Lunedì, 06 luglio 2020 - ore 00.48

M5S Cremasco Sport Management, un po' di pudore!

Il M5S Cremasco è venuto a conoscenza, tramite il Sindaco Bonaldi, della richiesta della società Sport Management di una riduzione del canone annuale, a causa dell'emergenza coronavirus. La stessa società ipotizza, preventivamente, addirittura l'aumento di tariffe e costi per gli utenti qualora non venisse accordata la richiesta.

| Scritto da Redazione
M5S Cremasco Sport Management, un po' di pudore!

M5S Cremasco Sport Management, un po' di pudore!

Il M5S Cremasco è venuto a conoscenza, tramite il Sindaco Bonaldi, della richiesta della società Sport Management di una riduzione del canone annuale, a causa dell'emergenza coronavirus. La stessa società ipotizza, preventivamente, addirittura l'aumento di tariffe e costi per gli utenti qualora non venisse accordata la richiesta.

Quegli stessi utenti che hanno visto, negli ultimi anni, un progressivo peggioramento delle condizioni e delle tariffe del nostro centro natatorio, proprio con la gestione di Sport Management.

Il M5S Cremasco, a seguito di una serie infinita e ben documentata di osservazioni e stigmatizzazioni del "buon operato" della società, aveva chiesto un incontro tra Sport Management e i Capigruppo consiliari per poter chiarire, uno per uno, tutti i punti messi sotto la lente di ingrandimento da parte del Consiglio Comunale.

Un incontro, ad oggi, mai avvenuto, con continui rinvii e scusanti, che si sarebbe potuto tenere benissimo anche in videoconferenza e il cui svolgimento sarebbe dovuto essere la priorità delle priorità per la Società veronese nei rapporti con Crema, considerate le risposte che deve ai rappresentanti dei cittadini cremaschi.

È stato davvero poco, se non nullo, il coraggio della maggioranza del Consiglio comunale di Crema, oltre che della Giunta Bonaldi, quando respinsero una mozione di indirizzo per recedere il contratto con Sport Management. Quello sarebbe stato un forte segnale per la società, che, invece, appreso dai folli interventi di qualche Consigliere Comunale di maggioranza che il Comune di Crema non avrebbe avuto alternative qualora Sport Management se ne fosse andata, si è sentita legittimata a fare il bello e il cattivo tempo, arrivando ora a chiedere la richiesta citata all'inizio, nonostante la pessima gestione del centro natatorio cittadino.

Chiedere è lecito, rispondere NO è cortesia: la maggioranza risponda alla richiesta di riduzione del canone, così come la società ha risposto alle innumerevoli osservazioni dei cittadini cremaschi e dei loro rappresentanti, ovvero col silenzio o, peggio, con qualche minaccia apparsa sui giornali. Sarebbe un grande sollievo per Crema se la società lasciasse la gestione, permettendo di aprire un'ampia discussione sulla gestione del nostro centro natatorio, per farlo tornare un'eccellenza invidiabile e con un progetto a trent'anni per la città.

L'amministrazione abbia il coraggio di questa precisa scelta!

 

244 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online