elena Pagliarini, 43 anni, infermiera del pronto soccorso dell’ospedale di Cremona, è risultata positiva e ha cominciato la quarantena. Ha fatto il primo tampone, che ha dato esito negativo, ed è in attesa del responso del secondo. Se anche questo test andrà bene, rientrerà al Maggiore. “Non vedo l’ora di tornare in mezzo ai miei colleghi e alla mia professione, una professione che adoro".

 MISURE PROROGATE FINO AL 13 APRILE, UNA PASQUA DI SACRIFICI E DI SPERANZA  È ufficiale. Il Presidente del Consiglio ieri ha firmato il decreto che proroga le misure per il contenimento del contagio fino al 13 aprile. Sarà una Pasqua diversa, di sofferenza e dolore per molti, di solitudine, di lontananza..ma sappiamo il perché di questi sacrifici. Perché desideriamo il nostro bene e quello degli altri, anzi il mio bene non può vivere senza il bene degli altri. E' per questo che stiamo sparati tra noi, perché stiamo imparando che siamo uniti tra noi e i nostri destini sono intrecciati. Anche questo è amare e costruire comunità. E questo dà speranza!

Aggiornamento  1 aprile  2020 ore 9

CORONAVIRUS - ECCO COME E A CHI EROGHIAMO I BUONI SPESA, PROCEDURA ATTIVA DA GIOVEDÌ 

Vi spiego come eroghiamo i buoni spesa con una procedura che parte giovedì e che prevede la compilazione di un apposito modulo.

I quattro numeri da chiamare per compilare il modulo via telefono sono:

0372 407894, 0372 407359, 0372 407963, 333 614 3338 giovedì 2 e venerdì 3 aprile dalle 9 alle 18.

La mail per inviare il modulo compilato è buonospesa@comune.cremona.it

Sul sito del Comune a breve pubblicheremo modulo e dettagli della procedura.

Guarda il Video di Gianluca Galimberti  sulla erogazione dei buoni spesa

Perché facciamo volentieri da mediatrici all'ospedale da campo dei Samaritan's Purse: “Quando dall’ente mi hanno proposto di venire qui, non ci ho pensato su un attimo. Non posso salvare vite umane ma, se posso fare qualcosa, lo faccio volentieri”.

Non sono medici, né infermiere ma anche anche queste tre giovani donne generose stanno combattendo in prima fila contro il coronavirus. Lara Raffaini, Elena Bergamaschi e Chiara Luccarini sono le dipendenti del Comune di Cremona che hanno accettato di andare a fare da mediatrici all'ospedale da campo dei Samaritan's Purse. "Sono stata colpita dall'entusiasmo di queste persone arrivate dall'altra parte dell'oceano, stanno facendo tanto per Cremona eppure sono loro a ringraziare noi..e sono rimasta impressionata anche dalla nostra gente: ci sono singoli, gruppi, aziende che si stanno spendendo perché i medici americani e i loro collaboratori abbiano tutto ciò che serve. Spesso si è portati a pensare che chi ci è accanto non sia attento ai suoi vicini, ma non è così".

Aggiornamento  31 marzo 2020 ore 13

BANDIERE A MEZZ’ASTA A PALAZZO COMUNALE E MINUTO DI SILENZIO  Per chi non ce l’ha fatta. Per chi sta lottando. Per chi è in prima linea per sconfiggere questo virus. Per #cremona e per l’Italia che sta soffrendo. Ma che ce la farà! #restiamouniti

 

Aggiornamento  30 marzo 2020 ore 8

OGNI GIORNO 153 PASTI E 450 CONSEGNE DI SPESE E FARMACI A DOMICILIO: GRAZIE AI 250 VOLONTARI DI #CREMONAIUTA   Questi sono solo alcuni dei volti di ragazzi, donne e uomini che in questo momento di emergenza hanno aderito all’iniziativa #cremonaiuta, iniziativa che coordina i volontari impegnati in azioni quotidiane a sostegno delle persone più fragili, in particolare sole e non autonome. Sono 250 i volontari che si sono fatti avanti. Consegnano a domicilio la spesa, i pasti, i farmaci e aiutano nelle azioni di prossimità richieste attraverso i numeri dei Servizi Sociali e dell’Auser. Tutti individuabili perché indossano una pettorina con apposito logo, sponsorizzata dall’Unitalsi (a cui va il nostro grazie!).  153 pasti consegnati ogni giorno, 450 spese e farmaci recapitati a casa, oltre 300 persone raggiunte nell’ultima settimana (36% singoli e 64% nuclei familiari). A tutti questi volontari il nostro grazie. #cremona sta dimostrando ancora una volta di essere una comunità reale e concreta, che non esiste di per sé, ma sta e vive nella quotidiana costruzione di legami e nella creazione di relazioni e di prossimità.  E per chi volesse aderire (maggiorenni e residenti a Cremona), la mail a cui dare la disponibilità è volontari@comune.cremona.it

Si ringraziano :Auser Comprensorio di Cremona, Gli Amici di Robi, Acli Cremona, Arci Cremona, Associazione amici di Gianni e Massimiliano Onlus , Associazione La Città dell'Uomo, Scout CNGEI Cremona, Circolo Arcipelago, Lyons Club, Circolo Atlante, Associazione Latinoamericana di Cremona, Associazione Progetto "No Spreco", Associazione Alpini Cremona, Coop. Varietà / Civico 81, Triathlon Team, Associazione Dal Naso Al Cuore - Vip Cremona, Drum Bun, CSV Cremona, Forum Terzo Settore Cremona e cremonese

Rosita Viola

 

Aggiornamento  29 marzo 2020 ore 10

MARTEDÌ ALLE 12 COMMEMORIAMO LE VITTIME DI QUESTA EPIDEMIA CON BANDIERA A MEZZ’ASTA E UN MINUTO DI SILENZIO  Martedì 31 marzo, alle ore 12, bandiera a mezz'asta sul Palazzo del Comune e un minuto di silenzio. Aderiamo anche noi all'iniziativa promossa a livello nazionale dai sindaci per commemorare le vittime dell'epidemia da COVID-19. Io non potrò essere fisicamente davanti al Comune con la fascia tricolore perché ancora in quarantena. Ci sarà il Vice Sindaco Andrea Virgilio.

AMO TROPPO IL MIO LAVORO : Ho detto sì d'istinto, perché sono fatta così. Quando avevo già accettato, mia madre ha provato a farmi cambiare idea. Io le ho risposto: mamma, non mi fermi, ho sempre sognato di lavorare in corsia, è la mia vita. Per di più in un momento come questo, nella mia terra, con l'Italia che ha bisogno". Stefania Pini, 40 anni, due lauree (ostetricia e medicina) all'Università di Parma, precaria, è uno di quei medici non ancora specializzati che, pur davanti al rischio di contagio, hanno risposto senza esitazioni all'appello dell' ASST di Cremona - Azienda Socio - Sanitaria Territoriale per reclutare nuovi professionisti da affiancare ai loro colleghi del Maggiore stremati dalla lotta con il coronavirus. "Dopo due settimane sono crollata psicologicamente e fisicamente perché vedere morire le persone non fa star bene. La morte la si accompagna, ma non è accettabile...Ho anche visto tanti malati migliorare, guarire. Una soddisfazione enorme. E' un successo della medicina ma anche della persona, il corpo umano è splendido di per sé e, a volte, la natura ci stupisce". "So che il mio lavoro è a rischio ma lo amo troppo. Di fronte a un'emergenza così non potevo dire di no, voglio essere sul campo, era impossibile sottrarmi a questo desiderio. La paura non può impedirmi di fare ciò per cui sono nata".

Aggiornamento  28 marzo 2020 ore 10

IL TRICOLORE SUL NOSTRO TORRAZZO : “Ne usciremo certamente, insieme, anche questa volta!” (Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica) Grazie a Giochi di luce, Diocesi Di Cremona e Pro Cremona. Un messaggio all'Italia, per l'Italia, da Cremona. Torneremo più forti di prima.

#StayStrong   Abbiamo reinventato le nostre giornate, grazie a smartworking e connessioni web con le quali incontriamo anche i nostri amici e familiari, entrando nelle loro case in un modo nuovo, vedendoli come mai abbiamo fatto finora. Come raccontarlo? Ci proviamo con questa clip realizzata grazie alla partecipazione di Renato Mc Febbo Frattolillo  e di alcuni ragazzi che partecipano ai progetti di Cr_Wave Giona Coop Nazareth Lagaredesgars e Cosper s.c.s Impresa sociale. E voi come passate le vostre giornate?

#cremona #inLombardia #andràtuttobene #thinkpositive #iorestoacasa #videomusicale #iorestoacasaesuono

GUARDA IL VIDEO CLICCA QUI

SOSPENDIAMO I PAGAMENTI DI TUTTI I TRIBUTI COMUNALI Per dare un po’ di sollievo a famiglie e imprese in questo momento di emergenza, abbiamo deciso di sospendere i pagamenti dei tributi comunali.

Slittano quindi le scadenze che erano previste tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020 di:

-TARI (Tassa Rifiuti): la prima rata è rinviata al 1° giugno 2020; la seconda al 30 settembre 2020; la terza al 15 dicembre 2020;

- Imposta di pubblicità e diritti pubbliche affissioni: la scadenza è rinviata al 30 giugno 2020;

- Imposta di soggiorno: l’applicazione del tributo è rinviata al 1° gennaio 2021;

- Rette asili nido e scuole infanzia: sospese sino al 30 aprile 2020;

- Mensa scuole primarie: la retta è sospesa sino al 30 aprile 2020;

- COSAP (Canone occupazione spazi ed aree pubbliche permanenti): la scadenza è rinviata al 30 giugno 2020;

- Illuminazione votiva: la scadenza è rinviata al 30 novembre 2020;

- Canoni impianti sportivi comunali: tutte le scadenze sono rinviate al 30 novembre 2020.

Abbiamo sospeso anche la riscossione della rate in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020 dei debiti tributari e dei debiti non tributari riferiti a tutte le entrate comunali.

-Per la sospensione non applichiamo sanzioni ed interessi. I contribuenti sono comunque liberi di non avvalersi di questa sospensione.

Un piccolo ma significativo segnale di attenzione verso cittadini e imprese!  Maurizio Manzi

Aggiornamento  26 marzo 2020 ore 15

STO MEGLIO ANCHE SE ACCIACCATO. NON ABBASSIAMO LA GUARDIA E LAVORIAMO A NUOVE EMERGENZE E NUOVI BISOGNI SOCIALI E SANITARI!

Guarda il video di Gianluca Galimberti

LAVORIAMO AD UNA PIATTAFORMA PER CONSENTIRE AI BAMBINI DELLE SCUOLE INFANZIA E DEGLI ASILI NIDO DI RIVEDERSI INSIEME :  Come restare vicini ai bambini ed alle famiglie anche in questo lungo periodo di sospensione delle attività educative? E come fare per comunicare a distanza con i più piccoli? Le insegnanti delle scuole comunali in questi giorni stanno contattando telefonicamente ogni famiglia per sentirsi, per salutare i bambini e parlare con loro condividendo questo momento difficile e cercando di essere d’aiuto e di supporto per quanto possibile. Le telefonate sono in corso, ma le prime restituzioni riportano come principale e comune riscontro la gioia di risentirsi e di condividere ancora una relazione con le maestre nonostante tutto. E nel frattempo, stiamo lavorando a nuovi video con letture, proposte di giochi e attività da mettere a disposizione ancora sul sito del Comune. E a una nuova piattaforma che consenta ai bambini delle 34 sezioni di scuola infanzia, e se possibile anche a quelli delle 14 sezioni di asilo nido, di rivedersi tutti insieme!

Il grande cuore della liuteria batte forte: Un gesto in cui è racchiusa la riconoscenza dei due benefattori verso Cremona, la città che ha insegnato loro non solo i segreti dell’arte liutaria ma anche importanti valori, la città che è la capitale della liuteria mondiale”. Due liutai cinesi, in assoluto tra i più famosi, Zheng Quan e Gao Tong Tong, hanno donato, in tutto, 15.000 mascherine alla nostra città, attraverso la mediazione di Simeone Morassi e dell'Associazione Liutaria Italiana. Il grande cuore della liuteria batte forte, varca le frontiere, unisce i popoli e scalda Cremona, in lotta con il coronavirus.

PORTALE CREMON SPESA  A DOMICILIO SBARCA ANCHE A TARANTO E FIRENZE : "Sono una giovane cremonese che, in questa fase di emergenza, rimanendo a casa ha cercato comunque di fare qualcosa di utile per i cittadini, le imprese, la nostra città". Condividiamo volentieri e con orgoglio l'iniziativa di Bea Baldricchi e Dueper Design che insieme hanno creato, rigorosamente in modalità smart working, un portale gratuito per cercare i servizi a domicilio in città. E l'hanno condiviso. Infatti, questa interessante esperienza digitale, nata dal basso, è stata esportata a Taranto e sta per sbarcare a Firenze.Sono circa 70 le attività presenti al momento sul portale con contatti e informazioni utili, ma il sito è in continuo aggiornamento anche grazie alle segnalazioni delle stesse attività.

COMUNE E SOCIETÀ SPORTIVE INSIEME PER #IOMIALLENOACASA :"Rimanere a casa non significa necessariamente passare le giornate sul divano a guardare la tv. Ci sono tanti esercizi che si possono fare anche stando in salotto per passare il tempo e tenersi in forma. Se ognuno di noi fa la propria parte ce la faremo. Forza Italia!". Con le parole di Sveva Gerevini, campionessa della Atletica Arvedi nella nazionale italiana, abbiamo lanciato una nuova iniziativa che si chiama #iomiallenoacasa, realizzata dall'Assessorato allo sport (Zanacchi Luca) in collaborazione con le società sportive e i personal trainer.  Si tratta di video lezioni inviati dalle realtà sportive cremonesi per chi, anche in questo periodo di emergenza in cui è importante stare a casa, vuole mantenersi in forma con l'aiuto di atleti e personale qualificato e capace. Sul sito del Comune (https://www.comune.cremona.it/iomiallenoacasa ) trovate i video che saranno aggiornati con nuove proposte. È lo sport che si adegua, cambia, soffre con la sua comunità ma è pronto a ripartire appena le condizioni lo permetteranno, più forte di prima!

Aggiornamento  25 marzo 2020 ore 11

IL CORO DI MUSICOLOGIA CANTA A DISTANZA PER CREMONA : "E' un pensiero per la nostra #cremona, da cui siamo per ora lontani e ove speriamo di tornare al più presto. Speriamo di poter cantare presto queste note insieme, nella nostra città". Così mi ha scritto ieri Emanuele, uno studente del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali - Cremona che canta nel Coro della Facoltà di Musicologia. Un dono che questi ragazzi che studiano a Cremona fanno alla città. Con gratitudine e commozione, lo condivido con tutti voi!

GUARDA IL VIDEO

CONTROLLI ANCHE COL DRONE A PARCO PO :I parchi sono chiusi e gli spostamenti non sono permessi se non per lavoro, salute, assoluta urgenza, situazione di necessità. I controlli anche da parte della nostra Polizia Locale continuano. Ieri per verificare la situazione di spostamenti ed assembramenti i vigli hanno utilizzando anche un drone partito da Parco Po. Conti

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

35455 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online